David Levithan

Ogni giorno

Rizzoli, 2013, 370 p.
avatar

Postato da
il

Il corpo è la cosa più semplice a cui adattarsi quando si è abituati ad averne uno nuovo a ogni risveglio. E’ la vita, il contesto attorno al corpo, che a volte è difficile comprendere. Ogni giorno sono una persona diversa. Sono me stesso- so di essere me stesso- ma nello stesso tempo sono qualcun altro. E’ sempre stato così.

 
A. si sveglia ogni giorno nel corpo di una persona diversa. Adattarsi alle abitudini e alla quotidianità di chi lo ospita è per lui ormai la normalità, per quanto possa essere difficile non possedere nulla che sia veramente suo e poter conservare solo i ricordi essenziali. Per lui è necessario passare inosservato e non interferire in alcun modo con la vita della persona che diventa per poche ore. In alcuni momenti però, riuscire ad essere invisibile è impossibile. Dal giorno in cui incontra Rhiannon, tutto ciò che vorrebbe è stare con lei e questo lo rende imprudente e porta Nathan, uno dei ragazzi che lo ospitano, a percepire la sua presenza. Da quel momento la sua vita si trasforma, da una parte, in una continua fuga da Nathan e, dall’altra, in una ricerca costante di Rihannon.
 
Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
L’ospite- Stephenie Meyer
 
… e guarda anche
Essere John Malkovich- Spike Jonze

Torna a ► leggo