Archivio tag: argentina

Walter Salles

I diari della motocicletta

Argentina Cile Perù USA, 2004
avatar

Postato da
il

Cosa ci lasciamo alle spalle quando varchiamo la frontiera? Gli attimi sembrano divisi in due: malinconia per ciò che si abbandona ed insieme esaltazione per la scoperta di nuovi mondi.

Ernesto Guevara ed Alberto Granado, amici da una vita, sono studenti di medicina e biochimica, al termine del percorso universitario. Da anni progettano un lungo viaggio attraverso l’America Latina, da Buenos Aires al lebbrosario di San Pablo, in Perù. Finalmente, la mattina del 4 Gennaio 1952 partono a bordo della “Poderosa” (epica motocicletta di Alberto), con quel tanto di entusiasmo ed incoscienza che rende possibili le imprese più ardue.
Alberto ed Ernesto incontrano genti e terre con storie millenarie, popoli orgogliosi delle proprie tradizioni, ridotti alla miseria da un sistema sociale che, dopo averli schiacciati, non lascia spazio ad alternative o speranze.
I ragazzi guardano a questa ingiustizia con occhi consapevoli e partecipazione totale. Ciò che vedono li cambierà per sempre.
Il film è tratto dal libro “Latinoamericana” di Ernesto Che Guevara.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
Che L’argentino – Steven Soderbergh
Che Guerrilla – Steven Soderbergh

… leggi anche Latinoamericana – Ernesto Che Guevara

ed ascolta anche De Usuahia a la Quiaca – Gustavo Santaolalla (colonna sonora del film)

diari motocicletta

Regia : Walter Salles
Soggetto: Ernesto Che Guevara
Sceneggiatura: Josè Rivera
Scenografia: Carlos Conti
Fotografia : Eric Gautier
Musica : Gustavo Santaolalla
Durata: 126′

Interpreti e personaggi:
Gael Garcia Bernal: Ernesto Che Guevara
Rodrigo De La Serna – Alberto Granado
Mia Maestro – Chichina

 

 

Leggi tutto ►

a cura di Lucio D'Arcangelo

Racconti fantastici argentini

Mondadori, 1999, 220 p.
avatar

Postato da
il

Il futuro non vive, non esiste per Cosimo Schmitz, il fabbro, non gli dà gioia nè timore. In assenza del futuro anche il passato impallidisce, perchè la memoria serve appena; ma come è intenso, totale, eterno il presente, non distratto da visioni o immagini di ciò che deve venire, nè dal pensiero che presto tutto sarà passato!

Questo raccolta comprende diciannove racconti di autori argentini, composti tra gli anni Quaranta e Sessanta ed accomunati dalla vena fantastica. In ogni racconto il fantastico assume una forma del tutto particolare, spaziando dal mistero al sogno, dall’enigma all’orrore, dall’ironia al grottesco. I racconti sono brevi e permeati dalla solitudine dei protagonisti, alle prese con un evento inspiegabile ed irreale, soprannaturale, che sconvolge la vita quotidiana e mette in crisi ogni equilibrio. Un uomo  che decide di sottoporsi ad un trattamento di “chirurgia psichica di estirpazione”, una scimmia che impara a parlare e muore subito dopo, un cataclisma cosmico che altera le normali regole della fisica, un attore defunto imprigionato nei propri film: ecco solo alcune delle affascinanti storie raccolte in questo libro!

Ti è piaciuto questo libro, allora leggi anche:
Molto dopo mezzanotte – Ray Bradury
Racconti del terrore – Edgar Allan Poe

ed ascolta anche Libertango – Astor Piazzola

 

Leggi tutto ►