Archivio tag: diversità

Stephen Chbosky

Wonder

01 Distribution, USA, 2017
avatar

Postato da
il

Se non ti piace quello che vedi, cambia il tuo modo di guardare.

 

Wonder (2017), tratto dall’omonimo romanzo di R. J. Palacio è il film del regista Stephen Chbosky (regista anche di Noi siamo infinito).

Narra le vicende di August (Jacob Tremblay), un ragazzino di 10 anni, nato con una rarissima sindrome che rende il suo volto completamente deforme e sfigurato. Nella sua giovanissima vita ha già dovuto subire 27 interventi chirurgici per cercare di mitigare questa sua deformità; soprattutto per riuscire a recuperare vista e udito altrimenti impossibili. Ha due genitori sensibili e attenti: Isabel (Julia Roberts) e Nate (Owen Wilson) che non si sono mai scoraggiati e hanno dato ad Auggie (come viene chiamato August) affetto, disciplina e cultura. August ha sempre studiato a casa e quando esce fuori dalle mura di casa indossa un casco da astronauta per evitare di ricevere gli sguardi dei curiosi, fino a quando i genitori decidono di mandarlo a scuola per potergli far vivere un’infanzia come gli altri bambini nonostante la sua apparente differenza. August nella nuova scuola si  trova faccia a faccia con un preside intelligente e sensibile, ma come prevedibile, una volta tolto il suo casco da astronauta si scontrerà di petto con la superficialità e immaturità di alcuni compagni di classe proprio a causa delle sue deformità, e tra episodi di bullismo vari si troverà anche a fare i conti anche con il dolore per essere stato tradito da qualcuno che si finge un amico.

Wonder non è solo un film dove i bulli prendono di mira l’elemento fragile. August è un ragazzino simpatico e intelligente che con la sua gentilezza e bontà conquisterà l’amicizia dei compagni e la stima e il rispetto di tutta la scuola, rendendo i suoi genitori molto orgogliosi.
I genitori sono due persone straordinarie, che hanno educato un  figlio ancora più straordinario, dove nessuno si lascia sopraffare da questa enorme tragedia ma uniti si cerca di non crollare sotto il peso degli eventi ma di reagire, sempre con energie positive.

Ottima prova di recitazione per Julia Roberts, Owen Wilson e Jacob Tremblay nonostante il pesante trucco sul volto.
La pellicola è ambientata in una New York con una fotografia splendida che mette in risalto i colori primaverili e autunnali ed è accompagnato da una musica di qualità.
Wonder è un manifesto contro la paura del diverso e ci spinge a cambiare modo di guardare gli altri e a non avere pregiudizi, anche se rimane una delle cose più difficili da fare guardare con gli occhi del cuore.

 

 

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
Noi siamo infinito - Jacob Tremblay

e leggi anche
Elogio alla bruttezza – Loredana Frescura
Wonder – R. J. Palacio
Il libro di Julian. A wonder story – R. J. Palacio
Il libro di Charlotte. A wonder story – R. J. Palacio

wonder

Durata: 113′
Regia: Stephen Chbosky

Cast:
Jacob Tremblay
Owen Wilson
Julia Roberts
Daveed Diggs

Leggi tutto ►

Mariapia Veladiano

La vita accanto

Einaudi 2011, 172 p.
avatar

Postato da
il

Tu suonerai ragazzina. E mangerai e dormirai e andrai a spasso. La vita la si deve prendere all’ingrosso altrimenti se ci fai troppo le pulci non si salva nessuno.

Dal giorno in cui Rebecca è nata, sua madre è sprofondata in una depressione che l’ha isolata dal resto del mondo e il padre, dolce ma fragile, non riesce ad aiutare né lei, né la bambina. Condannata fin dai primi giorni di vita a stare nell’ombra perché figlia bruttissima di due genitori molto belli, la piccola Rebecca cresce sola nel grande palazzo vicentino acquistato dai suoi. Le saranno di conforto la fedele governante Maddalena e l’amica Lucilla, esuberante e chiacchierona quanto Rebecca è chiusa e silenziosa. Grazie all’irruente zia Erminia, Rebecca scoprirà di possedere un raro talento musicale, che riuscirà a coltivare nella profonda solitudine in cui vive. Ma, nonostante gli sforzi dei suoi genitori, il mondo esterno non può essere lasciato fuori per sempre e così la bambina dovrà affrontare la crudeltà e l’indifferenza dei compagni, i meschini pettegolezzi di una città di provincia, ma anche l’incontro con figure fondamentali per la sua maturazione.
Scritto con toni sommessi e composti, il libro descrive la vicenda dal punto di vista della protagonista, ragazzina sfortunata ma capace di affrontare con silenzioso coraggio le avversità che l’hanno accompagnata fin dalla nascita. La musica, col suo potere salvifico, è un elemento sostanziale della storia.

Ti è piaciuto?
Allora leggi anche…
L’eleganza del riccio – Muriel Barbery
La lunga vita di Marianna Ucria – Dacia Maraini
Fosca – Igino Ugo Tarchetti
Bruttona & Lingua Lunga – Joyce Carol Oates

… e guarda anche
Tutti i battiti del mio cuore – Jacques Audiard

Leggi tutto ►

Elisabeth Laban

Io sono la neve

Rizzoli, 2014, 348 pp.
avatar

Postato da
il

E’ importante che tu sappia esattamente come sono andate le cose e perche’. Qualcuno deve saperlo, qualcuno deve essere in grado di trarne profitto e non ripetere i miei stessi errori.

Tim ha diciassette anni ed un gran desiderio di essere semplicemente  “normale”.  E’ un ragazzo albino e fin da piccolo vive questa sua “diversita’” come un incubo. Un gap incolmabile lo separa dai coetanei e lo rende infinitamente vulnerabile. Desiderebbe quasi diventare invisibile per non sentirsi addosso lo sguardo incuriosito e compassionevole di tutti. Vorrebbe avere una vita piena, non condizionata dalla malattia, dai forti mal di testa, dall’intolleranza alla luce, dai dolori agli occhi.
Durante una vacanza invernale conosce Vanessa, di cui si innamora e che pare corrispondere i suoi sentimenti. Vanessa, pero’, e’ gia’ fidanzata con il bullo della scuola e i guai ben presto arrivano. Sullo sfondo della storia un college americano e le sue tradizioni. E, come un macigno per gli studenti, la svolgimento di una tesina sul significato della “tragedia”.

Ti pè piaciuto questo libro?
Allora leggi anche Quando tutto diventò blu – Alessandro Baronciani
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon
Wonder – R.J. Palacio

e vedi anche The Mighty – Peter Chelsom

 

 

Leggi tutto ►

R.J.Palacio

Wonder

Giunti, 2013, 285 pp
avatar

Postato da
il

Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile.
Non dovremmo giudicare un libro/una persona dalla copertina/ faccia…

Definito dalla critica “il caso letterario dell’anno” Wonder è la storia di Auggie, un ragazzino di 10 anni affetto da una malattia ereditaria estremamente rara (la sindrome di Treacher Collins) causa della sua deformità facciale.
Dopo anni passati sotto la protezione della sua meravigliosa famiglia adesso, per la prima volta, deve affrontare il mondo della scuola. Come sarà il primo giorno di scuola? Come saranno i compagni? E i professori? Chi sarà il suo compagno di banco? Dove si siederà a mensa? Chi lo osserverà di nascosto facendo battute infelici? E soprattutto chi sarà suo amico?
Sarà un anno molto lungo per Auggie ma grazie all’appoggio della famiglia e degli amici che non avranno paura di andare oltre l’apparenza riuscirà a concludere la prima media in modo trionfante.

Il romanzo è raccontato in prima persona da August, dalla sorella Via, il suo ragazzo Justin, gli amici Summer, Jack e Miranda ed è suddiviso in capitoli tenuti insieme da una colonna sonora la cui playlist si trova in fondo al libro. Attraverso i diversi punti di vista dei personaggi scopriamo che tutti abbiamo qualcosa di “diverso”, di “mostruoso” solo che il nostro qualcosa è nascosto mentre quello di August è evidente.
E’ un libro pieno di verità, toccante ma divertente capace di parlare ai giovani così come agli adulti.

Guarda il club della gentilezza

Se ti è piaciuto questo libro allora leggi anche…
Noi nella corrente – Bérénice Capatti

… e ascolta anche…
Wonder – Natalie Merchant
Beautiful – Christina Aguilera
Under Pressure – Queen

Leggi tutto ►