Brian K. Vaughan

Under the Dome

2013, CBS, America
avatar

Postato da
il

Che stai facendo?
Non lo so, forse riesco ad aggiustarlo.
Davvero? Quell’affare è esploso come la morte nera.
Sì, ma l’Impero ha ricostruito la Morte Nera nel Ritorno dello Jedi. Era quasi del tutto operativa.
Mi piacciono i nerd.

Under the Dome è la serie cult ora trasmessa da Netflix ispirata al romanzo di Stephen King The Dome. Tutto si svolge dentro i confini di Chester’s Mill, una piccola cittadina del Maine, quando una misteriosa cupola trasparente e insonorizzante taglia fuori gli abitanti dal resto del mondo. Trasformatasi presto nella loro prigione, ci mostrerà come mantenere in piedi una struttura sociale in completo isolamento sia una impresa estrema (così come altre serie prima di questa per esempio Lost).

I conflitti sociali generati dall’isolamento sono molteplici: mancato approvvigionamento di acqua potabile, cibo, propano per il riscaldamento, raccolti completamente esposti agli agenti climatici, difficoltà a mantenere l’ordine e la giustizia. I medicinali e le strutture mediche entrano immediatamente in declino mostrando ancora una volta come le nostre società siano intimamente connesse fra loro per garantire in ogni momento i generi di prima necessità. Nessuno può vivere isolato mancante cioè di quella struttura sociale profonda in grado di sostenerlo e garantirne i diritti e i doveri.

Ecco che allora i cattivi diventano buoni, Dale “Barbie” Barbara è un reduce di guerra coinvolto in un omicidio, il quale abbraccia la causa e intraprende una relazione amorosa con la giornalista Julia Shumway o il sindaco della cittadina “Big Jim” Rennie che invece cerca un equilibrio tra il suo senso di responsabilità da leader e i suoi sporchi affari; oppure suo figlio, che disonora se stesso legando nello scantinato una giovane ragazza che voleva troncare la loro relazione. Mentre i giovanissimi protagonisti Joe e Norrie sono alla ricerca della fonte di energia primaria che tiene la cupola attiva sviscerando teorie metafisiche e paranormali, i problemi della città risultano sempre più crudi ed elementari. La causa della formazione della cupola ci mostra un mondo altro da cui difficilmente troveremo una soluzione senza scivolare nel mistero più oscuro.

Se ti è piaciuto leggi anche:

Stephen King, The Dome

Guarda anche:

Stranger Things 

Ascolta anche:

Metallica, Metallica Black Album

1200px-under_the_dome

Regia: Brian K. Vaughan
Soggetto: Stephen King
Genere: Fantascienza, Horror
Cast: Mike Vogel, Rachelle Lefevre, Natalie Martinez, Britt Robertson, Alexander Koch, Colin Ford

Torna a ► guardo