Banana Yoshimoto

Andromeda Heights

I Narratori Feltrinelli, 2014, 122 pagine
avatar

Postato da
il

Fino a pochissimo tempo fa non facevo che rimpiangere le cose perdute, mentre ora maturava dentro di me la consapevolezza di non aver perduto niente. È sufficiente possedere un corpo, un cuore e un’anima e non difetteremo di nulla.

Shizukuishi ha passato tutta la sua infanzia con sua nonna in montagna immersa nella natura. Però l’industrializzazione  ha contaminato così tanto i boschi e le montagne che la nonna di Shizukuishi non può più preparare i suoi fenomenali tè curativi e decide di rifarsi una vita a Malta col suo nuovo compagno. Per Shizukuishi non resta altro da fare che trasferirsi da sola in città e mettersi in gioco. L’unico lavoro che abbia mai fatto è assistente a sua nonna, per cui quando incontra il sensitivo Kaede capisce che il suo compito è affiancarlo ad aiutare chi ha bisogno delle sue straordinarie capacità. Intanto Shizukuishi continua a mantenere il contatto con la natura coltivando cactus e grazie a questa passione incontrerà un ragazzo speciale  che le farà battere il cuore.

In questo romanzo, che si potrebbe definire “di formazione”, Banana Yoshimoto affronta i temi della separazione, della solitudine e dell’assenza che sono necessari per una crescita interiore, per instaurare neove amicizie e per fare delle nuove esperienze di vita. Il tutto inserito nel quadro generale del rapporto rigenerante tra uomo e natura.

Andromeda Heighs è il primo libro dei quattro libri del ciclo Il Regno.

Se ti è piaciuto questo libro leggi anche:
Banana Yoshimoto, Il dolore, le ombre, la magia
Banana Yoshimoto, A proposito di lei
Natsume Soseki, Guanciale d’erba

E guarda anche:
Miyazaki, Princess Mononoke
Miyazaki, Il castello errante di Howl
Mamoru Hood, La ragazza che saltava nel tempo

E ascolta anche:
Ryuichi Sakamoto, Three
 

Torna a ► leggo