Edward Carey

I segreti di Heap House

Bompiani 2015, 352 p.
avatar

Postato da
il

Tutto cominciò, con il terribile pasticcio che ne seguì, il giorno in cui scomparve la maniglia da porta di mia zia Rosamud. Era la sua maniglia da porta prediletta, interamente di ottone.

Nei sobborghi della Londra del 1875 confluisce un’enorme quantità di rifiuti: tutto il pattume della metropoli si trasforma nei “cumuli”. Al centro di questa marea di scorie sorge una gigantesca, bizzarra costruzione, Heap House, la dimora degli Iremonger, dinastia che si è arricchita col trattamento dei rifiuti e che governa i cumuli con pugno di ferro. Gli eccentrici membri di questa potente e odiata famiglia sono uniti dalla nascita a degli oggetti che li accompagneranno per tutta la vita. Ci racconta le vicende del clan, guidandoci nelle innumerevoli stanze di Heap House, Clod Iremonger, quindicenne di salute cagionevole che ha una dote particolare: sente gli oggetti parlare. Insieme ai vari appartenenti al gruppo, ci verranno così presentati i loro oggetti natali: maniglie di porte, casseruole, tappi di vasca misteriosamente legati agli umani e altrettanto misteriosamente comunicanti, almeno per chi è in grado di sentirli. Ma nel mondo claustrofobico degli Iremonger arriva Lucy Pennant, la giovane cameriera dai capelli rossi che cambierà la vita di Clod. Le voci alternate dei due protagonisti raccontano una vicenda stranissima che coinvolge sempre più strettamente il lettore.
I segreti di Heap House inaugura una saga decisamente originale.

Ti è piaciuto?
Allora leggi
Oliver Twist – Charles Dickens
La fabbrica delle meraviglie – Sharon Cameron
Miss Charity – Marie-Aude Murail

E guarda anche
Nightmare before Christmas – Tim Burton
e Downtonabbey

Torna a ► leggo