Paolo Cognetti

Il ragazzo selvatico

Terre di Mezzo, 2013, 101 pp.
avatar

Postato da
il

Non era tanto un bisogno di partire, quanto di tornare; non di scoprire una parte sconosciuta di me quanto di ritrovarne una antica e profonda, che sentivo di avere perduto.

Paolo Cognetti, trentenne milanese, confeziona un bel quaderno di montagna, raccontando la storia della propria esperienza di isolamento in una baita a 2000 metri di altezza.
Nel libro il resoconto della vita in alta quota è accompagnato da numerose citazioni dai grandi narratori di montagna ed intercalata da frequenti riferimenti a canzoni e poesie.
La bellezza del racconto sta proprio nel suo carattere puramente descrittivo: volutamente l’autore si limita per lo più a riportare ciò che vede e ciò che sente, lasciando alla fantasia del lettore ed alla sua predisposizione d’animo il compito di ricavarne significati e riflessioni.
Il libro è dedicato a Chris McCandless, protagonista del romanzo “Nelle terre estreme” di Jon Krakauer, fuggito dalla civiltà per ritrovare se stesso ed il senso dell’esistenza.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Nelle terre estreme – Jon Krakauer
Il sistema periodico – Primo Levi

Ernest Hemingway (Grande fiume dai due cuori – I Quarantanove racconti)
Fuori a rubar cavalli – Per Petterson

…e ascolta anche…
Il suonatore Jones – Fabrizio De Andrè

…e guarda anche
Into the wild – Sean Penn

Torna a ► leggo