Non la solita reading challenge!

Extra Reading: A Challenge!

avatar

Postato da
il

Extra Reading: A Challenge! è il nostro modo per accompagnarvi lungo il 2018!

E’ una gara con voi stessi attraverso undici tematiche che spaziano dalla fantascienza al racconto storico.

Per rispettare lo spirito del nostro blog, non ci limitiamo a proporvi di leggere libri ma vi invitiamo anche ad ascoltare album e vedere film!

E quale miglior modo per fare le vostre scelte se non viaggiare tra le pagine di ExtratimeBlog? Noi abbiamo selezionato alcuni titoli ma potete trovare molte altre proposte tra le nostre recensioni!

reading-challenge-locandina

Un libro/album/film che parli di universi paralleli

ad esempio…
Il ragazzo dei mondi infiniti- Neil Gaiman- Michael Reaves
Reckless. Lo specchio dei mondi- Cornelia Funke
Labyrinth. Dove tutto é possibile- Jim Henson
Silver- Kerstin Gier
La sposa cadavere- Tim Burton, Mike Johnson
La casa per bambini speciali di Miss Peregrine- Ransom Riggs
Constantine- Francis Lawrence
Coraline e la porta magica- Henry Selick

Un libro/album/film con un colore nel titolo

ad esempio…
Rosso il sangue- Salla Simukka
Kind of Blue- Miles Davis
Cuore nero- Dean Koontz
Cappuccetto rosso sangue- Catherine Hardwicke
Regina rossa- Victoria Aveyard
Sofia si veste sempre di nero- Paolo Cognetti
Il rosso e il blu- Giuseppe Piccioni
Back in Black- ACϟDC
Porco Rosso- Hayao Miyazaki

Un libro/album/film pubblicato nel tuo anno (o decennio) di nascita

Un libro o un film il cui protagonista sia dotato di super poteri o non sia umano

ad esempio…
I doni- Ursula K. Le Guin
Logan. The Wolverine- James Mangold
Iron Man- Jon Favreau
X-Men- Bryan Singer
Ogni giorno- David Levithan
Paul- Greg Mottola
Shiver- Maggie Stiefvater
The Hunt- Andrew Fukuda
La fata delle tenebre- Holly Black

Un libro o un film ambientato in un’epoca diversa dalla tua (nel passato o nel futuro)

ad esempio…
Le porte di fuoco – Steven Pressfield
Gli occhi di Venezia – Alessandro Barbero
After earth- M. Night Shyamalan
L’uomo che veniva da Messina – Silvana La Spina
L’ultima dei Neanderthal – Claire Cameron
Orphan Black- Graeme Manson, John Fawcett
Le belle cece – Andrea Vitali
La masseria delle allodole – Antonia Arslan
Miss Charity – Marie-Aude Murail
Sleep with the beast- The National
Pirate – Celia Rees
Io Busketo – Sergio Costanzo

Un libro o un film ambientato in un’epoca o in un mondo in cui non vorresti mai vivere

ad esempio…
Storia di una ladra di libri – Markus Zusak
In Time- Andrew Niccol
La peste – Albert Camus
Chaos. La guerra- Patrick Ness
Il cuore coraggioso di Irena – Daniela Palumbo
L’ultimo lenzuolo bianco. L’inferno e il cuore dell’Afghanistan- Farhad Bitani
Immagina di essere in guerra – Janne Teller
Bunker Diary- Kevin Brooks
Il cerchio- Dave Eggers
La masseria delle allodole- Antonia Arslan

Un libro o un film il cui protagonista debba affrontare una sfida difficile (ambientato nel mondo reale)

ad esempio…
Tartarughe all’infinito – John Green
Eppure cadiamo felici – Enrico Galiano
Melody – Sharon M. Draper
Quello che gli altri non vedono – Virginia Mac Gregor
Due o tre cose che avrei dovuto dirti – Joyce Carol Oates
Mi chiamo Chuck – Aaron Karo
Vuoti di memoria – Hervé Jaouen
La custode di mia sorella – Jodi Picoult
Il cuore sulla fronte – Loredana Frescura
Sirena mezzo pesante in movimento – Barbara Garlaschelli
Colpa delle stelle – John Green
Valeana – Martita Faldin
Borderline – Valentina Colombani

Un libro da cui sono stati tratti film o serie tv

ad esempio…
Le cronache del ghiaccio e del fuoco- George R. R. Martin
Tredici- Jay Asher
Resta anche domani- Gayle Forman
Colpa delle stelle- John Green
La quinta onda- Rick Yancey
Il domani che verrà- John Marsden
Hunger games- Suzanne Collins

Un libro o un film che parli di razzismo

ad esempio…
Il ragazzo nuovo- Tracy Chevalier
Io sono la neve- Elisabeth Laban
Niente da dichiarare?- Dany Boon

Un libro o un film con un personaggio lbgt

ad esempio…
Smalltown Boy- Marco Campogiani
Milk- Gus Van Sant
Hozier- Hozier
The Imitation Game- Morten Tyldum
Luna- Julie Anne Peters

Un libro o un film che parli di amore per la musica

ad esempio…
La comparsa- Abraham B. Yehoshua
La La Land- Damien Chazelle
La vita accanto- Mariapia Veladiano
Naked- Kevin Brooks
Non so- Lorenzo Licalzi
Whiplash- Damien Chazelle
Tutti i battiti del mio cuore- Jacques Audiard
Frank- Lenny Abrahamson

Leggi tutto ►

Justin Kurzel

Macbeth

Francia - Inghilterra, 2015
avatar

Postato da
il

Nulla si è ottenuto, tutto è sprecato, quando il nostro desiderio è appagato senza gioia. Meglio essere ciò che distruggiamo, che inseguire con la distruzione una dubbiosa gioia.

Macbeth è un valoroso condottiero che decide di seguire la profezia delle tre Streghe, le Parche o Norme del Destino della mitologia classica, che lo ha indicato come il futuro re di Scozia. L’unica via per arrivare a tale titolo è il tradimento e l’omicidio, stremato dal dubbio si confida alla moglie ormai resa fragile e incattivita dalla morte incessante dei suoi figli. Fomentato dalla crudele quanto umana Lady Macbeth, la cui sete di rivalsa sulla vita supera ogni reticenza morale, la profezia si avvera e ogni giorno di più vediamo scivolare il valoroso Macbeth in un tiranno di disumana fattura. Lady Macbeth si renderà conto, ormai quando è troppo tardi, di aver creato un mostro che non può più controllare.

Riassumere la trama della gigantesca tragedia di Shakespeare è difficilissimo. Difficile è stato girare anche questo film da parte di Justin Kurzel, già autore del magnifico Discorso del Re, avendo come predecessori film realizzati da campioni come Orson Welles, Akira Kurosawa, Roman Polanski. Kurzel si ispira al gigantesco Valhalla Rising di Nicolas Winding Refn in cui la natura, il silenzio, la contemplazione in slow motion delle emozioni conferiscono una forma alla natura primordiale dell’uomo che si lega in modo indissolubile allo scenario che partecipa alla tragedia sempre eterna dell’animo umano. Kurzel ci regala una rilettura moderna e profondissima della tragedia del Bardo senza alterare il testo e restituendocelo in maniera integrale nella sua perfetta bellezza. Ciò che fa la differenza rispetto ad altre rilettura è la potenza delle immagini, sono le atmosfere di Scozia, la nebbia, la pioggia, i paesaggi brulli punteggiati di laghi e di neve, la luce delle candele, i colori sempre più saturi, fino al rosso finale del fuoco, del tramonto e del sangue. E la fantastica intensità, i primissimi piani sui volti feriti e tormentati, gli occhi che piangono e amano, le mani che accarezzano e uccidono. L’ombra della regia è totalmente assente, a parlare è una tragedia sempre moderna e attuale sul potere e la sua eterna corruzione. In questo film Lady Macbeth assume un’ombra umana a differenza di molte altre letture che la vogliono una donna invincibile nella sua malvagità, mentre in questo scenario è una donna mossa dalla vendetta il che la rende estremamente vicina a molti di noi, esattamente come il condottiero Macbeth non è più un uomo vinto  e manovrato ma un uomo ambizioso che si dimostra incapace del destino che gli è stato affidato.

Immensa interpretazione di Michael Fassbender che comunica con la sola forza dello sguardo le mille sfumature della metamorfosi del protagonista: da eroico combattente ad arrampicatore assetato di potere a tiranno senza umanità, passando per quel bambino fragile che la moglie riesce a manipolare con facilità.

Si consiglia la visione a un pubblico superiore ai 14 anni a causa delle scene di violenza e per la difficoltà del testo integrale.

Se ami le atmosfere di questo film, le ambizioni macchinazioni dei personaggi per raggiungere il potere devi leggere assolutamente:

Le cronache del ghiaccio e del fuoco di G.R. Martin

Joe Abercrombie Il richiamo delle spade

Se hai amato il testo del Bardo contenuto del film lo trovi in molte edizioni commentate, qui per esempio:

W. Shakespeare Macbeth

Ascolta anche:

Amon Amarth Deceiver of the Gods 
Promises dei The Cranberries
Lacuna Coil Heavens a Lie 

Guarda anche

Valhalla Rising di Nicolas Winding Refn

macbeth-poster-italiano

 

Regia:Justin Kurzel
Soggetto: William Shakespeare
Fotografia: Adam Arkapaw
Montaggio: Chris Dickens
Effetti speciali: Bernard Newton
Musiche: Jed Kurzel
Scenografia: Fiona Crombie
Costumi: Jacqueline Durran
Trucco: Kirsty Mcqueen
Sfondi : Alice Felton
Cast: Michael Fassbender, Marion Cotillard, Sean Harris, Elizabeth Debicki, Paddy Considine, Jack Reynor, David Thewlis

Leggi tutto ►

Andrew Adamson

Le Cronache di Narnia: il leone, la strega e l’armadio

Usa, 2005
avatar

Postato da
il

Aslan: Non citare la Grande Magia in mia presenza, io c’ero quando è stata scritta!

La trilogia cinematografica di Andrew Adamson e Michael Apted si basa sul soggetto ideato da C.S. Lewis e composto da sette libri. Lewis, grande amico di Tolkien, viene considerato un caposaldo della letteratura fantasy mondiale a cui anche J. K. Rowling fa riferimento nella sua universalmente nota saga potteriana.

Il primo film Le Cronache di Narnia, Il leone la strega e l’armadio è il cuore di tutta la vicenda. Siamo in Londra sconvolta dalla seconda guerra mondiale e martoriata dai bombardamenti tedeschi. Le madri, disperate per le continue incursioni militari, mandano i figli lontano delle abitazioni cittadine come ospiti di generosi contadini disposti a proteggerli fino al termine del conflitto. I fratelli Pevensie, Peter, Susan, Edmund e Lucy, si rifugiano a casa di un ricco professore collezionista di mobili e oggetti antichi. In un giorno piovoso i Pevensie aprono un armadio proibito e si ritrovano nella terra di Narnia, oppressa da un inverno perenne che ormai perdura da cento anni a causa del dominio della regina Jadis, usurpatrice del trono di Aslan legittimo sovrano di Narnia. Edmund si lascia sedurre dalle lusinghe della regina e tradisce i fratelli ma viene ingannato e rinchiuso nelle segrete del castello di ghiaccio nelle isole solitarie. A Lucy, Susan e Peter non resta che cercare le truppe di Aslan e schierarsi con loro nell’epica battaglia per liberare Narnia e il fratello Edmund.

Gli altri due film della trilogia Il principe Caspian e Il viaggio del veliero vedono Caspian, sovrano legittimo degli abitanti di Telmar, insieme ai fratelli Pevensie dare battaglia a Miras usurpatore del trono di Narnia e la liberazione delle isole solitarie di Ramandù dal terribile sortilegio che soffoca gli abitanti dell’isola resi ormai schiavi da spietati mercanti di uomini.

Le Cronache hanno un tema fondamentale, che non è solo la trasposizione cristiana dei simboli, ma l’esaltazione della libertà individuale e dei doveri ad essa legati. I giovani Pevensie non conoscono nulla della terra su cui sono approdati, e devono affrontare pericoli estremi per salvare la propria vita e quella degli abitanti che si sono offerti di soccorrerli. Non è una banale lotta fra bene e male, ma fra le sfumature complesse che impediscono di distinguere ciò che è vitale e ciò che è distruttivo. La regina bianca, simbolo della volontà di potenza, usa la magia per dominare e soggiogare i suoi sudditi nel disperato tentativo di dominare la vita stessa congelandola in un inverno senza fine. Aslan, simbolo dell’accettazione a una qualche forma di predestinazione, usa la magia per scongelare la vita e ridare la libertà di scelta a tutti gli abitanti finendo per pagare un prezzo altissimo pur di compiere tale missione. Fra questi due poli estremi si trovano i desideri, le aspirazioni, le ambizioni di tutti gli abitanti di Narnia che finiscono per alimentare epiche battaglie in nome della libertà stessa di agire, di decidere e scegliere il proprio destino. La libertà richiede sacrifici estremi per essere compiuta, e prima di tutto deve essere realizzata in noi stessi, ed è questo l’enorme e unico insegnamento che troverete fra le pieghe di assalti, strategie militari, amicizie, amori, morte e distruzione.

Se ti è piaciuto guarda (e leggi!) anche le seguenti saghe:

Il signore degli anelli
Lo Hobbit
Hunger Games

Leggi anche:

Trudi Canavan, La corporazione dei maghi

Ascolta anche:

Loreena McKennitt – Brian Boru’s March 

narnia

 

Regia:  Andrew Adamson
Soggetto: C. S. Lewis (Libro)
Sceneggiatura: Ann Peacock, Andrew Adamson
CastJames McAvoyGeorgie HenleySkandar KeynesWilliam MoseleyAnna Popplewell
Fotografia: Donald M. McAlpine
Effetti speciali: Rhythm & Hues, Sony Pictures Imageworks
Musiche: Harry Gregson-Williams

Leggi tutto ►

Joe Abercrombie

Il richiamo delle spade

Gargoyle, 2013, 679 p.
avatar

Postato da
il

“Ho combattuto in tre campagne”, cominciò, “sette battaglie campali, innumerevoli assalti, schermaglie, difese disperate e atti sanguinosi di ogni tipo. Ho lottato nelle tempeste di neve, nel vento che ululava, nel bel mezzo della notte. E’ tutta la vita che combatto, contro nemici e amici, non ho conosciuto altro. … Non dubito che il mondo sarebbe stato un posto migliore se mi avessero ucciso anni fa, ma sono ancora vivo, e non capisco perché”.

I protagonisti de Il richiamo delle spade, primo libro della trilogia The first Law dell’autore inglese Joe Abercrombie, vivono in un mondo brutale e sotto la minaccia della guerra imminente.
Nessuno di loro sembra, però, interessato a molto altro oltre alla propria sopravvivenza e al proprio tornaconto. L’Inquisitore Glotka, una volta promettente comandante dell’esercito e ora reso storpio dalle torture subite in guerra, il giovane aristocratico Luthar interessato solo a guadagnarsi una buona posizione sociale e il veterano Logen Novedita, sopravvissuto a innumerevoli battaglie sono spietati e sanguinari.
Loro malgrado dovranno affrontare le conseguenze delle decisioni prese dai potenti che li circondano.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Il nome del vento- Patrick Rothfuss
Le cronache del ghiaccio e del fuoco- George R. R. Martin
Il signore della neve e delle ombre- Sarah Ash

Leggi tutto ►

Sarah Ash

Il signore della neve e delle ombre

Gargoyle, 2013, 601 p.
avatar

Postato da
il

L’essenza delle tenebre proruppe dagli angoli più profondi del suo essere, facendolo quasi a pezzi.
Non precipitava più, si stava levando in alto con energici battiti di ali che si propagavano a tutto il corpo.
Stava volando.

 
Gavril, un giovane e promettente pittore, eredita dal padre, di cui non ha mai conosciuto l’identità, il dominio su una terra fredda e desolata nel lontano nord. Il suo regno sembra essere dominato da forze magiche sconosciute negli avanzati stati meridionali dove è cresciuto. E tra ciò che gli viene tramandato dal padre, Gavril riceve un oscuro potere, destinato a trasformarlo con il tempo in un mostro simile ad un drago.
Il signore della neve e delle ombre è il primo romanzo tradotto in Italia della scrittrice inglese Sarah Ash. La pubblicazione in gran Bretagna risale al 2003 e, forse, proprio il periodo in cui il libro è stato scritto si riflette nello stile e nella costruzione di storie e personaggi (non vincolati ai temi diffusi nel fantasy in tempi più recenti).
 

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Le cronache del ghiaccio e del fuoco- George R. R. Martin
Graceling- Kristin Cashore
Il trono di ghiaccio- Sarah J. Maas
I doni- Ursula LeGuin

Leggi tutto ►

Sarah J. Maas

Il trono di ghiaccio

Mondadori, 2013, 461 p.
avatar

Postato da
il

Sapeva di poter scappare con facilità, ma sapeva anche che che sarebbe stata una pazzia. Il re l’avrebbe trovata, in un modo o nell’altro… Celaena si raddrizzò, il mento alto. Non sarebbe fuggita da loro come una criminale qualunque. Li avrebbe affrontati, avrebbe affrontato il re, e si sarebbe guadagnata la libertà con onore.

 
Dopo un anno trascorso nel terribile campo di lavoro di Endovier, a Celaena viene offerta una possibilità: riscattare il proprio passato di assassina, vincendo un torneo che le permetterà di diventare paladina del re. Il sovrano di Adarlan è un tiranno sanguinario che ha soggiogato un territorio immenso sterminando senza pietà chi si opponeva al suo comando. Tra le terre conquistate, una di quelle più duramente colpite è quella da cui proviene Celaena. Ma il desiderio di riconquistare la libertà è più forte della rabbia e dell’odio che prova. Tuttavia, se affrontare gli altri partecipanti alla sfida sembra essere semplice per lei, non lo sarà altrettanto avere a che fare con le presenze che un’antica magia ha evocato sul castello.
Il trono di ghiaccio è un ottimo fantasy che riscopre i temi e le caratteristiche tradizionali del genere e il lavoro di stesura di Sarah J. Maas, durato quasi dieci anni, non risente per nulla delle tendenze che sembrano dominare le saghe pubblicate nell’ultimo periodo.
E’ purtroppo da sottolineare l’infelice traduzione del titolo (Throne of glass in originale) che sembra voler forzatamente richiamare le Cronache del ghiaccio e del fuoco di Martin e che rende inspiegabile la presenza di un trono di ghiaccio in un palazzo costruito interamente in cristallo (e in una storia in cui il ghiaccio non compare affatto).
 
 
Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Le cronache del ghiaccio e del fuoco- George R.R. Martin
La corporazione dei maghi- Trudi Canavan
La leggenda di Earthsea- Ursula LeGuin

Leggi tutto ►

George R.R. Martin

Le cronache del ghiaccio e del fuoco

Mondadori, dal 1999
avatar

Postato da
il

Le cose che amiamo finiscono sempre con il distruggerci.

 
I primi venti del Nord preannunciano la fine di un’estate che da molti accompagna le vite degli abitanti di Westeros. I venti del Nord portano l’oscura e gelida minaccia degli Estranei che vivono oltre la grande barriera di ghiaccio che difende da secoli i regni degli uomini. Nessuno però sembra disposto a credere all’imminente pericolo che essi rappresentano, mentre la terra ha perso il suo re e fra le nobili famiglie si scatena il fuoco della guerra per la successione.
Così George Martin ci regala una storia crudele, una storia che affonda le sue radici in un medioevo europeo che ci appare incredibilmente vicino seppur filtrato dalla lente della fantasia e il cui punto di forza sta nella scelta di raccontare personaggi in cui le ombre si alternano a ben poche luci e che pagina dopo pagina riescono a fornirci una credibilissima rappresentazione dell’uomo .
Consigliato a chi ama trovare in ciò che legge un riferimento al reale e alla Storia con la S maiuscola con uno stile che in pochi dopo Tolkien sono riusciti a regalarci.
 
Guarda il trailer della serie tv tratta dal primo libro della saga.
 
Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Il nome del vento- Patrick Rothfuss
 
…e ascolta anche
War of the thrones- Blind guardian

Leggi tutto ►