Archivio tag: anni novanta

Cousteau

Cousteau

Palm Pictures 2000
avatar

Postato da
il

there’s something there…
(amongst the fallen fruit and flowers)
won’t rest
(only minutes, only hours)
unless
(now the morning breaks in showers)
I guess
we’ll remember this all of our lives
on The Last Good Day of The Year

Una voce calda e avvolgente, assolo di notevole impatto, un suono che evoca le atmosfere fumose dei night: tutto questo sono i Cousteau, gruppo inglese formatosi negli anni Novanta e scioltosi nel 2005. Peccato, perché i due album Cousteau e Sirena ci hanno regalato bei pezzi, che si rifanno allo swing degli anni Cinquanta, agli esempi di Tom Waits e Nick Cave e al pop e rock di qualche anno fa. Amatissimi in Gran Bretagna, Italia e Stati Unitit, i Cousteau, noti al grande pubblico anche grazie all’utilizzo di loro brani in pubblicità, sono stati presto dimenticati.
Allora riscopriamo alcuni loro temi e canzoni. L’inesorabile scorrere della vita di cui tratteniamo i momenti belli (The Last Good Day of The Year), o l’amore nelle sue varie declinazioni: malinconiche (She don’t hear your prayer), sensuali (One Good Reason), piene di rimpianti (Of This Goodbye). L’album è ben confezionato e pervaso da suoni e suggestioni a volte un po’ languidi, ma con echi rétro molto gradevoli ed eleganti.

Ascolta tre brani dall’album
The Last Good Day Of the Year
She don’t hear your Prayer
Of This Goodbye

E ascolta anche
Sirena – Cousteau

E leggi anche
Un ragazzo – Nick Hornby
Anime morte – Ian Rankin

Leggi tutto ►

Alessandro D'Avenia

Ciò che inferno non è

Mondadori, 2014, 317 pp.
avatar

Postato da
il

Se nasci all’inferno, hai bisogno di vedere almeno un frammento di ciò che inferno non è per concepire che esista altro.

Difficile sognare una vita diversa quando non si ha nemmeno l’idea di un’alternativa al presente. Arduo rifiutare la violenza se fin da piccoli e’ stata l’unica regola imposta. Impossibile rispettare il prossimo se si e’ soffocati ogni giorno dalla sopraffazione altrui.
Occorrerebbe avere una guida, un modello positivo: qualcuno disposto a mettersi in gioco per noi, anche rischiando la vita.

Don Pino Puglisi, insegnante in un liceo classico palermitano e fondatore di un centro ricreativo nei primi anni Novanta, ha voluto essere questo per i ragazzi palermitani del quartiere Brancaccio: un esempio di amore ed altruismo. Ha voluto contrastare le crudeli logiche mafiose proprio nei territori in cui Cosa Nostra coltivava i suoi seguaci “migliori”, tra i bambini, tra i ragazzi, cercando di offrire un’alternativa di legalita’ alla barbarie.
Ha pagato con la vita questo suo smisurato amore per il prossimo. Un esempio importante che D’Avenia (autore del romanzo “Bianca come il latte rossa come il sangue”) ricorda con sincera partecipazione in questo bel libro.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche Don Pino Puglisi, il prete che fece tremare la mafia col sorriso – Francesco Deliziosi

e vedi anche
Alla luce del sole – Roberto Faenza
I cento passi – Marco Tullio Giordana
La mafia uccide solo d’estate – Pif
U parrinu – Christian Di Domenico (spettacolo teatrale)

Leggi tutto ►

David Nicholls

Un giorno

Neri Pozza, 2010
avatar

Postato da
il

Lei lo abbracciò di nuovo, stringendolo forte. Si sentiva ubriaca, traboccante di affetto e anche un po’ triste, come se fosse la fine di un’era. Voleva dire qualcosa su questa falsariga, ma pensò che fosse meglio condensarlo in una battuta: “Ovviamente mi hai appena distrutto qualsiasi possibilità di un futuro decente, ma sono davvero felice per te”.

Emma e Dexter sono amici, grandi amici. Tra loro negli anni dell’università nasce un’affinità emotiva istantanea, viscerale, anche volubile, ma destinata comunque a perdurare nel tempo, contro ogni logica ed evidenza, nonostante la  volontà autodistruttiva di lui e l’indole un po’ nostalgica di lei. E’ amore, il più grande, istintivo degli amori?

Riga dopo riga, nei molti dialoghi tra i due personaggi si costruisce la trama di questo bel romanzo, che si svolge sul filo di un romanticismo vero, coinvolgente, impregnato di realtà: due vite, due tempi  che scorrono parallelamente.

 

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche:
Le domande di Brian – David Nicholls

.. e guarda anche
One day – Lone Sherfig

.. e ascolta anche
Angel – Robbie Williams

Leggi tutto ►