Archivio dell'autore: Eleonora Bello

Peter Farrelly

Green book

USA, 2018
avatar

Postato da
il

Non vinci con la violenza, vinci quando mantieni la tua dignità.

Cosa possono avere in comune un buttafuori di origine italiana ed un eccentrico musicista afroamericano? Entrambi vivono a New York negli Anni Sessanta, ma appartengono a mondi completamente diversi: rumoroso e genuino l’uno, raffinato ed esclusivo l’altro.
Tony Vallelonga, il buttafuori, da un giorno all’altro si ritrova senza lavoro ed è quindi in cerca di un’occupazione per mantenere la sua famiglia.
Don Shirley, pianista, sta invece cercando un autista che lo accompagni in una lunga tournee negli Stati Uniti del Sud.
Tony risponde all’annuncio di Don ed è fatta: i due partono per il viaggio che li terrà lontani da New York per due mesi e che li porterà a condividere momenti spassosi ed esperienze drammatiche, fino a diventare veri amici.

Quella raccontata in “Green Book” è una storia vera.
Una storia che ci parla di amicizia e discriminazione, di affinità e differenze, di convivenza e segregazione razziale, di musica e schiettezza.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
The Help – Tate Taylor
Invictus – Clint Eastwood
A spasso con Daisy – Bruce Beresford
Selma – Ava DuVernay
Malcolm X – Spike Lee
Il diritto di contare – Theodore Melfi
Milk – Gus Van Sant

e leggi anche
Il buio oltre la siepe – Harper Lee
Il canto del silenzio – Maya Angelou
The hate you give – Angie Thomas

Locandina Green Book

Regia: Peter Farrelly
Durata: 130′

Personaggi ed interpreti:
Tony Vallelonga – Viggo Mortensen
Don Shirley – Mahershala Ali

Leggi tutto ►

Davide Angelo Oldani

Zero – In cammino per una nuova pagina

PassengerZero, 2019
avatar

Postato da
il

Con lo sbattere della porta se ne andava l’ultimo treno per una vita normale. Cosa restava?

Se sei giovane e soffri di ansia e attacchi di panico non hai vita facile. Proprio negli anni in cui dovresti affacciarti al mondo con tutta l’energia di cui disponi, ti trovi imbrigliato in mille legacci che non riesci a sciogliere, che ti fanno sentire inadeguato, incapace di vivere, sbagliato.

Davide Oldani, l’autore di questa autobiografia, per molto tempo si è sentito così, in balia degli eventi, privo di una bussola interiore che gli indicasse la strada.
La lunga e difficile separazione tra i suoi genitori lo ha logorato, spingendolo spesso a stordirsi per non pensare.
La passione per la musica gli ha permesso di resistere alle difficoltà per molto tempo, ma non è stata sufficiente e all’età di ventinove anni Davide raggiunge il suo “momento zero”. Rassegnato, è convinto di aver toccato il fondo e non vede per sé una via d’uscita.

Invece – come la vita insegna – una via d’uscita c’è sempre e Davide la trova quando proprio non ci spera più.
Senza pianificare nulla, affidandosi al puro istinto, Davide sale sul primo treno e parte per un viaggio lungo il Cammino di Santiago. E’ convinto che si tratterà di una breve parentesi e si aspetta di tornare poi alla solita vita.
Invece con quel viaggio tutto cambia!

Quel bellissimo percorso a piedi di mille chilometri gli offre l’occasione di scrollarsi di dosso i pesi che lo tenevano ancorato ad una vita che non gli piaceva.
Per un mese Davide percorre ogni giorno decine di chilometri attraverso montagne e colline. Ogni sera un letto diverso lo aspetta. Niente alberghi, solo l’essenziale: una stanza da condividere con altri, un materasso e qualcosa da mangiare. Davide incontra tante persone diverse, accomunate dal desiderio di avvicinarsi ad una dimensione più spirituale, che prenda le distanze dai troppi bisogni materiali e presti più attenzione alle inclinazioni personali, alla natura di ciascuno.
Davide scopre poco per volta la sua parte più vera e torna dal viaggio sentendosi finalmente se stesso!
C’è molto meno spazio ora per ansia ed attacchi di panico e molto più tempo per perseguire i propri sogni e desideri.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Il cammino di Santiago – Paulo Coelho
Mi chiamo Chuck – Aaron Karo
Il mio inverno a Zerolandia – Paola Predicatori

… vedi anche
Il cammino per Santiago – Emilio Estevez
It’s a kind of a funny story – Anna Boden
Molto forte, incredibilmente vicino – Stephen Dalory

ed ascolta anche
Heroes – David Bowie
Fields of gold – Sting
Just breathe – Pearl Jam
Grandine – Marta sui tubi
Il mercante dei sogni – Timoria
Il suonatore Jones – Fabrizio De Andrè

Leggi tutto ►

Travis Knight

Bumblebee

USA, 2018
avatar

Postato da
il

La gente può essere tremenda con le cose che non capisce.

Siamo negli anni Ottanta. Charlie ha 18 anni vive in California e ha una passione per le automobili.
Da sempre sogna di poter riparare la vecchia macchina di suo padre, morto tempo prima.
Un giorno un amico che gestisce una discarica le regala un vecchio Maggiolino Volkswagen giallo.
Charlie è entusiasta ed inizia a lavorarci con passione in ogni ritaglio di tempo dalla scuola.
Scoprirà ben presto che dietro a quell’insospettabile auto si nasconde Bumblebee, autobot mutuato dalla serie Trasformers, inviato sulla Terra in avanscoperta per organizzare la fuga degli Autobots dai malvagi Decepticons.
Tra la giovane ragazza ribelle ed il fedelissimo Bumblebee si creerà un’amicizia del tutto speciale, alla quale sarà impossibile rimanere indifferenti.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
Transformers – Michael Bay
E.T. L’Extra- terrestre – Steven Spielberg

poster bumblebee

Regia: Travis Knight
Durata: 113′

Personaggi ed interpreti:
Charlie Watson: Hailee Steinfeld
Agente Burns – John Cena

Leggi tutto ►

Bob Persichetti, Peter Ramsey, Rodney Rothman

Spider-Man – Un nuovo universo

USA, 2018
avatar

Postato da
il

Ricorda, ciò che ti rende diverso è ciò che ti rende Spider-Man!

Un film avvincente e bellissimo!
Vi si racconta la stupefacente avventura di Miles Morales, adolescente di origine portoricana che, mentre si addentra nei cunicoli della città di New York, viene accidentalmente morso da un ragno radioattivo. Da quel momento Miles viene catapultato in una realtà parallela, trovandosi a vestire i panni di Spider-Man!
Il padre di Miles – ignaro della doppia vita del figlio – sogna per lui un futuro migliore del proprio. Per questo lo iscrive ad una scuola di prim’ordine dove Miles stenta però ad ambientarsi.
Si trova invece a proprio agio con lo zio Aaron, con il quale condivide la passione per l’arte e la vita di strada.
Nelle vicende del film, Miles fa i conti con tutti i dubbi e le incertezze del suo essere adolescente, cui fa però da contraltare la responsabilità di affrontare criminali antagonisti, personaggi oscuri determinati a far trionfare la malvagità sul Bene.

Una pellicola di grandissima qualità, in cui mai si ha la sensazione del “già visto”.
La grafica è spettacolare ed assolutamente originale. La storia – tratta dall’omonimo fumetto del 2011 – è talmente bella da lasciare in più occasioni senza fiato.
La colonna sonora, evocativa, poetica, a tratti esaltante, rispecchia fedelmente la trama e le emozioni della visione.

Locandina Spider-Man Un nuovo universo

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
Spider-Man: Homecoming – Jon Watts
Avengers. Infinity War – Anthony e Joe Russo
X-Men – Bryan Singer
Logan. The Wolverine – James Mangold

ed ascolta anche la colonna sonora del film

Leggi tutto ►

Ray Bradbury

Cento racconti

Mondadori,2013
avatar

Postato da
il

Il signor Spallner si copri il viso con le mani.
C’era la sensazione di muoversi nello spazio, l’urlo incredibile della tortura, l’impatto e il rotolare dell’auto sul muro, attraverso il muro, oltre e di sotto come un giocattolo e lui che veniva lanciato fuori. Poi… silenzio.
La folla arrivò correndo. Là dove giaceva, lui la sentì venire.

“Quello che voglio è divertirmi con le idee, gettarle in aria come coriandoli e poi correrci sotto e farmele piovere sulla testa. Scrivere è la gioia e la pazzia più squisita della mia vita” (Ray Bradbury, 1976).

Leggere un storia di Bradbury significa esporsi senza filtri a fantasia e poesia, ma anche ad inquietudine e cambi di scena inaspettati, che stordiscono ed affascinano.

Bradbury è maestro nel creare in poche pagine un’atmosfera di totale coinvolgimento: il suo genere è la fantascienza, permeata di mistero ed irrequietezza, con rimandi horror, focalizzata più sugli aspetti psicologici che su quelli tecnologici.

Nei suoi racconti prevale lo sguardo sull’essere umano, sul suo sentire, sulle sue emozioni e reazioni.
Bradbury è maestro assoluto nel delineare scenari, personaggi ed eventi sempre in bilico tra il possibile e l’inverosimile.

In questa autoantologia pubblicata per la prima volta nel 1980, lo stesso Bradbury ha selezionato cento racconti che seguono quasi quarant’anni della sua vita, dal 1943 al 1980.
Difficile scegliere i migliori: sono tutti entusiasmanti!
Sicuramente una menzione speciale meritano “Il lago”, “La bara”, “La falce”, “La folla”, “Rumore di tuono”.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Fahrenheit 451 – Ray Bradbury
Cronache marziane – Ray Bradbury
La guerra dei mondi – H.G. Wells
I racconti – Edgar Allan Poe
1984 – George Orwell

e vedi anche
Fahrenheit 451 – Francois Truffaut
Black Mirror – serie televisiva

Leggi tutto ►

Samantha Cristoforetti

Diario di un’apprendista astronauta

La Nave di Teseo, 2018
avatar

Postato da
il

Residenti e custodi dell’avamposto dell’umanità nello spazio, abbiamo abitato corpi senza peso e maneggiato oggetti senza peso, abbiamo sperimentato la forza liberatoria e rinvigorente dei sogni che si realizzano, insieme alla responsabilità di meritare ogni giorno un privilegio riservato a pochi: rappresentare l’umanità nello spazio, l’ultima frontiera.

Un libro che si vorrebbe non finisse mai!
Nel suo “Diario di un’apprendista astronauta” Samatha Cristoforetti ci conduce in un meraviglioso, appassionante viaggio nei luoghi senza confini dello spazio e dell’animo umano: un’esperienza esaltante, un inno alla scienza ed all’Uomo che lascia un segno profondo in chi legge.

Attraverso il racconto di Samantha vivrete gli anni di preparazione al lancio spaziale che l’ha portata – nel Novembre 2014 – sulla Stazione Spaziale Internazionale in qualità di ingegnere di bordo, in orbita attorno alla Terra, a 400 km di distanza dal suolo, per quasi sette mesi.

Conoscerete da vicino una comunità scientifica mirabilmente viva, un mondo senza frontiere in cui ciò che conta è la condivisione del sapere, il razionale, tenace, continuo slancio verso la conoscenza ed il superamento dei limiti umani.

Sognerete ad occhi aperti immaginando le entusiasmanti – ed estenuanti – simulazioni nel Johnson Space Center di Houston e le giornate di studio nella “Città delle Stelle” nello Yuri Gagarin Cosmonaut Training Center, abitato unicamente da cosmonauti, scienziati e ricercatori. Parteciperete alle operazioni di lancio e di rientro sulla Terra a bordo del veicolo spaziale Soyuz.

Il racconto di Samantha si sviluppa in un equilibrio perfetto tra un punto di vista rigorosamente scientifico e uno slancio che solo una passione viscerale può spiegare.
Questo diario ci restituisce l’immagine di una figura umana completa, che nel clima asfittico di questi ultimi tempi, rappresenta una preziosa boccata di aria fresca!

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Guida galattica per gli autostoppisti – Douglas Adams
Carrying the fire: An Austronaut’s Journeys – Michael Collins (in inglese)
Volare. 166 giorni con @astro_luca – Luca Parmitano
Le cosmicomiche – Italo Calvino
Il Piccolo Principe – Pilota di Guerra / Antoine De Saint-Exupery

vedi anche
Astrosamantha. La donna dei record nello spazio – Gianluca Cerasola
Eva23 – Docufilm
Volare sulla Stazione Spaziale – Rai Scuola
Star Trek – serie televisiva
Gravity – Alfonso Cuaron
2001 Odissea nello spazio – Stanley Kubrik
The last man on the moon – Marc Craig
Guida galattica per autostoppisti – Garth Jennings
The Martian – Ridley Scott

ed ascolta anche
Space Oddity – David Bowie/Chris Hadfield
Futura – Lucio Dalla
Amelia – Joni Mitchell

Leggi tutto ►

Ian Samuels

Sienna Burgess è una sfigata

USA, 2018
avatar

Postato da
il

Lascia le insicurezze nello specchio del bagno

Non vi fermate al titolo, scontato e bruttino. Prendete invece in considerazione il film: per nulla banale!

Sienna Burgess ha diciassette anni: è simpatica, sensibile, sognatrice, curiosa ed affidabile. Una bella persona, insomma. La sua bellezza però non rispecchia gli stereotipi: Sienna non è filiforme, non veste secondo i canoni della moda del momento e non appartiene agli ambienti più trendy del collage.
Verrebbe da dire che Sienna è “solo” meravigliosamente se stessa!

Vittima di uno scherzo crudele, intraprende una fitta e piacevole amicizia telefonica con Jamey, ragazzo della scuola, capitano della squadra di football.
Anche Jamey non risponde al prototipo dello sportivo tutto muscoli e niente cervello. Attento ed empatico, in una ragazza cerca molto più dell’avvenenza fisica: cerca affinità, vicinanza, intelligenza e complicità anche mentale.
Trova tutto questo in Sienna, senza però in realtà sapere che si tratta di lei.

La forza di questa commedia consiste proprio dal fuggire da ogni soluzione facile, da ogni prevedibile lieto fine.
Sienna non diventerà la ragazza più avvenente della scuola in seguito ad un provvidenziale trattamento estetico. Non si trasformerà in una leader carismatica. Non godrà di plateali rivincite su chi l’ha maltrattata.
Semplicemente Sienna scoprirà di essere bella, scoprirà che esistono persone in grado di andare oltre alle apparenze. Imparerà ad andare lei stessa oltre il pregiudizio. Ed imparerà anche a concedersi un po’ di felicità!

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
A.S.S.O nella manica – Ari Sandel
Stranger Things – Matt e Ross Duffer

e leggi anche
Una vita allo sbando – Anne Tyler
Elogio alla bruttezza – Loredana Frescura

Locandina Sienna Burgess

Durata: 105′
Regia: Ian Samuels

Personaggi ed interpreti:
Sienna Burgess – Shannon Purser
Jamey – Noah Centineo
Veronica – Kristine Froseth

Leggi tutto ►

Edoardo Falcone

Se Dio vuole

Italia, 2015
avatar

Postato da
il

I miracoli non esistono. Sono stato solo bravo.

Andrea, figlio di un affermato cardiochirurgo romano, frequenta la Facoltà di Medicina. Il suo futuro pare tracciato, almeno fino a quando non incontra Don Pietro, prete del tutto sui generis, che lo appassiona alla Fede tanto da convincerlo a divenire lui stesso sacerdote.
Il padre di Andrea, Tommaso, ateo convinto, sconvolto dalla notizia decide che farà di tutto per smascherare don Pietro, di cui scopre un passato non proprio edificante.
Non esiterà quindi ad elaborare piani e trabocchetti esilaranti per incastrarlo.

La trama del film si sviluppa mantenendo un tono leggero, grazie ad una regia che rifiuta soluzioni semplici e lascia spazio a riflessioni tutt’altro che superficiali.

Marco Giallini è semplicemente perfetto nella parte di Tommaso ed Alessandro Gassmann (don Pietro) conferma le sue grandi doti di attore in un ruolo molto diverso dai soliti.

“Se Dio vuole” è un film dalla grande carica umoristica, spassoso, coinvolgente, ma per nulla banale.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
Caterina va in città – Paolo Virzì
I nostri ragazzi – Ivano De Matteo
Dio esiste e vive a Bruxelles – Jaco Van Dormael

e leggi anche
Ritrattino di Kant a uso di mio figlio – Massimo Piattelli Palmarini
Ciò che inferno non è – Alessandro D’Avenia
A volte ritorno – John Niven

Locandina film "se Dio vuole"

Locandina film “se Dio vuole”

Durata: 87′
Regia: Edoardo Falcone

Personaggi ed interpreti:
Tommaso: Marco Giallini
Don Pietro: Alessandro Gassmann
Carla: Laura Morante

Leggi tutto ►

Dicker, Joel

La scomparsa di Stephanie Mailer

Nave di Teseo, 2018
avatar

Postato da
il

Qui comincia la notte buia

Il romanzo “La scomparsa di Stephanie Mailer” è ambientato ad Orphea, una cittadina della provincia americana, dove annualmente si svolge un famoso festival teatrale.
Una giovane giornalista scompare e l’episodio viene ricollegato ad un quadruplice omicidio avvenuto anni prima. La comunità è sconvolta e tutti ripiombano in una tragedia ormai quasi dimenticata.
Le indagini sono affidate a Jesse Rosenberg, capitano di polizia cui mancano pochi giorni alla pensione.

Con La verità sul caso Harry Quebert e Il libro dei BaltimoreJoel Dicker ci ha abituato alle trame appassionanti ed ai colpi di scena.

Il giovane scrittore belga sbroglia il canovaccio dei suoi romanzi gialli in modo impeccabile. Ci conduce quasi per mano nella narrazione, alternando momenti rassicuranti, ad altri in cui volutamente ci disorienta.

Le trame si sviluppano lentamente, quasi sottotraccia, per poi dipanarsi in un evento inaspettato, che cambia tutto e ci spiazza.
Arriviamo ad amare (o odiare) i personaggi dei suoi libri quasi appartenessero alla nostra cerchia di conoscenze: delineati in modo preciso, ma senza toni eclatanti, i personaggi di Dicker finiscono sempre per entrare nel nostro immaginario. Si tratta naturalmente di protagonisti inventati, ma in ognuno di loro si arriva a cogliere qualcosa di forse familiare.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
La verità sul caso Harry Quebert – Joel Dicker
Il libro dei Baltimore – Joel Dicker

Leggi tutto ►

Giuseppe Catozzella

E tu splendi

Feltrinelli, 2018
avatar

Postato da
il

E poi quel sole che nasceva era la cosa più bella che avessi mai visto, era la promessa di una cosa nuova da iniziare. Per la prima volta mi sentivo vivo, tutto era come una grazia. Volevo splendere, quello sì.

Pietro, dieci anni, è in vacanza con la sorella Nina ad Arigliana, piccola comunità rurale della Lucania.
Il padre li ha mandati a trascorrere l’estate dai nonni nella speranza che questo possa aiutarli a superare il dolore per la perdita della madre.
Proprio in quei giorni però ad Arigliana accade un fatto imprevisto.
La scoperta di sette stranieri – clandestini – nascosti nell’antica torre normanna sconvolge la comunità. La reazione degli abitanti – destabilizzati ed aizzati dal boss locale – è di diffidenza e rifiuto.
Identificati da quasi tutti come nemici, i nuovi arrivati divengono presto vittime della prepotenza e dell’ostilità di molti.
Solo la famiglia di Pietro e una parte dei suoi amici si discostano dalla maggioranza e cercano di guardare oltre l’apparenza, vincendo la paura.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Non dirmi che hai paura – Giuseppe Catozzella
Il grande futuro – Giuseppe Catozzella
Cristo si è fermato a Eboli – Carlo Levi
Lettere luterane – Pier Paolo Pasolini

Leggi tutto ►