Archivio tag: altreStorie 2016

Rick Yancey

La quinta onda

Mondadori, 2014, 517 p.
avatar

Postato da
il

Sto precipitando alla velocità della luce nel buco nero che si è aperto con l’Arrivo e che ha subito cominciato a divorare tutto ciò che gli finiva davanti. Il buco nero cui fissava mio padre il giorno in cui è morta mia madre, quello che ho sempre erroneamente creduto fuori, a sé stante. Invece era dentro di me, era dentro di me fin dall’inizio, e non faceva che crescere, ingurgitare ogni grammo di speranza e fiducia e amore, rosicchiare poco alla volta la galassia della mia anima mentre io mi aggrappavo a una scelta, una scelta che ora mi guarda come per l’ultima volta.
Quindi faccio la cosa più ragionevole da fare nella mia situazione.
Scappo.

Fino a dove possiamo spingerci quando la nostra tranquilla quotidianità viene stravolta?

Cassie è una ragazza come tante che si ritrova ad affrontare l’invasione aliena che porrà fine alla sua famiglia e alla sua vita così come l’ha sempre vissuta.
Gli alieni colpiscono la terra con cinque ondate consecutive che sconvolgono tanto la natura quanto la tecnologia, fino a portare quasi all’estinzione del genere umano.

Cassie, con la costante minaccia di venire uccisa o catturata dagli invasori, deve lottare per ritrovare il suo fratellino perduto.

La sua storia si intreccia con quella di Ben, suo ex compagno di scuola rimasto solo al mondo, che viene arruolato in un esercito di bambini il cui scopo è stanare gli alieni dormienti, che vivono in corpi umani.

La quinta onda, primo romanzo di una serie di tre, parla di coraggio ma anche di amore e amicizia, ponendoci di fronte al dilemma di come, nelle situazioni più estreme, si possa scegliere di non rinunciare alla propria umanità.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Terrestre- Jean-Claude Mourlevat
Qui e ora- Ann Brashres
The Host- Stephenie Meyer
Il gioco di Ender- Orson Scott Card
Ogni giorno- David Levithan

… guarda anche
La quinta onda- J Blakeson
Maze runner. Il labirinto- Wes Ball
Il domani che verrà. The tomorrow series- Stuart Beattie

Leggi tutto ►

altreStorie- Festa dei lettori e dei libri per ragazzi

avatar

Postato da
il

Il festival altreStorie, dedicato a “passioni civili e sentimenti sociali”, è un interessante appuntamento promosso dal Comune di Crema, che, ogni anno, ospita significativi ed importanti autori per ragazzi.

L’edizione del 2016 si svolgerà da martedì 8 a sabato 12 novembre.

Oltre agli appuntamenti con le scuole di Crema e del suo territorio, sono previsti diversi incontri aperti al pubblico.
Tra gli ospiti di questa edizione, da non perdere mercoledì 9 novembre alle 15.30 presso la Biblioteca Comunale di Crema (via Civerchi, 9), Melvin Burgess (qui trovare una recensione del suo Kill all enemies) e venerdì 10 novembre alle 15.30 alla Libreria Mondadori (Via Mazzini, 38- Crema), Guido Sgardoli che affronterà il tema “Scrivere di eroi e supereroi… scrivere di noi“.

Potete trovare il programma completo e tutte le informazioni sul sito o sulla pagina Facebook dedicati al festival.

Leggi tutto ►

Meg Rosoff

Fai finta che io non ci sia

2015, Rizzoli, 250 p.
avatar

Postato da
il

La fuga in sé non mi sembra particolarmente strana. Molti di noi rimangono al loro posto perché sono trattenuti da una specie di forza centrifuga. Se per qualche ragione quella forza si fermasse, voleremmo via tutti in direzioni diverse. Ma come la mettiamo con il fatto che non torna? Essere lontani da casa fa paura, e fa stare male.

Mila ha preso il proprio nome dal cane che suo nonno aveva da ragazzo. Forse, proprio per questo, ha un “fiuto”, un intuito particolare che le permettere di leggere e comprendere le persone.

Questa sua abilità viene messa alla prova quando Matthew, il miglior amico di suo padre Gil, scompare alla vigilia del loro primo incontro, dopo anni di separazione.
Matthew ha una vita apparentemente serena, anche se il passato suo e di sua moglie è segnato dal dolore per la perdita del figlio maggiore in un incidente stradale.

Mila e Gil si avventurano in un viaggio nei luoghi in cui Matthew potrebbe essersi rifugiato, scoprendo, via via, segreti e aspetti della sua vita che potrebbero averlo spinto a fuggire.

Meg Rosoff ci racconta come, spesso, anche le persone che ci sono più vicine siano, in realtà, un mistero.
Non si può mai davvero dire di conoscere qualcuno.
Tanto che, persino Mila, con il suo innato intuito, non riesce a leggere ciò che i suoi genitori e la famiglia di Matthew le stanno nascondendo.

In questo viaggio, padre e figlia indagano sul valore che possono avere le persone e le cose che li circondano, su come un semplice evento, che potrebbe essere felice (come la visita di un amico da tempo lontano), abbia scatenato una reazione inaspettata, fino a portare Matthew a pensare che la vita che ha faticosamente cercato di far funzionare per anni, sia una farsa, una gabbia nella quale si è rinchiuso.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Un elefante nella stanza- Susan Kreller
La casa dei cani fantasma- Allan Stratton
La verità sul caso Harry Quebert- Joel Dicker
Io sono nessuno- Jenny Valentine

…ascolta anche…
Isobel- Dido

…e guarda anche
Il Grinta- Joel Coen- Ethan Coen
Un gelido inverno- Debra Granik

Leggi tutto ►

Wu Ming

Il Piccolo regno, una storia d’estate

2016, Bompiani, 231 p.
avatar

Postato da
il

Quello che ci spaventa da bambini, ci spaventa per sempre.

Il Piccolo Regno è un romanzo di formazione ambientato nell’Inghilterra del 1930 che fa del suo stretto rapporto con la natura e il mistero il suo tratto caratteristico.
La voce narrante è quella del protagonista che ormai diventato adulto ricorda le interminabili estati passate coi cuginetti Julius,  Ariadne e Fedro nella casa di famiglia destinata alle vacanze. Gli adulti,ovvero la gente alta, sono una presenza costante nelle giornate dei bambini, altrimenti detti gente bassa, ma i protagonisti delle avventure sono solo loro,i quattro cuginetti.
Spalla in alcune delle loro avventure è Ned, eroe di guerra, ma capace di parlare alla Gente Bassa pur essendo un adulto.
Quando viene scoperta l’antica tomba di un guerriero i ragazzi seguono la loro curiosità, calano il protagonista nel tumulo e prende un bracciale per ricordo. Da questo momento però i ragazzi saranno perseguitati da uno spettro, che chiede una vita in cambio di ciò che gli è stato sottratto.
I bambini potranno liberarsi dell’inquietante presenza malefica solo rinunciando alla spensieratezza della loro infanzia.

Ti è piaciuto questo libro?
Allora leggi anche:
Holly Black, Doll bones
Garth Stein, Una luce improvvisa
Vera Brosgol, Anya e il suo fantasma
Allan Stratton, La casa dei cani fantasma

E guarda anche:
Alejandro Amenàbar, The others

E ascolta anche:
Madonna, Ghosttown
Evanescence, My immortal

 

 

Leggi tutto ►

Kevin Brooks

Naked

Piemme, 2016
avatar

Postato da
il

“Il mio cuore è nato nella lunga estate rovente del 1976. Fu allora che la mia vita iniziò, il mio amore fu sigillato, la mia anima si perse e si infranse. Fu l’estate di molte cose – calore e violenza, amore e odio, sogni e incubi, paradiso e inferno- e riguardando a quel periodo adesso, è difficile distinguere il bene dal male”

Il racconto di Lili comincia con l’estate del 1976, quella che cambiò per sempre la sua vita: l’estate in cui nacque il punk e la sua band, i Naked, l’estate del sesso, della droga, degli eccessi, ma anche dell’amore. Dall’incontro con Curtis Ray, leader della band, fino all’ingresso nel gruppo del misterioso ragazzo irlandese che porterà la band verso il successo.  La vita di Lili e dei Naked corre in parallelo con un pezzo di storia della musica e della Londra di quegli anni, scossa dalla nascita di un nuovo e violento movimento culturale, il Punk, e dilaniata dal terrorismo.

Kevin Brooks scrive un libro antologico ma al contempo attualissimo. Parlare del terrorismo passato che ha travolto l’Europa prima dei tragici eventi odierni può sembrare retorico, invece Brooks, riesce a confezionare un gioiello in cui storia della musica, della cultura disperata degli anni ’70, si intreccia con la crisi economica e l’incertezza e la brutalità politica. Fare arte è un atto politico e il concetto si traduce in modo eccelso attraverso la parabola dei Naked e della loro ascesa nell’industria musicale.

Naked è un lungo racconto in prima persona, il racconto di un destino che si intreccia con l’arte e con la storia, quella con la S maiuscola. C’è tutto: sta nascendo il punk, i Sex Pistols hanno appena fatto il loro esordio, i Clash non sono ancora arrivati sulla scena. E’ appena uscito il primo album dei Ramones e il Sex, il negozio al 430 di King’s Road, di proprietà di Malcolm McLaren e Vivienne Westwood, è il luogo da frequentare per farsi notare. La voce di Lili ci accompagna, però, anche nella sua storia (con la s minuscola) attraverso la madre travolta da un disturbo della personalità, la vita dei ragazzi della band, la sua storia con Curtis, l’incontro con il misterioso irlandese William e dei sospetti che ruotano attorno alla sua presenza nella capitale inglese. Naked mette a nudo, appunto, ogni sentimento, ogni avvenimento, ogni sensazione ma soprattutto ogni rapporto che il destino ci affianca per stravolgerci la vita e spingerci a viverla a pieno.  Certe occasioni vanno colte al volo, sembrano urlare i Naked, ma soprattutto che la vita è  un soffio che potrebbe finire troppo presto, e senza possibilità di appello.

Se ti è piaciuto questo libro leggi anche:

Sanne Munk Jensen – Io e te all’alba

Ascolta anche:

Mourn – Mourn 

Guarda anche:

Lauren Cantet – Foxfire
Shane Meadows – This is England 

 

Leggi tutto ►