Archivio tag: Celia rees

Jean-Marc Valeé

The Young Victoria

Gran Bretagna, 2009
avatar

Postato da
il

Mia cara Victoria, saranno giorni colmi di tristezza, immagino quanto il Re vi stia a cuore. Mi permettete di offrirvi il mio conforto, sebbene a distanza?

Un film imperdibile per chi ama biografie, romanticismo ed accurate ricostruzioni storiche.
“Young Victoria” racconta la prima parte della vita della giovane principessa Victoria, erede al trono d’Inghilterra, dall’infanzia all’incoronazione avvenuta nel 1837.
Educata fin da piccola alla vita di corte, isolata dal mondo ed iper-protetta in nome della ragione di stato, Victoria sviluppa nonostante tutto una forte personalità e la convinzione di essere adatta a divenire regina. Nonostante gli sfrontati e violenti tentativi di Sir John Conroy – amministratore della residenza di Kensington Palace – di spingerla a rinunciare al trono in favore della madre, Victoria saprà mantenersi salda nel proprio ruolo, anche grazie alla vicinanza del suo futuro amatissimo marito, il principe Alberto di Sassonia.
Il regno di Victoria durerà per ben 63 anni, secondo solo a quello dell’attuale regina Elisabetta II.

Ti è piaciuto questo film?
Allora vedi anche
Elizabeth – Shekhar Kapur
Elisabeth The golden age – Shekhar Kapur

e leggi anche
Miss Charity – Marie Aude Murail
La fabbrica delle meraviglie – Sharon Cameron
La duchessa di Milano – Michael Ennis
Pirate – Celia Rees

victoria

Regista: Jean-Marc Valeé
Durata: 100′
Costumi: Sandy Powell

Personaggi ed interpreti:
La giovane Victoria – Emily Blunt
Principe Albert – Rupert Friend
Duchessa del Kent – Miranda Richardson

Leggi tutto ►

Valeria Montaldi

La randagia

Piemme 2016, 431 p.
avatar

Postato da
il

E adesso, come se non bastasse il resto, scopro anche che una mia antenata era una strega.

Mentre sta effettuando un’ispezione fra i resti di un castello valdostano, la storica Barbara Pallavicini si imbatte nel cadavere di una ragazza. I carabinieri di Aosta cominciano a indagare, coinvolgendo anche la studiosa. Il delitto squarcia un velo sulla realtà locale: pettegolezzi di paese, meschine rivalità e antichi rancori che emergono col procedere dell’inchiesta. Intanto, viene denunciata la scomparsa della migliore amica della vittima. Le indagini su quest’ultima rivelano un suo morboso interesse per la magia nera che porta l’investigazione a intrecciarsi con la ricerca storica di Barbara, dedicata a un processo per stregoneria tenutosi nello stesso borgo alla fine del Quattrocento.
L’autrice costruisce una storia intrigante e al tempo stesso richiama l’attenzione sul fenomeno della caccia alle streghe, che si diffuse nell’Europa medievale e moderna. In quei secoli essere donne sole, indipendenti e magari esperte nei poteri curativi delle erbe poteva portare facilmente all’accusa di esercitare le arti malefiche, con la forte probabilità di essere condannate al rogo. Ogni tanto è giusto ricordare quanto sangue è costata la libertà di cui oggi godiamo. Un appunto: una descrizione meno stereotipata della bibliotecaria sarebbe stata gradita.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Il viaggio della strega bambina – Celia Rees
La lettera scarlatta – Nathaniel Hawthorne
Il mercante di lana – Valeria Montaldi

… e guarda anche
Brancaleone alle crociate – Mario Monicelli

… e ascolta anche
Ars Magica – La Rossignol

Leggi tutto ►