Paolo Genovese

Sei mai stata sulla luna?

2015, Pepito Produzioni
avatar

Postato da
il

Guarda che magari pensiamo di conoscere una persona da sempre, di sapere tutto, invece poi magari ignoriamo la parte più importante, quella nascosta, quella che ti ha fatto sognare, che ti ha fatto stare bene.

Guia è una giovane donna in carriera nel mondo della moda, vive a Milano ed ha un fidanzato per cui ogni espediente è buono per realizzare escamotage fiscali. Improvvisamente scopre di essere l’unica erede di una masseria in Puglia, dove vivono suo cugino Pino, che per la legge non è in grado di intendere e di volere e Renzo, un fattore vedovo con il figlio.
La prima idea di Guia e del suo fidanzato Marco è di vendere tutto il prima possibile, ma gli abitanti del piccolo paese, affezionati a Pino e a Renzo, non le rendono facili le cose.
Guia sarà costretta a passare del tempo in campagna per risolvere tutti i problemi che si vengono a creare giorno per giorno, senza quasi accorgersi che la sua vita sta prendendo una piega inaspettata.
Questo film è una commedia spassosa ricca di personaggi peculiari e stravaganti, che si completano nel contesto tradizionale di una piccola realtà di campagna.

Ti è piaciuto questo film?
Allora guarda anche:
Paolo Genovese, Perfetti sconosciuti
Ben Stiller, I sogni segreti di Walter Mitty

E ascolta anche:
Fabrizio de Gregori, Sei mai stata sulla luna?  
KT Tunstall, Horse and Cherry tree
Bahamas feat The Wheather Station, Don’t you want me 
Joan Jett, I love rock And roll 

50808

Lingua originale: italiano
Paese di produzione: Italia
Anno: 2015
Durata: 111 min
Genere: commedia
Regia: Paolo Genovese
Soggetto: Enrico Vanzina, Paolo Genovese, Carlo Vanzina, Riccardo Milani, Alessio Maria Federici
Sceneggiatura: Paolo Genovese, Pietro Calderoni, Gualtiero Rosella
Casa di produzione: Pepito Produzioni, Rai Cinema
Distribuzione (Italia): 01 Distribution
Fotografia: Fabrizio Lucci
Musiche: Francesco De Gregori

Interpreti e personaggi
Liz Solari: Guia
Raoul Bova: Renzo
Simone Dell’Anna: Tony
Giulia Michelini: Carola
Pietro Sermonti: Marco
Dino Abbrescia: Dino
Nino Frassica: Oderzo
Sabrina Impacciatore: Mara
Neri Marcorè: Pino
Rolando Ravello: Paolo
Sergio Rubini: Delfo
Emilio Solfrizzi: Felice
Paolo Sassanelli: Rosario

 

Leggi tutto ►

Mary Hoffman

Stravaganza, La città delle maschere

Mondadori, 2002, 316 pagine
avatar

Postato da
il

Lucien si svegliò col sole sul viso. Lì per lì pensò che sua madre avesse apalancato la finestra, ma quando aprì gli occhi scoprì di trovarsi all’aperto. “Dev’essere un sogno” si disse. Non che la cosa avesse importanza. Era un bel sogno. Sapeva di trovarsi nella città sull’acqua. Era mattina presto, ma faceva già caldo. Si accorse di stringere ancora in mano il taccuino regalatogli dal padre, e se lo infilò nella tasca del pigiama.
Si alzò in piedi; era così facile, nel sogno. Si trovava fra alte colonne di marmo gelido, tra le quali si allargavano tiepide pozze di luce, confortevoli come un bagno caldo. E lui si sentiva diverso; d’impulso si portò una mano alla testa e scoprì sotto le dita i riccioli di un tempo. Sì, era certamente un sogno.

Lucien è un ragazzo stremato dalla malattia che lo costringe a rimanere segregato a letto. Un giorno suo padre gli ragala un quaderno proveniente da Venezia. Lucien si addormenta stringendolo e si sveglia in un mondo parallelo, in cui la celebre città sull’acqua si chiama Bellezza, l’Italia si chiama Talia e il periodo storico è il 1600.
Ben presto Lucien scopre che la malattia che lo affligge sparisce quando si trova in questa realtà parallela in cui non possiede la sua ombra, che invece rimane insieme al suo corpo malato e profondamente addormentato nel suo mondo originario.
Durante la sua prima visita al regno di Talia, Lucien incontra Arianna Gasparini, una ragazza con la grande ambizione di diventare la prima donna ad essere ammessa alla scuola per “mandolieri”. In realtà il destino le riserverà una posizione ben più prestigiosa nella città sull’acqua. I due ragazzi stringono una bella amicizia che li aiuterà ad affrontare una serie di decisioni difficili che cambieranno per sempre il loro futuro.

La Città delle maschere è il primo libro di questa saga ambientata in una parallela Italia rinascimentale. In Italia, oltre a questo, sono stati pubblicati solamente La città delle Stelle e La Città dei Fiori.

sito ufficiale: www.stravaganza.co.uk

 

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Uri Orlev, Il nonno che aggiustava i sogni (pubblicato anche con il titolo: L’aggiustasogni)

James Matthew Barrie, Peter Pan

E guarda anche…
I sogni segreti di Walter Mitty

 

 

 

Leggi tutto ►

Ben Stiller

I sogni segreti di Walter Mitty

Usa, 2013
avatar

Postato da
il

Articolo di Vincenzo De Cesare

Vedere il mondo, raggiungere mete pericolose, guardare oltre i muri, avvicinarsi, trovarsi l’un l’altro e sentirsi, questo è lo scopo della vita.

Walter Mitty è uno dei tanti impiegati della rivista americana Life, più precisamente un editor fotografico. Walter è anche un deluso dalla vita. Per questo si trascina viaggiando al minimo lungo le sue giornate e di tanto in tanto si “incanta”, ovvero si concede qualche attimo di fuga dalla realtà, per rendere il mondo all’altezza della sua immaginazione.
Dopo 16 anni di onorato servizio nell’anonimato, ecco che Mitty diventa improvvisamente importante quanto mai avrebbe immaginato: la foto prescelta per far da sfondo all’ultima copertina della versione cartacea della rivista, prima di passare al formato web, scompare misteriosamente. La sparizione del negativo rischia di costare molto al povero Mitty, ma allo stesso tempo fa scattare la molla per trasformare completamente la sua vita in qualcosa addirittura più emozionante dei suoi più sfrenati sogni ad occhi aperti, lanciandolo in un pazzo inseguimento all’autore dello scatto, il mitico fotografo freelance Sean O’Connell.
“I sogni segreti di Walter Mitty” è un film delicato, che parlerà un linguaggio familiare a tutte quelle persone che sanno spendere cinque minuti per vedere quello che non c’è, pur di colorare un po’ la monotonia di vite troppo “normali”. Ed è anche un film capace di farti scoprire che, in fondo, il mondo non è che sia poi così piccolo e conosciuto come ci hanno insegnato, bensì riserva ancora realtà capaci di far sognare, in quegli angoli dimenticati o visitati solo di sfuggita dal grande villaggio globale. Nemmeno l’umorismo di grana grossa tipico del film medio di Ben Stiller, che pur ogni tanto emerge, riesce a sporcare un’atmosfera fantastica e avventurosa, o a far tacere quella vocina che ci dice che il meraviglioso può essere proprio dietro l’angolo. Basta fare il primo passo.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Into The Wild – Sean Penn

Locandina di I Sogni Segreti di Walter Mitty, nuovo film di Ben Stiller

Regia: Ben Stiller
Soggetto: James Thurber
Sceneggiatura: Steve Conrad
Fotografia: Stuart Dryburgh
Montaggio: Greg Hayden
Musiche: Theodore Shapiro
Durata: 114′

Interpreti e personaggi
Ben Stiller: Walter Mitty
Kristen Wiig: Cheryl Melhoff
Adam Scott: Ted
Sean Penn: Sean O’Connell
Shirley MacLaine: Edna Mitty

Leggi tutto ►