Archivio tag: donnie darko

Ava Dellaira

Noi siamo grandi come la vita

Sperling & Kupfer, 2014
avatar

Postato da
il

Invece nessuno può salvarci. Non da noi stessi. Ci addormentiamo sulle colline ai piedi delle montagne, e arriva il lupo. E speriamo che qualcuno ci svegli. O che lo cacci via. O che lo ammazzi.
Ma poi ti rendi conto che il lupo è dentro di te, ed è allora che ne hai la piena consapevolezza: non puoi sfuggirgli. E nessuno di quelli che ti amano può ucciderlo, perchè è parte di te. Vedono la tua faccia impressa su di lui. E non sparano.

Laurel ha quindici anni e sulle spalle il peso di una storia familiare tutt’altro che semplice, segnata dalla morte dell’amatissima sorella, May, e dalla fuga della madre all’indomani della tragedia.
Una vita fatta di ricordi, segreti e sensi di colpa, che passa attraverso emozioni profonde e drammatiche, con un ritmo lento e pacato, per nulla eclatante. Pare quasi che la sofferenza si insinui nella quotidianità di Laurel piano piano, in punta di piedi. E che lei si lasci trasportare dal fluire degli eventi senza opporvisi, quasi una resistenza passiva.
Eppure in Laurel piano piano qualcosa cambia: è l’inarrestabile soffio della vita, che si manifesta regalandole amicizie ed amore, sentimenti ed emozioni intense. L’intima sofferenza di Laurel pare quindi quasi compensata e finalmente riesce a fare i conti con i propri conflitti irrisolti.
In questo bel romanzo epistolare, Ava Dellaira dà voce alle discrete richieste di aiuto di chi ancora giovane è segnato dalla vita ed insegna che si può passare attraverso il dolore, riaffacciandosi al mondo e costruendo con passi cauti, ma determinati, il proprio futuro.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Ragazzo da parete – Stephen Chbosky
Le vergini suicide – Jeffrey Eugenides
L’eleganza del riccio – Muriel Barbery
Tredici – Jay Asher
La pioggia prima che cada – Jonathan Coe
Amy Winehouse Fino alla morte
Graffi in paradiso – La vita e i tempi di Janis Joplin
Kurt Cobain – Più pesante del cielo

… vedi anche
Noi siamo infinito – Stephen Chbosky
Donnie Darko – Richard Kelly
Il cavaliere oscuro – Christopher Nolan
Stand by me Ricordo di un’estate – Rob Reiner
Bright Star – Jane Campion
Amelia – Mira Nair

ed ascolta anche
Back to black – Amy Winehouse
In utero – Nirvana
Nevermind – Nirvana
The Doors – The Doors
Half Moon – Janis Joplin

 

Leggi tutto ►

Jennifer Niven

Raccontami di un giorno perfetto

2015, DeA, 400 p.
avatar

Postato da
il

Oggi è un buon giorno per morire?
E’ quello che mi chiedo la mattina, quando mi sveglio. A scuola, quando mi sforzo di tenere gli occhi aperti mentre il professor Schroeder continua con la sua lagna. A tavola, mentre faccio passare il piatto coi fagiolini. La sera, a letto, quando non riesco a prendere sonno perché il mio cervello rifiuta di spegnersi per tutto quello su cui c’è da riflettere.
Oggi è il giorno?
E se non oggi, quando?

Violet e Finch si conoscono sul tetto della torre della scuola, nel giorno in cui entrambi hanno deciso di suicidarsi. Violet ha da poco perso la sorella maggiore in un incidente stradale di cui si incolpa. Finch vive periodi di blackout nei quali non riesce a far altro che stare rinchiuso nel suo armadio, isolato dal mondo e, soprattutto, dalla sua sconclusionata famiglia.

Violet ha una famiglia che la ama e una serie di false amicizie che si ostina a frequentare. Finch non ha punti saldi nella sua vita, se non la sorella maggiore e i due amici che sa essere davvero legati a lui (nessun altro nella scuola gli vuole stare vicino, a causa dei suoi comportamenti strani ed imprevedibili).

Pur vivendo due realtà tanto diverse, i ragazzi condividono la medesima sensazione: di essere soli al mondo, chiusi nel proprio dolore. Il giorno in cui si incontrano, quando Finch convince Violet a scendere dal cornicione su cui è salita, sembra che entrambi abbiano trovato uno spirito affine. Le ferite che entrambi si portano dentro potranno essere guarite dal loro conoscersi ed amarsi?

Jennifer Niven, autrice di canzoni, poesie e romanzi ci regala una storia lieve e delicata pur essendo intensa e ricca di emozioni.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Ti aspettavo- J. Lynn
La farfalla tatuata- Philip Pullman
Pink Lady- Benedetta Bonfiglioli
Breaktime- Aidan Chambers

…ascolta anche
Have it all- Foo Fighters

…guarda anche
Noi siamo infinito- Stephen Chbosky
Donnie Darko- Richard Kelly

Leggi tutto ►

Klaxons

Surfing the Void

Polydor, 2010
avatar

Postato da
il

Echoes from the other world turn the horizons into
endless ever present
Echoes, Many other worlds true horizon makes the
endless ever present
Echoes into other worlds true horizons into the
endless ever present
Echoes, Many other-worlds true horizon start to turn

Surfing the Void è il secondo album della band londinese dei Klaxons.
Sin dal singolo Echoes si capisce cosa ci dobbiamo aspettare: grassi turbinii di bassi evocativi, spettacolari beat su più registri, e, naturalmente, sintetizzatori e campionatori a go-go che fanno erompere carezze per le orecchie. Il tutto unito ad una costruzione delle canzoni molto sperimentale.
Questo LP si ascolta con piacere, ha una sua personalità perché si sente che i brani sono scaturiti da un conflitto interiore: nel void (il vuoto) si esaltano i vocalizzi del cantato quasi come fossero fuochi pirotecnici, esaltazioni alla Donnie Darko.
Brani come Flashover esaltano l’attenzione compositiva costante e quasi maniacale, ben intessuta e furibonda di un impasto sonoro talvolta imprevedibile.
I Klaxons dicono sempre senza mezzi termini il loro pensiero e anche il suo contrario, le loro verità e le loro antitesi.
E i padiglioni auricolari vi ringraziano.

Ascolta tre brani tratti dall’album:
EchoesSurfing the Void, Flashover

Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche:
The Twang – Wide Awake
Artic Monkeys – Brianstorm
Dirty Pretty Things – Bang Bang You’re Dead

… e leggi anche
La banda dei brocchi – Jonathan Coe

… e guarda anche
Grazie, Signora Thatcher di Mark Herman

Leggi tutto ►

Mamoru Hosoda

La ragazza che saltava nel tempo

Giappone, 2006
avatar

Postato da
il

Sicuramente, se fosse un giorno normale, non succederebbe niente. Ma forse ho dimenticato che questo è un giorno in cui tutto mi va storto. Sembra incredibile è vero? Ma questo è il giorno in cui morirò.

 
Nel momento in cui rischia un mortale incidente, Makoto scopre di poter tornare indietro nel tempo. In questo modo, cerca di venire a capo dell’intricato rapporto con i suoi due amici Chiaki e Kosuke, entrambi innamorati di lei. Ma può compiere solo un certo numero di viaggi e il rischio di sprecare le occasioni che le sono concesse per cose futili (come recuperare il budino che sua sorella le ha rubato) è molto alto. Per sua fortuna, Makoto può contare sui consigli della zia restauratrice. Quali conseguenze potrà, però, avere il suo continuo pasticciare con gli eventi e i sentimenti di chi le sta attorno? E da dove viene il misterioso dispositivo sul quale è caduta e che le ha donato la capacità di muoversi nel passato?
 
Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Donnie Darko- Richard Kelly
 
…e leggi anche
I diari della mezzanotte- Scott Westerfeld
Red- Kerstin Gier
 
La ragazza che saltava nel tempo- Mamoru Hosoda
 
Regia: Mamoru Hosoda
Sceneggiatura: Satoko Okudera
Musiche: Kiyoshi Yoshida
Durata: 98′

Leggi tutto ►

Stephen Chbosky

Noi siamo infinito

Usa, 2012
avatar

Postato da
il

Ora lo vedo: il momento in cui sai di non essere una storia triste, sei vivo, e ti alzi in piedi, e vedi la luce dei palazzi, e tutto quello che ti fa stare a bocca aperta.
E senti quella canzone, su quella strada, insieme alle persone a cui vuoi più bene al mondo, e in questo momento, te lo giuro, noi siamo infinito.

Addossato a una parete come a voler scomparire, Charlie osserva le cose e le persone e percepisce il peso e la fatica di ogni sentimento.
Dopo il suicidio del suo migliore amico e un’estate di totale isolamento, si trova ora ad affrontare l’inizio del liceo potendo contare solo su di sé.
Ma proprio qui incontrerà l’amore e l’amicizia di chi aspettava da una vita: Sam e Patrick, tre anni in più e, come Charlie, un terribile passato di oscurità e solitudine che li stringe in una danza dolce e unica, di cui solo loro sembrano conoscere i passi.
Stephen Chbosky trae dal proprio romanzo The Perks Of Being A Wallflower una sceneggiatura impeccabile e si affida a uno sguardo tenero e commovente, attento a cogliere le più piccole sfumature emozionali di un cast favoloso (Logan Lerman, Emma Watson, un vulcanico Ezra Miller).
Un’opera viva e bruciante, di una leggerezza capace di alternare un gelido dolore al colore caldo e confortante di una speranza luminosa.
Celebrando quegli anni importanti, che ci fanno superare il percorso obbligato da cui arriviamo per abbracciare le scelte e la vita.
 
Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Donnie Darko – Richard Kelly
The Breakfast Club – John Hughes
 
…e leggi anche
Ragazzo da parete – Stephen Chbosky
 
…e ascolta anche
David Bowie – Heroes
The Smiths – Asleep
The Smashing Pumpkins – 1979
Perfume Genius – Dark Parts
 
noi-siamo-infinito_cover
Regia: Stephen Chbosky
Soggetto: Stephen Chbosky
Sceneggiatura: Stephen Chbosky
Fotografia: Andrew Dunn
Montaggio: Mary Jo Markey
Musiche: Michael Brook
Durata: 102′
 
Interpreti e personaggi
Logan Lerman: Charlie
Emma Watson: Sam
Ezra Miller: Patrick
Mae Whitman: Mary Elizabeth
Kate Walsh: Madre di Charlie
Dylan McDermott: Padre di Charlie
Melanie Lynskey: Zia Helen
Nina Dobrev: Candace
Johnny Simmons: Brad
Paul Rudd: Professor Anderson

Leggi tutto ►

Richard Kelly

Donnie Darko

Usa, 2001
avatar

Postato da
il

Cara Roberta Sparrow, ho letto a fondo il suo libro e ci sono molte cose che vorrei chiederle. A volte ho paura di quello che lei potrebbe dirmi. E a volte ho paura che lei mi dica che non è tutto frutto della fantasia. Posso solo sperare che la risposta mi arrivi nel sonno. E spero anche, quando il mondo finirà, di poter tirare un sospiro di sollievo, perché ci sarà tanto da contemplare avidamente.

Svegliati, Donnie.
Un richiamo da una voce misteriosa e Donnie si sveglia, abbandona la propria casa qualche istante prima che il motore di un aereo precipiti nella sua stanza, sconvolgendo la vita di tutta la famiglia Darko.
Ma quella stessa voce che lo ha salvato gli svela un segreto: 28 giorni, 6 ore, 42 minuti, 12 secondi e il mondo finirà.
La sua vita, già ogni giorno una sfida alla fine del mondo, diventa una ricerca disperata d’amore, di comprensione, di pace, attraverso una matassa di eventi sempre più difficile da sbrogliare, con le ombre della morte e della scelta che lo accompagnano in ogni istante e il male nascosto dietro ogni apparente normalità.
Per poter finalmente tirare un sospiro di sollievo.
 
Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Il Sesto Senso – M. Night Shyamalan
Eternal Sunshine Of The Spotless Mind – Michel Gondry
 
…e leggi anche…
Ogni Cosa è Importante – Ron Currie Jr.
Lo Strano Caso del Cane Ucciso a Mezzanotte – Mark Haddon
 
…e ascolta anche
The Church – Under The Milky Way
Echo & The Bunnymen – Killing Moon
Mad World – Gary Jules
Locandina di Donnie Darko, film di Richard Kelly
Regia: Richard Kelly
Soggetto: Richard Kelly
Sceneggiatura: Richard Kelly
Fotografia: Steven Poster
Musiche: Michael Andrews
Durata: 113′
 
Interpreti e personaggi
Jake Gyllenhaal: Donnie Darko
Jena Malone: Gretchen Ross
Holmes Osborne: Eddie Darko
Mary McDonnell: Rose Darko
Maggie Gyllenhaal: Elizabeth Darko
Daveigh Chase: Samantha Darko
Katharine Ross: Dott.ssa Lilian Thurman
Drew Barrymore: Karen Pomeroy
Noah Wyle: Prof. Kenneth Monnitoff
Beth Grant: Kitty Farmer
Patrick Swayze: Jim Cunningham

Leggi tutto ►