Archivio tag: eventi

Jean Michel Basquiat

avatar

Postato da
il

This is a song for the genius child.
Sing it softly, for the song is wild.
Sing it softly as ever you can -
Lest the song get out of hand.
Nobody loves a genius child.
Can you love an eagle,
Tame or wild?
Can you love an eagle,
Wild or tame?
Can you love a monster
Of frightening name?
Nobody loves a genius child.
Kill him – and let his soul run wild.

Con 140 capolavori realizzati tra il 1980 e 1987 il Mudec ci presenta un’emozionante retrospettiva su uno degli artisti più controversi del ‘900: Jean Michel Basquiat.

“In modo diretto e apparentemente infantile Basquiat e’ stato in grado di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza.”

Jean Michel Basquiat nasce a Brooklyn, New York, il 22 dicembre 1960 da padre haitiano e madre portoricana. Fin da piccolo, grazie anche all’influenza della mamma che lo porta per musei, Basquiat dimostra un forte interesse per l’arte. A 17 anni, inizia a dipingere per le strade di New York e a provare droghe con l’amico Al Diaz, si firmavano SAMO.

Dalla fine degli anni ’70 il nome SAMO e la carriera di Basquiat iniziano a prendere piede. Nel 1980 partecipa all’esposizione collettiva The Time Square Show, conosce e diventa amico di artisti celebri quali Keith Haring, Andy Warhol e avrà anche una breve relazione con la cantante Madonna. Le opere di Basquiat vengono apprezzate in tutto il mondo, così si trova ad esporre in molte città. La sua arte ha come protagonista la storia e la condizione degli afroamericani: figure semplici spesso accompagnate da parole e frasi. Il successo però non ha cancellato quell’ombra scura che da sempre ha accompagnato Basquiat, composta da droghe, depressione e paranoia. Droghe come cocaina ed eroina che il 12 agosto 1988, a soli 27 anni, hanno ucciso l’artista.

Per orari e informazioni visita il sito.

Leggi tutto ►

Expo Milano 2015

avatar

Postato da
il

L’Expo 2015 è l’Esposizione Universale programmata a Milano tra il 1° maggio e il 31 ottobre 2015, il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione. Per sei mesi Milano diventerà una vetrina mondiale in cui i paesi mostreranno il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. L’esposizione sarà estesa su un’area espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, con più di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali coinvolti, e oltre 20 milioni di visitatori attesi.

Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita è il tema al centro della manifestazione, il fil rouge che attraversa tutti gli eventi organizzati sia all’interno sia all’esterno del sito espositivo. Expo Milano 2015 è l’occasione per riflettere e confrontarsi sui diversi tentativi di trovare soluzioni alle contraddizioni del nostro mondo:  da una parte chi soffre la fame, dall’altra chi muore per disturbi di salute legati a un’alimentazione scorretta, per non parlare delle tonnellate di cibo che vengono sprecate. Per questo motivo servono scelte politiche consapevoli, stili di vita sostenibili e, anche attraverso l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, sarà possibile trovare un equilibrio tra disponibilità e consumo delle risorse.

Il sito ospiterà quattro aree tematiche: si va dal Padiglione Zero, che racconta la storia dell’uomo sulla Terra attraverso il suo rapporto con il cibo, al Future Food District, che spiega come la tecnologia cambierà le modalità di conservazione, distribuzione, acquisto e consumo di cibo. Ci sono poi il Children Park, lo spazio in cui bambini imparano a conoscere i temi di Expo Milano 2015 divertendosi, e il Parco della Biodiversità, un grande giardino in cui viene riprodotta la varietà degli ecosistemi che si trovano sul nostro Pianeta. In città, al palazzo della Triennale, ci sarà Arts & Foods, la quinta area tematica: una straordinaria mostra che racconta come è cambiato il rapporto tra cibo e arte nel corso dei secoli.

Ai Paesi che non realizzano un proprio padiglione, è stata proposta un’innovativa modalità di partecipazione: i Cluster. Questi spazi espositivi uniscono  Paesi accomunati dalla produzione di uno specifico alimento o da un determinato tema: Bio-Mediterraneo, Cereali e Tuberi, Isole, Zone Aride, Frutta e Legumi, Spezie, Caffè, Cacao e Riso.

Expo Milano 2015 inaugura un nuovo modello di Esposizione Universale: non solo una vetrina delle migliori tecnologie per un futuro sostenibile, ma un evento globale e interattivo con migliaia di appuntamenti culturali e di intrattenimento sia all’interno sia all’esterno del sito espositivo. Spettacoli, concerti, convegni, show cooking, laboratori didattici e mostre trasformeranno Expo Milano 2015 in una grande festa all’insegna del divertimento e della possibilità di imparare.

Per maggiori informazioni sugli eventi clicca qui.

Expo è una vetrina per tutta l’Italia, non solo per Milano ma anche per le piccole cittadine e le province che hanno spesso poca visibilità, vi segnaliamo qui alcune iniziative collaterali organizzate nel territorio attorno a Milano:

Leggi tutto ►

Fuorisalone 2015

avatar

Postato da
il

Ogni anno, nel mese di aprile, il Salone del Mobile e il Fuorisalone definiscono la Milano Design Week, uno degli appuntamenti più importanti al mondo per gli esperti del settore.

Il Salone del Mobile è nato negli anni ’60 come evento fieristico ed è il punto di riferimento a livello mondiale del settore casa – arredo. Già dagli anni ’70 gli espositori decidono di sfruttare i propri showroom in città come estensione dello spazio mercantile della fiera, ed è proprio da questi eventi collaterali che nasce il Fuorisalone.

Il design, così, lascia gli spazi ufficiali della fiera e diventa accessibile a tutti, permette una contaminazione di linguaggi fra i diversi espositori e il pubblico, unisce settori affini tra cui automotive, tecnologia, telecomunicazioni, arte, moda, food e ultimo ma non ultimo permette anche ai giovani del settore di esporre e proporre le proprie idee.

Il Fuorisalone rappresenta quindi, il più importante e prestigioso evento legato al mondo del design su scala internazionale. Su questo format si sono costituite diverse Design Week tra cui Londra, New York, Parigi, Dubai, Miami, Pechino, ma nessuna è riuscita ad avvicinarsi alla portata e ai numeri di quella di Milano, che conta 400.000 visitatori, 250 milioni di euro di giro d’affari, addetti ai lavori provenienti da 160 paesi, 1.200 eventi registrati in città, 1.000 aziende presenti in fiera al Salone.

Tre motivi per partecipare al Fuorisalone?

  • Design, innovazione, creatività sono le tre parole cardine dell’evento.
  • Il Fuorisalone si estende in molte zone di Milano e insieme agli stand espositivi ci sono aperitivi, musica e persone provenienti da paesi diversi.
  • L’accesso a questi eventi è gratuito.

Date evento: 14 – 19 aprile 2015.

Per zone ed eventi clicca qui.

Per ulteriori informazioni visita il sito internet del Fuorisalone.

Se ti è piaciuto puoi visitare anche:

Leggi tutto ►