Paola Predicatori

Il mio inverno a Zerolandia

Rizzoli, 2012, 239 p
avatar

Postato da
il

Se stavi con Zero eri zero, anche se avevi i soldi, anche se eri il più bravo della classe, il più bello, il più fico. Ci sono cose che se le fai è come quando indossi una maschera, se sei sotto scompari e non conti più niente

Zerolandia è un universo a sè, Zero il suo unico abitante. Non si tratta di fantascienza, ma di un isolamento voluto. Gabriele, studente all’ultimo anno delle superiori, disinteressato ai discorsi dei compagni, chiuso, schivo e sempre serio, si è costruito un universo parallelo all’interno della propria classe e pare viverci a proprio agio, anche se quotidianamente preso di mira dai compagni. Alessandra, in classe con lui, perde la madre per una tragica malattia: il dolore è per lei devastante e mette in crisi tutto. L’unico suo desiderio è allontanarsi da ogni cosa e senza rendersene conto si avvicina proprio a Zerolandia…

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche Oh, boy! – Marie-Aude Murail

e vedi anche Noi siamo infinito – Stephen Chbosky

Torna a ► leggo