Archivio tag: anni trenta

Villa Necchi Campiglio

avatar

Postato da
il

Una splendida dimora con un grande giardino e una piscina in una via tranquilla nel cuore di Milano: villa Necchi Campiglio sta per aprirsi al vostro sguardo come uno scrigno prezioso. L’edificio, costruito dall’architetto Piero Portaluppi tra il 1932 e il 1935, è un capolavoro di architettura lineare e moderna. Committenti della costruzione furono le sorelle Gigina e Nedda Necchi, eredi della dinastia pavese che aveva fatto fortuna con la siderurgia e le macchine da cucire, e il marito di Gigina, Angelo Campiglio. Occupata durante la Seconda Guerra Mondiale, al termine del conflitto la villa tornò ai legittimi proprietari, che già dal 1938 avevano apportato delle modifiche all’assetto originario sotto la direzione di Tomaso Buzzi. Nel 2001, alla morte di Gigina, il complesso fu donato al FAI. Dopo anni di lavori la costruzione è stata aperta al pubblico. Agli arredi dei Necchi Campiglio si sono aggiunte le collezioni Alighiero ed Emilietta de’ Micheli (prevalentemente opere d’arte veneta) e Claudia Gian Ferrari (artisti italiani della prima metà del Novecento), perfettamente integrate nell’insieme. Il visitatore potrà passare qualche ora sospeso nel tempo, aggirandosi fra gli splendidi locali di una casa dell’alta borghesia degli anni Trenta. Ancora una volta meritorio l’impegno del Fai.
Villa Necchi fa parte del circuito delle case museo del Comune di Milano, edifici otto e novecenteschi appartenuti a quella borghesia illuminata che tanto ha fatto per rendere Milano la prima metropoli italiana.

Guarda un video di presentazione della villa

Leggi tutto ►

Maya Angelou

Il canto del silenzio

Frassinelli, 1996, 264 pag.
avatar

Postato da
il

Se crescere è doloroso per una bambina nera del Sud, rendersi conto di essere fuori posto è la ruggine sul rasoio puntato alla gola. E’ un insulto superfluo.

In questo romanzo autobiografico, Maya Angelou racconta della propria infanzia e gioventu’ nell’America razzista degli anni ’30. E lo fa con uno stile davvero unico, che alterna humour a drammaticita’, un linguaggio semplice ed elegante. Maya e’ una bambina coraggiosa e sensibile, che attraversa molte difficolta’ e le supera grazie alla propria grande dignita’, agli insegnamenti di una nonna speciale e alla – seppur tardiva – vicinanza di una mamma assolutamente fuori dalle regole.

 

Ti e’ piaciuto questo libro?
Allora leggi anche… Il buio oltre la siepe – Harper Lee

 

ascolta anche … Move on up a little higher – Mahalia Jackson

 

e vedi anche… The help – Tate Taylor

 

Leggi tutto ►