Marco Campogiani

Smalltown Boy

2013, Edizioni Anordest, 335 pp.
avatar

Postato da
il

Articolo di Silvia Franchini

“Io penso solo che l’amore va sempre rispettato. Questo credo…e in tutti i casi,” prosegue [Padre Ralph], cercando le parole, “comunque gli altri la pensino, Davide, non permettere a nessuno di dirti… chi, cosa e come amare.”

Davide ha quattordici anni, frequenta il liceo, gioca a calcio. C’è Sonia che gli fa il filo, Max con cui passa il tempo a suonare e a discutere di musica, Martina e Guido,appena arrivati in città, che vanno ad abitare di fronte a lui. E’ un adolescente come tanti altri e tutto “scorre normale, liscio, regolare”.
Poi un pomeriggio, mentre fa merenda davanti alla TV, su Videomusic parte la nuova clip dei Bronski Beat, Smalltown Boy ed è come una picconata che fa crollare il muro dietro il quale per anni ha tenuta rinchiusa una parte di sé. Capisce perché le attenzioni di Sonia lo lasciano indifferente, comprende ciò che prova per Guido. E da quel momento deve fare i conti con sé stesso, con la propria omosessualità, con i pregiudizi di un mondo esterno ostile. Ma Davide è determinato e ci accompagna alla scoperta di un sentimento d’amore intensissimo, senza vergogna, che non è aberrazione ma pura e semplice normalità. Un amore che lo costringerà ad affrontare l’isolamento, l’intolleranza dei coetanei, la fuga da casa, ma gli permetterà anche di scoprire solidarietà e comprensioni inattese.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Ragazzi che amano ragazzi – Piergiorgio Paterlini
Il blu è un colore caldo – Julie Maroh
The Smiths. A murderous desire. Testi commentati – Diego Ballani
Mamma, papà: devo dirvi una cosa: come vivere serenamente l’omosessualità: scritto da una madre e da suo figlio – Giovanni e Paola Dall’Orto

…e ascolta anche…
Hand In Glove – The Smiths
Hood – Perfume Genius
Love Will Tear Us Apart – Joy Division

…e guarda anche
La vita di Adele – Abdellatif Kechiche

Torna a ► leggo