Archivio tag: Californication

Ana Paula Maia

Di uomini e bestie

laNuovafrontiera, 2016, 110 pg
avatar

Postato da
il

Meglio morire liberi che vivere da schiavi.

Il chiarore del cielo assicura a ogni uomo del mattatoio un’ombra che lo insegua un’ombra più nera della maggior parte dei lavoratori.

Nessuno è impune.

Edgar è bravo nel suo lavoro, sembra lo abbia fatto sempre in vita sua.
Edgar sta sempre sulle sue, circondato da un’atmosfera arida di contatto.
Edgar mangia poco, vive di caffè, quasi non dorme.
Edgar vive solitario, ma circondato dalle vite sottratte col suo lavoro.

Edgar è bravo nel suo lavoro. È uno storditore, tramortisce gli animali che arrivano nel mattatoio del signor Milo, prima che vengano mandati allo scannamento.
Milo è molto contento del lavoro di Edgar: <<Il suo colpo preciso è un talento raro che racchiude in sé la scienza occulta di trattare con i ruminanti. Se la mazzata è troppo forte, l’animale muore e la sua carne si indurisce. Se l’animale ha paura, il livello di PH nel sangue aumenta, rovinando il sapore della carne>>
Edgar svolge il suo lavoro con etica … anzi con pietas religiosa, sa che se farà bene quello che deve fare l’animale non soffrirà.

Nel mattatoio e intorno a Edgar ruotano le vicende di altre persone, di povere esistenze, di sfruttamenti, di uomini e bestie accomunati da pari sentimenti, prove, talvolta destino, spesso da paure.
Una scrittura pungente, scarna come le vite che vengono raccontate, trasferisce nel migliore dei modi atmosfere notturne ma diurne, dove gli istanti vengono cuciti addosso, misti alle ombre, al sangue, alle colpe perché nessuno è impune.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
E. T. A. Hoffmann – Il gatto Murr
Jeffrey Moussaieff Masson – Il maiale che cantava alla luna : la vita emotiva degli animali da fattoria
William S. Burroughs – Il gatto in noi

… e ascolta anche
Levante – Abbi cura di te
Afterhours – Padania
Red Hot Chili Peppers – Californication

… e guarda anche
Ang Lee – Vita di Pi
Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado – Il sale della terra
Zack Snyder – 300

Leggi tutto ►

Red Hot Chili Peppers

Californication

1999, Warner Bros. Records
avatar

Postato da
il

Space may be the final frontier
But it’s made in a Hollywood basement
Cobain can you hear the spheres
Singing songs off station to station
And Alderon’s not far away
It’s Californication

Californication è il settimo album del gruppo americano Red Hot Chili Peppers oltre ad essere il loro maggior successo. Rispetto agli album precedenti, più allegri e scanzonati, Californication si presenta più spirituale e profondo, toccando temi come il suicidio, le dipendenze, la morte.
I testi sono scritti dal cantante Anthony Kiedis, mentre il sound del disco è dovuto al ritorno nel gruppo dal chitarrista John Frusciante, che aveva lasciato la band nel 1992 durante il tour dell’album, Blood Sugar Sex Magic, il cui successo lo aveva colto impreparato.

Il cambio di stile di Californication, rispetto al precedente album One Hot Minute  a cui il chitarrista Dave Navarro aveva apportato un suono più heavy metal e rock psichedelico, è evidente: con  Frusciante i RHCP costruiscono un suono più melodico e funk. In seguito all’uscita del disco i RHCP partirono per un tour mondiale che partì dagli USA.

Il video del singolo californication richiama un videogioco simile a Tomb Raider e dedicato alla California in cui i membri della band sono i protagonisti, mentre il video del singolo Scar Tissue ritrae i Red Hot Chili Peppers feriti a bordo di un’auto in mezzo al deserto, in un contesto straniante e post-apocalittico.

Ascolta tre brani dell’album:
Parallele Universe
Scar Tissue
Californication

Ti è piaciuto questo album?
Allora ascolta anche:
Red Hot Chili Peppers, By the way
Nirvana, Unplogged in New York
Train, California 37

E leggi anche:
Anthony Kiedis, Scar Tissue
Enrico Brizzi, Jack Frusciante è uscito dal gruppo

E guarda anche:
George Miller, Mad Max Fury Road
George Miller, Mad Max, il Guerriero della strada
Simon West, Lara Croft: Tomb Raider

 

 

Leggi tutto ►