Archivio tag: brian percival

Janne Teller

Immagina di essere in guerra

2014, Feltrinelli, 61 p.
avatar

Postato da
il

Se oggi in Italia ci fosse la guerra… tu dove andresti?
Se le bombe avessero distrutto quasi tutto il paese, quasi tutta la città?
Se nell’appartamento in cui vivi con la tua famiglia le pareti fossero piene di buchi, le finestre rotte, i balconi strappati via? Sta arrivando l’inverno, il riscaldamento non funziona e piove dentro casa. L’unica stanza abitabile è la cucina. Tua madre ha la bronchite e forse cova un’altra polmonite. Tuo fratello maggiore ha già perso tre dita nello scoppio di una mina e sostiene la Milizia contro il volere dei tuoi genitori. Tua sorella più piccola è stata ferita alla tesa dalle schegge di una granata ed è ricoverata in un ospedale privo di attrezzature.

Tu sei ancora tutto intero, ma hai paura.

Le opere dell’autrice danese Janne Teller non lasciano mai indifferenti. Non si può negare la sua capacità di parlare di temi complessi, in modo estremamente diretto, senza tralasciare nemmeno gli aspetti più cupi.
Immagina di essere in guerra è un libro piccolo ma prezioso, nel suo raccontare una guerra immaginata ma, allo stesso tempo, così vicina a quelle di cui sentiamo parlare quotidianamente.
L’idea da cui prende vita sta già tutta nel titolo: la scrittrice immagina un’Italia coinvolta in un conflitto. Parla di come la vita di un ragazzo qualunque possa cambiare per la semplice ragione di vivere in un posto in cui la pace è solo un vago ricordo.
La narrazione dell’autrice, semplice e diretta ma allo stesso tempo coinvolgente, accompagna la famiglia del protagonista nella ricerca di un modo per sopravvivere, nella decisione di abbandonare la propria casa per cercare un luogo più sicuro dove stabilirsi.
A colpire, più di tutto, è la progressiva perdita dei sogni e delle speranze che segue l’allontanamento dagli affetti e da tutte quelle comodità ed abitudini che si danno troppo spesso per scontate.
Il racconto è reso ancora più coinvolgente dalle bellissime immagini realizzate da Helle Vibeke Jensen.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Tutta la luce che non vediamo- Anthony Doerr
Be safe- Xavier- Laurent Petit
La bomba- Todd Strasser
Il domani che verrà- John Marsden
Niente- Janne Teller

… guarda anche
Storia di una ladra di libri- Brian Percival

Leggi tutto ►

Susan Vreeland

La lista di Lisette

Neri Pozza, 2014, 438 pagine
avatar

Postato da
il

“Ma attenzione: in fin dei conti, l’arte è una religione.”
“Come l’anima? ” chiesi io.
Rispose:”In un certo senso. O si potrebbe affermare che viene creata dall’anima. Il modo di apprezzare un oggetto è anima.”

Lisette è una giovane parisienne che segue l’amatissimo marito Andrè in Provenza per curare l’anziano nonno che l’ha cresciuto.
Il vecchio Pascal vuole approfittare degli ultimi momenti di vita per insegnare a Lisette tutto ciò che ricorda sui sette quadri che ha collezionato. Scoppia la guerra e Andrè nasconde i quadri per proteggerli e parte per il fronte, da cui non tornerà mai più. Lisette impara quindi a vivere da sola, aiutata dagli abitanti del villaggio e corteggiata dalla guardia. Incontra Chagall che la ritrarrà in un quadro.
Ma una sera la polizia tedesca bussa alla porta di Lisette e la costringe a rivelare il nascondiglio dei quadri. Lisette è costretta a cedere, ma con sua enorme sorpresa i quadri non vengono ritrovati, qualcuno ha provveduto a farli sparire. Con la fine della guerra lo scopo di Lisette è riallacciare i rapporti con l’amico di suo marito e ritrovare i quadri perduti.

Anche in questo romanzo, Susan Vreeland utilizza l’arte per intessere storie, sentimenti e personaggi nella speranza, dice l’autrice in questa intervista  ”che i lettori abbiano voglia di andare a visitare un museo, dopo aver letto un mio romanzo.”

Ti è piaciuto questo libro?
Allora leggi anche:
Susan Vreeland, La passione di Artemisia
Tracy Chevalier, La ragazza con l’orecchino di perla
Karen Essex,Le due donne del Partenone

E guarda anche:
Brian Percival, Storia di una ladra di libri

Leggi tutto ►

Brian Percival

Storia di una ladra di libri

USA, 2013
avatar

Postato da
il

Le parole sono vita, Liesel. Se i tuoi occhi potessero parlare, cosa direbbero?

A volte l’incontro con persone speciali può cambiare il corso di una vita.
E’ quello che accade a Liesel Meminger.
Restata sola, viene affidata alla famiglia Hubermann. Hans riesce a catturarla con il suo dolce sorriso e la sua gentilezza e Rosa, nonostante i suoi modi burberi, si rivela una splendida mamma.
Grazie a Hans, Liesel, che prima di essere accolta dagli Hubermann non sapeva leggere, scopre la magia delle parole e l’amore per i libri e per la loro capacità di portarci in mille mondi diversi.
Nella Germania della Seconda Guerra Mondiale, però, anche la pace di questo nuovo rifugio non può che essere precaria.
La famiglia nasconde Max, figlio di un amico di Hans, costretto alla clandestinità perché ebreo.
Gli Hubermann non sono eroi ma persone buone, che cercano di non perdere la propria umanità in un mondo di lupi.
Per questo, la loro cantina diventa un luogo incantato in cui Liesel può immergersi nella lettura e Max può credersi al sicuro.
Storia di una ladra di libri racconta come l’amore per i libri, così come la presenza di persone care, possa rendere forti anche nei luoghi e nei tempi peggiori.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Scoprendo Forrester- Gus van Sant
L’attimo fuggente- Peter Weir

…e leggi anche
La bambina che salvava i libri- Markus Zusak
L’ombra del vento- Carlos Ruiz Zafòn

Storia di una ladra di libri- Brian Percival

Regia: Brian Percival
Sceneggiatura: Michael Petroni
Musiche: John Williams
Durata: 131′

Interpreti e personaggi
Sophie Nélisse: Liesel Meminger
Geoffrey Rush- Hans Hubermann
Emily Watson: Rosa Hubermann
Nico Liersch: Rudy Steiner
Ben Schnetzer: Max Vandenburg

Leggi tutto ►