Siobhan Dowd

La bambina dimenticata dal tempo

Uovonero 2012, 328 p.
avatar

Postato da
il

Aveva davanti anni di cambiamento. Gli studi, i libri, esami, argomenti, teorie. Le battute e le pinte, risate, baci e canzoni. La vita era come correre, novanta per cento sudore e fatica, dieci per cento gioia.

Irlanda del Nord, 1981: mentre i militanti dell’IRA rinchiusi nel carcere di Long Kesh fanno lo sciopero della fame per ottenere dal governo inglese lo status di prigionieri politici, il diciottenne Fergus, fratello di uno dei detenuti, scopre in una torbiera la mummia di una bambina. Arrivano i giornalisti e gli archeologi, comprese Felicity e la figlia Cora, dalla quale Fergus si sentirà molto attratto. Fra l’angoscia per la sorte del fratello maggiore, il desiderio di concludere gli esami e scappare da una terra tormentata da una guerra interminabile, la scoperta dell’amore e l’amicizia per un soldato inglese, Fergus vivrà un’estate indimenticabile.
Con la sensibilità e la capacità di sondare il cuore umano che Siobhan Dowd, purtroppo prematuramente scomparsa, poneva in ogni suo libro, questa storia traccia un quadro toccante della lotta irlandese per l’indipendenza, ma descrive anche in modo magistrale l’animo di un adolescente che si affaccia alla vita. Molto originali gli intermezzi sulla misteriosa mummia della torbiera.

Ti è piaciuto?
Allora leggi anche…
Uno splendido isolamento – Edna O’Brien
I veri credenti – Joseph O’Connor
Eureka Street – Robert McLiam Wilson
Sette minuti dopo la mezzanotte – Patrick Ness, Siobhan Dowd

E guarda anche…
Nel nome del padre – Jim Sheridan

E ascolta anche…
Sunday Bloody Sunday – U2

Torna a ► leggo