Archivio tag: 1973

Stephen King

Joyland

Sperling &Kupfer, 2013, 352 pp
avatar

Postato da
il

Il nostro e’ un mondo in rovina, funestato da guerre, atrocita’ ed assurde tragedie. Ad ogni suo abitante, uomo o donna che sia, e’ toccata una razione di infelicita’ e di notti insonni. Considerata questa triste ma innegabile verità’ della condizione umana, avete appena ricevuto un dono inestimabile: vi trovate qui per vendere divertimento.

Ecco una lettura nata quasi per scommessa!  Ce l’avrei fatta a godermi un libro di Stephen King senza incorrere in incubi notturni?! Semplicemente si’, senza difficolta’. In  Joyland infatti non e’ avvincente solo la trama, comunque non priva di macabri omicidi ed inconfessabili segreti.  Sono i personaggi che popolano il luna park (Joyland, appunto), decadenti ed eccentrici, ad entrare nell’immaginario ed a catturare fin da subito l’attenzione totale. Devin, studente ventenne nel 1973, in cerca di un lavoro per l’estate, entra in contatto con questo strano mondo e ne resta affascinato, tanto da non riuscire piu’ ad allontanarsene. Trasferitosi nella cittadina di Heaven’s Bay, vive nel contempo un’intensa amicizia con un ragazzino dodicenne, gravemente malato, e la giovane madre.

Ti e’ piaciuto questo libro? Allora leggi anche Il popolo dell’autunno – Ray Bradbury 
… vedi anche Il miglio verde – Frank Darabond
ed ascolta anche The Doors – The Doors

 

Leggi tutto ►

Ian McEwan

Miele

Einaudi, 2012
avatar

Postato da
il

Ma nessuno sopra i trenta può comprendere quel tempo particolarmente carico e condensato che copre i pochi anni subito prima e subito dopo i venti, un tratto di vita che necessita di un nome, dalla fine del liceo ai primi stipendi, con l’università e gli innamoramenti e la morte e le scelte in mezzo.

 

Uno stile narrativo magnifico, cadenzato da un ritmo avvolgente, atmosfere fluide, personaggi tratteggiati con grande efficacia e profondita’. Serena Frome, ventenne  appassionata di letteratura, si trova coinvolta in una tortuosa vicenda di spionaggio nella Londra dei primi anni ’70, dilaniata da crisi energetica,  emergenza sociale ed accese proteste proletarie. La Guerra Fredda influisce  nella quotidianeita’ molto piu’ di quanto si immagini e Serena si trovera’ ad essere un piccolo tassello del piu’ ampio progetto di “persuasione culturale” condotto in modo non limpido dai poteri forti.
 
Ti e’ piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Il nostro agente all’Avana – Graham Greene
 
e guarda anche
La talpa – Thomas Alfredson
 
e ascolta anche
Time – Pink Floyd

Leggi tutto ►