Archivio tag: diario

Annet Huizing

Come ho scritto un libro per caso

La Nuova Frontiera, 2018
avatar

Postato da
il

In una storia uno ha un’intuizione. Per quanto piccola possa essere. Prima pensava in un certo modo, poi succede qualcosa e alla fine cambia opinione.

E’ difficile avvicinare i ragazzi alla lettura ma è ancora più difficile avvicinarli alla scrittura. In un certo modo riesce in questa impresa “Come ho scritto un libro per caso”, il libro della scrittrice olandese Annet Huizing, pubblicato nel 2018 dalla casa editrice indipendente romana La Nuova Frontiera che con grande leggerezza, ironia e un’estrema contemporaneità insegna il piacere di scrivere ai ragazzi ma anche agli adulti.

La protagonista è una ragazza tredicenne di nome Katinka che ha perso la mamma da piccolissima. Vive con il fratello più piccolo Kalle e con il papà, uomo affettuoso e premuroso. Katinka ha da sempre un grande sogno: diventare una scrittrice. Ma la fantasia non basta per saper scrivere bene; ha bisogno di un’insegnante che le sveli i trucchi del mestiere.
E in questo modo fa amicizia con la vicina di casa Lidwien, scrittrice affermata, personaggio carismatico, anticonformista, un po’ sopra le righe, ma molto sensibile e umana che racconterà la propria esperienza di scrittrice alla giovane protagonista accompagnandola nell’affascinante mondo della scrittura. Un’altra donna orbita intorno alla vita  di Katinka, Dirkje, una giovane bellissima di cui il padre si innamora, rischiando di sconvolgere il consolidato nucleo familiare e di cancellare la così la memoria della madre. Intanto Katinka, arde di passione per la scrittura e grazie ai consigli di Lidwien, esprime le proprie emozioni per le cose che che le capitano e che ha dentro attraverso le pagine scritte che mano a mano crescono e si evolvono con lei.
I dialoghi quasi per caso e i confronti con Lidwien si trasformano in un vero e proprio corso di scrittura, che renderà la giovane protagonista una vera scrittrice capace di trasformare in parole i propri pensieri.

Katinka cresce con queste lezioni di scrittura creativa che sono anche un po’ lezioni di vita, e si ritroverà senza quasi essersene accorta ad aver realizzato il sogno bellissimo della scrittura, scrivendo un libro per caso.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche:
La guerra di Catherine – Julia Billet
L’anno in cui imparai a raccontare storie – Lauren Wolk
Il Lettore infinito – Aidan Chambers

Ascolta anche:
Il Favoloso Mondo Di Amelie – Yann Tiersen
Joni Mitchell – Blu
The shins – Wincing the night away 


Leggi tutto ►

Walter Salles

I diari della motocicletta

Argentina Cile Perù USA, 2004
avatar

Postato da
il

Cosa ci lasciamo alle spalle quando varchiamo la frontiera? Gli attimi sembrano divisi in due: malinconia per ciò che si abbandona ed insieme esaltazione per la scoperta di nuovi mondi.

Ernesto Guevara ed Alberto Granado, amici da una vita, sono studenti di medicina e biochimica, al termine del percorso universitario. Da anni progettano un lungo viaggio attraverso l’America Latina, da Buenos Aires al lebbrosario di San Pablo, in Perù. Finalmente, la mattina del 4 Gennaio 1952 partono a bordo della “Poderosa” (epica motocicletta di Alberto), con quel tanto di entusiasmo ed incoscienza che rende possibili le imprese più ardue.
Alberto ed Ernesto incontrano genti e terre con storie millenarie, popoli orgogliosi delle proprie tradizioni, ridotti alla miseria da un sistema sociale che, dopo averli schiacciati, non lascia spazio ad alternative o speranze.
I ragazzi guardano a questa ingiustizia con occhi consapevoli e partecipazione totale. Ciò che vedono li cambierà per sempre.
Il film è tratto dal libro “Latinoamericana” di Ernesto Che Guevara.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
Che L’argentino – Steven Soderbergh
Che Guerrilla – Steven Soderbergh

… leggi anche Latinoamericana – Ernesto Che Guevara

ed ascolta anche De Usuahia a la Quiaca – Gustavo Santaolalla (colonna sonora del film)

diari motocicletta

Regia : Walter Salles
Soggetto: Ernesto Che Guevara
Sceneggiatura: Josè Rivera
Scenografia: Carlos Conti
Fotografia : Eric Gautier
Musica : Gustavo Santaolalla
Durata: 126′

Interpreti e personaggi:
Gael Garcia Bernal: Ernesto Che Guevara
Rodrigo De La Serna – Alberto Granado
Mia Maestro – Chichina

 

 

Leggi tutto ►

Giulia Carcasi, Feltrinelli, 2007

Io sono di legno

avatar

Postato da
il

Il legno sembra fermo, ma è sottoposto a pressioni interne che lentamente lo spaccano. La ceramica si rompe , fa subito mostra dei suoi cocci rotti. Il legno no, finchè può nasconde, si lascia torturare ma non confessa. Io sono di legno.

Giulia, nel tentativo di comprendere la figlia, Mia, ne inizia a leggere segretamente il diario. Parallelamente rivive il proprio doloroso passato, riportandone per iscritto emozioni e ricordi.
Una storia irrompente, dirompente, profonda. Un romanzo breve, da leggere in due ore, tutto d’un fiato, senza interruzioni. Perche’ deve arrivare al cuore ed essere vissuto per intero da li’! Sarebbe un disastro interrompere il flusso oceanico delle emozioni, la sequenza di questi diari speculari, aperti sulla realtà.
 
Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Ragazze per sempre – Giusi Quarenghi
 
… e ascolta anche
Quello che le donne non dicono - Fiorella Mannoia
 
… e guarda anche
Il Giardino delle vergini suicide – Sofia Coppola

Leggi tutto ►