Archivio tag: anja plaschg

Soap&Skin

Lovetune for Vacuum

Play It Again Sam Records, 2009
avatar

Postato da
il

Un corpo giace sul pavimento di una stanza buia, mentre un pianoforte tesse la melodia grave e drammatica di Sleep.
E’ così che l’immenso talento di Anja Plaschg si schiude al mondo, una voce che racconta di paure e tormenti, di amore e morte, di gelo e isolamento.
A volte si intravede una speranza tenera e ingenua ed è forse per questo che Cry Wolf, Brother Of Sleep o Mr.Gaunt Pt 1000 sono gioielli che si sciolgono in incantesimi fatati di infinita dolcezza.
Altrove l’ombra ha la meglio e la voce è preda delle ansie più cupe, quasi sepolta nei clangori di Marche Funèbre, fino a strozzarsi nell’urlo raggelato all’apice dell’inquietudine di Spiracle e a tacere in Turbine Womb o nel magma elettronico di DDMMYYYY.
La verità è che basterebbe un solo attimo di Cynthia per capire quanto questa sia musica più grande della vita: l’attimo in cui il pianoforte di Anja, inseguendo i tumulti del cuore, precipita in una cascata di note mentre la voce si inerpica fino a un coro celestiale per poi cadere prostrata in un dolce sonno.
 
Ascolta quattro brani tratti dall’album
Sleep, Cry Wolf, Spiracle, Cynthia
 
Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche
Nico – Afraid
Perfume Genius – Dark Parts
Tim Hecker – Chimeras
Cat Power – I Don’t Blame You
 
…e guarda anche…
Lasciami Entrare – Tomas Alfredson

Leggi tutto ►