Archivio tag: Emmanuel Carrère

Emmanuel Carrère

Baffi

Theoria, 1987, 164 p.
avatar

Postato da
il

Articolo di Beatrice Pavesi

Presa nella rete della pazzia, si dibatteva, cercava di farlo capire: aveva inventato tutta quella complicazione, da due giorni, quell’assurda storia di baffi, come avrebbe potuto urlare, fare smorfie dietro un vetro opaco, insonorizzato, per attirare la sua attenzione, chiedergli aiuto.

Tutto ha inizio quasi per gioco, per una di quelle puerili provocazioni che gli innamorati mettono in scena contro la noia e la routine quotidiana.
Lui è in bagno, sdraiato nella vasca: ha appena finito di tagliarsi i baffi, di cui andava orgoglioso da tanti anni, e già immagina la reazione della moglie Agnès e dei suoi amici.

Ma nessuno si accorge della sua piccola ma fatale trasformazione.
Quello che doveva essere un semplice gioco diventa un incubo atroce, una graduale discesa nella follia.

Ma è davvero lui il pazzo o c’è una congiura contro di lui? Chi è dalla parte della ragione?

Pian piano le sue convinzioni non trovano più riscontro negli altri e le persone con cui ha convissuto fino a quel momento diventano di colpo diverse, l’anonimo protagonista si rende implicitamente conto di come la definizione di sé, la propria esistenza non dipendano da lui, ma dall’immagine che di lui proiettano le altre persone.

I dubbi lo attanagliano in maniera inesorabile e l’unica soluzione fattibile sembra la fuga, una fuga per riscoprire se stesso, lontano, dove forse troverà la risposta.

In questo romanzo breve, Carrére dimostra indubbie qualità di narratore, offrendo uno spaccato lucido e impietoso della psicopatologia della vita quotidiana.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche..
L’avversario- Emmanuel Carrère
Lo straniero- Albert Camus
Uno, nessuno, centomila- Luigi Pirandello

… guarda anche…
L’amore sospetto- Emmanuel Carrère

…e ascolta anche…
Nowhere man- Beatles

Leggi tutto ►

Salone Internazionale del Libro di Torino

avatar

Postato da
il

L’appuntamento con il Salone Internazionale del Libro di Torino si rinnova ogni anno a maggio al Lingotto Fiere: il complesso ricavato nell’area del celebre stabilimento Fiat con la rampa elicoidale e la pista sul tetto, disegnato fra il 1915 e il 1922 da Giacomo Mattè Trucco, ammirato da Le Corbusier e dal 1985 trasformato da Renzo Piano in centro espositivo e commerciale.

Il Salone è promosso dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, dal Sindaco di Torino e dalla Regione Piemonte. Presidente della Fondazione è Rolando Picchioni. Direttore editoriale del Salone è Ernesto Ferrero.

Mood di questa edizione è: L’Italia Salone delle meraviglie. L’obiettivo è abolire gli stereotipi che vedono il nostro paese custode di un patrimonio statico ed immobile, sollecitando gli italiani (ma anche i cittadini ospiti o semplici turisti) a godere e consumare la bellezza culturale passata ma anche presente di questa splendida penisola mediterranea crocevia di innovazione e creatività.

Il Salone risulta essere l’evento più atteso dall’editoria italiana dove i grandi gruppi editoriali hanno la possibilità di mostrare le anticipazioni dell’anno e la piccola e media editoria di esporsi ad un vastissimo pubblico ottenendo così visibilità e riscontro. E’ anche il principale spazio di riferimento per gli operatori professionali del libro in Italia: editori, librai, bibliotecari, insegnanti, agenti, traduttori, web writer, social writer. L’International Book Forum è lo spazio dedicato allo scambio dei diritti di edizione, traduzione e trasposizione audiovisiva delle opere letterarie.

Il Salone è però anche un evento internazionale, infatti, dal 2001 viene eletto un Paese Ospite d’Onore presente con un proprio stand con autori ed editori, mostre, spettacoli, artisti, sguardi e approfondimenti sulla propria cultura. L’edizione corrente ha come ospite d’onore la Germania

L’organizzazione ha dedicato una intera area il Bookstock Village, ovvero l’intero Padiglione 5, ai bambini e giovani adulti. Si svolge come ogni anno il Premio Nazionale Nati per Leggere all’interno di un programma ricchissimo di giochi, incontri, laboratori, letture, animazioni, multimedialità. La scommessa del Salone insieme a Nati per Leggere è appassionare i ragazzi alla lettura sin da piccolissimi stimolandoli alla creatività e alla reattività nei confronti del mondo, ma con fantasia!

Qui potete consultare il programma oppure scaricare la versione cartacea.

E’ disponibile anche una App  che vi consente di consultare tutti gli eventi in tempo reale e muovervi fra i vari stand tramite una mappa interattiva.

Vi consigliamo di prenotare i biglietti di ingresso in modo di agevolare le code e smaltire più velocemente il flusso di visitatori. Ulteriore consiglio è di prenotare con ampio margine gli eventi a cui volete partecipare in quanto i posti sono limitati e a numero chiuso (alcuni eventi risulteranno a pagamento).

Qui troverete alcuni dei grandi Ospiti del Salone tra cui Emmanuel Carrère, Camilla Läckberg, Björn Larsson, Claudio Magris, Catherine Dunne, Alessandro Baricco, Stefano Benni, Daria Bignardi, Gianrico Carofiglio, Sveva Casati Modignani, Mauro Corona, Alessandro D’Avenia, Michela Murgia, Giorgio Nisini, Aldo Nove e moltissimi altri.

Leggi tutto ►