Archivio tag: foo fighters

Foo Fighters

Concrete and gold

Roswell Records, 2017
avatar

Postato da
il

She led a quite life
Ends, they don’t always meet
Years passed her by
Waiting to rise
She had arrows in her eyes
Fear where her heart should be
War in her mind
Arrows in her eyes
Fear where her heart should be
War in her mind
Shame in her cries
(Arrows)

L’album Concrete and Gold è l’emblema di come scelte che possono sembrare aver poco a che fare con la composizione di un album possano, in realtà, influenzare in modo significativo la riuscita di un progetto artistico.
Gli undici brani in esso contenuti non sarebbero mai stati così come sono, se la band non avesse deciso di registrarli negli EastWest Studios di Hollywood, luogo di incontro e confronto di numerossissimi artisti con background e stili agli antipodi ma pronti a condividere la propria esperienza.

Dave Grohl afferma che il tema generale dell’album sia “speranza e disperazione”. Le canzoni sono nate dal suo disagio per la situazione attuale degli Stati Uniti: la mancanza di prospettive per il futuro, la perdita di umanità e la consapevolezza che “non siamo così liberi come eravamo un tempo. Sotto ogni punto di vista.”
Pur non trasmettendo messaggi esplicitamente politici, l’album si basa sulla frustrazione provata da Grohl, in seguito alle elezioni del 2016.

Dal punto di vista stilistico, Concrete and Gold si colloca dove “gli estremi dell’hard rock e le sensibilità del pop si scontrano”.
Oltre al contributo dei molti artisti che sono passati dagli EastWest Studios durante la registrazione, i riferimenti sui quali si è basata la composizione sono numerosi: dai Beatles di Sgt. Pepper ai Black Sabbath, passando per i Pink Floyd.
Il risultato è un album equilibrato ma sorprendente che arricchisce il lavoro della band di nuove sonorità, senza deludere i fan di lunga data.

Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche…
Sonic Highways- Foo Fighters
One by One- Foo Fighters

…leggi anche…
Il cerchio- Dave Eggers
Qui e ora- Ann Brashares
Non lasciarmi- Kazuo Ishiguro

Leggi tutto ►

IL 2017 DI EXTRATIMEBLOG IN CINQUE LIBRI, CINQUE ALBUM E CINQUE FILM

The Fabulous Five- 2017

avatar

Postato da
il

Le sensazioni e le storie che ci hanno accompagnato lungo il 2017 sono state così numerose che scegliere quali siano le più significative è davvero complesso.

Abbiamo provato a ricordare le suggestioni di questo anno appena concluso con una selezione di cinque libri, cinque album e cinque film, in un percorso tra storie, atmosfere e generi.

LEGGO!
La bambina dimenticata dal tempo- Siobhan Dowd
Le otto montagne- Paolo Cognetti
A volte ritorno- John Niven
L’acchiappasogni- Stephen King
Your name.- Shinkai Makoto

ASCOLTO!
Sonic Highways- Foo Fighters
That’s live – Live in Cesena 2016- Rockin’1000
La fine dei ventanni- Francesco Motta
Lindsey Stirling- Lindsey Stirling
Terra- Le Luci della Centrale Elettrica

GUARDO!
Thirteen Reasons Why- Brian Yorkey
The voices of a distant star- Shinkai Makoto
Spider-man. Homecoming- Jon Watts
It- Andrés Muschietti
Dark- Baran bo Odar

Volete passare con noi un meraviglioso 2018? Potete partecipare alla nostra speciale reading challege Extra Reading: A challenge!

Leggi tutto ►

Foo Fighters

Sonic Highways

Roswell, RCA- 2014
avatar

Postato da
il

Nothing left within, I’ve been mined
Hell and back again, subterranean
I’ve been digging in down inside
I will start again, subterranean
But the truth is so unkind
What do you know, how low the sky
(Subterranean)

Sonic Highways è una mappa musicale attraverso otto città degli Stati Uniti (Chicago, Austin, Nashville, Los Angeles, Seattle, New Orleans, Washington e New York).

L’album fa parte di un progetto, ideato da Dave Grohl, che comprende una serie di documentari, ciascuno dedicato ad un singolo luogo, significativo per la nascita della musica americana di oggi.

In ogni città, è stato scelto uno studio di registrazione, visto come luogo privilegiato di scoperta e, quindi, di memoria, dei lavori dei più significativi artisti degli scorsi decenni.

Il racconto prende forma da ricordi personali di artisti, produttori ecc. e degli stessi membri dei Foo Fighters.

Dall’esperienza fatta in questo viaggio, nascono le otto canzoni dell’album.
In ognuna di esse, si possono ritrovare dettagli raccolti nelle interviste fatte.
Tuttavia, il semplice ascolto dell’album in sé, a prescindere dalla visione dei documentari, non sminuisce affatto i brani che sembrano, anzi, acquisire sempre più fascino man mano che li si ascolta.

Sonic Higways è, senza dubbio, soprattutto una dichiarazione d’amore per la musica, un racconto di come, in certi momenti, incontrare l’opera di un determinato artista ci possa letteralmente cambiare la vita.

Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche…
One by One- Foo Fighters

…leggi anche…
Blues, Jazz, Rock, Pop- Ernesto Assante
Alta fedeltà- Nick Hornby

…e guarda anche…
That’s live. Live in Cesena 2016- Rockin’1000
Almost Famous (Quasi famosi)- Cameron Crowe
I love Radio Rock- Richard Curtis

Leggi tutto ►

Jake Schreier

Città di carta

USA, 2015
avatar

Postato da
il

Magari non tutti vinciamo alla lotteria, o sposiamo un’altezza reale, o facciamo quel canestro all’ultimo secondo. Ma vivremo lo stesso avventure appassionanti, conosceremo persone eccezionali e creeremo ricordi indelebili. Il trucco sta nell’accorgersene prima che sia troppo tardi.

Quentin ha un’ossessione: Margo Roth Spiegelman.

Dal momento in cui si trasferisce nella casa di fronte alla sua, Quentin non fa altro che ammirarla, pensarla e amarla in segreto.

Margo è avventurosa: scappa di casa, esce di nascosto durante la notte e si inventa storie incredibili sul suo passato. Ogni volta che scompare i suoi amici e la sua sorellina sanno di poter trovare degli indizi, lasciati per loro, che indicano dove si sia rifugiata.

Nonostante lei e Quentin siano, per un certo periodo, amici, le loro strade si dividono e, negli anni del liceo, diventano quasi degli estranei.

…fino alla notte in cui Margo entra in camera di Quentin e lo trascina nella più straordinaria avventura che abbia mai vissuto.
Margo è stata tradita dal suo fidanzato e vuole vendicarsi di lui. Ma per Quentin la vendetta si trasforma in un’occasione magica per riavvicinarsi a lei.

La mattina successiva però, la ragazza dei suoi sogni è scomparsa. Tutto ciò che rimane a Quentin sono gli indizi che si è lasciata dietro e che sono un chiaro invito a scoprire dove si trova e a seguirla nella sua ultima folle avventura.

Città di carta, tratto dall’omonimo libro di John Green è la storia di un amore non ricambiato che diventa lo spunto per scoprire quale sia il vero valore delle cose che abbiamo e che troppo spesso diamo per scontate. A partire dai nostri migliori amici.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Noi siamo infinito- Stephen Chbosky
La collina dei papaveri- Goro Miyazaki
Prima dell’alba- Richard Linklater

… leggi anche…
Tredici- Jay Asher
Noi siamo grandi come la vita- Ava Dellaira
Raccontami di un giorno perfetto- Jennifer Niven
La farfalla tatuata- Philip Pullman
Pink Lady- Benedetta Bonfiglioli
La ragazza delle arance- Jostein Gaarder
Il giorno in cui imparai a volare- Dana Reinhardt

… e ascolta anche
Learn to fly- Foo Fighters
Yellow- Coldplay

citta-di-carta

Regia: Jake Schreier
Sceneggiatura: Scott Neustadter- Michael H. Weber
Soggetto: John Green
Durata: 109′

Interpreti e personaggi
Nat Wolff: Quentin
Cara Delevigne: Margo
Austin Abrams: Ben
Justice Smith: Radar
Halston Sage: Lacey

Leggi tutto ►

Rockin’1000

That’s live – Live in Cesena 2016

2017, RCA Records Label
avatar

Postato da
il

Giuro di suonare solo le note che servono non una di più,
Giuro di non suonare durante le pause
Giuro di andare sempre a tempo con il click e con le luci verdi e rosse
Giuro che ci divertiremo come pazzi

 

Quello che se sembrava un sogno visionario si è materializzato in un evento da Guinness dei primati, in un concerto ed infine in questo album.

Più di 1000 tra musicisti e cantanti si sono ritrovati a Cesena per un incontro memorabile.

Il tutto nasce dalla mente di Fabio, che per convincere i Foo Fighters ad organizzare un concerto nella sua città, Cesena, ha realizzato ciò che sembrava impossibile, convincere un numero esorbitante di musicisti che non si conoscevano a suonare tutti insieme.

La performance è stata documentata in un video che è diventato subito popolarissimo su yuotube, al punto che Dave, il cantante dei Foo Fighters si è lasciato convincere e lo ha comunicato a suo volta in un video.

Visto l’incredibile successo del primo evento, l’orda dei mille rockers ha voluto rilanciare la posta in gioco con un intero concerto che si è tenuto, sempre a Cesena, il 26 luglio 2016, in cui sono stati suonati 17 brani, tra cui:

1 – Bitter Sweet Symphony – The Verve
2 – Come Together – The Beatles
3 – Gold On The Ceiling – The Black Keys
4 – Born To Be Wild – Steppenwolf
5 – Jumpin’ Jack Flash – The Rolling Stones
6 – It’s A Long Way To The Top – AC/DC
7 – C’Mon Everybody – Eddie Cochran
8 – Seven Nation Army – The White Stripes
9 – BlitzKrieg Bop – Ramones
10 – Smells Like Teen Spirit – Nirvana
11 – Rebel Rebel – David Bowie
12 – Police On My Back – The Clash
13 – People Have The Power – Patti Smith
14 – Rockin’ In The Free World – Neil Young
15 – Song 2 – Blur
16 – Medley – Jimi Hendrix e Led Zeppelin
17 – Learn To Fly – Foo Fighters

Dalla registrazione del concerto è nato un album, pubblicato il 27 gennaio 2017.

Ascolta tre brani dell’album:
Smells like teen spirit
Learn to fly
Rebel rebel

Sito ufficiale

Ti è piaciuto questo album?
Allora ascolta anche;
Foo Fighters, There Is Nothing Left to Lose
Nirvana, Nevermind
David Bowie, Diamond dogs

 

Leggi tutto ►

Stuart Beattie

Il domani che verrà- The tomorrow series

Australia, 2010
avatar

Postato da
il

L’unica nostra certezza era che, per il momento, eravamo liberi.
Ma non avevamo fatto niente per guadagnarci quella libertà.

Almeno non ancora.

Ellie e Corrie, amiche da sempre, decidono di partire con alcuni amici per un fine settimana nella selvaggia natura australiana.
Al ritorno, i ragazzi trovano le loro case abbandonate.
I genitori sono scomparsi.
La televisione, internet e le linee telefoniche sono fuori uso.
Mentre si trovavano lontani, un esercito straniero ha invaso l’Australia, nel tentativo di trovare nuove terre in cui insediare la propria popolazione.
Non resta altro da fare che cercare di trovare un rifugio sicuro, in cui fuggire agli invasori. Ma salvarsi non sembra essere sufficiente: i ragazzi decidono di combattere.
Il domani che verrà- The tomorrow series è la trasposizione cinematografica dell’ottimo omonimo romanzo di John Marsden.
Nel film, così come nel libro, il desiderio di avventura dei protagonisti sfocia nella consapevolezza di dover fare qualcosa in prima persona per riprendere le fila della propria vita.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Maze runner. Il labirinto- Wes Ball
Divergent- Neil Burger

…leggi anche…
Immagina di essere in guerra- Janne Teller
Hunger games- Suzanne Collins
La bomba- Todd Strasser
YA- Roberto Recchioni
Berlin- Fabio Geda e Marco Magnone

…e ascolta anche…
The Pretender- Foo Fighters
Muse- Uprising

Il domani che verrà- Stuart Beattie

Regia: Stuart Beattie
Soggetto: John Marsden
Sceneggiatura: Stuart Beattie
Durata: 100′

Interpreti e personaggi
Caitlin Stasey: Ellie Linton
Rachel Hurd-Wood: Corrie Mackenzie
Lincoln Lewis: Kevin Holmes
Deniz Akdeniz: Homer Yannos
Phoebe Tonkin: Fiona Maxwell
Chris Pang: Lee Takkam
Ashleigh Cummings: Robyn Mathers

Leggi tutto ►

Jon Favreau

Iron Man

USA, 2008
avatar

Postato da
il

È meglio essere temuti o rispettati? Io dico: è troppo chiedere entrambe le cose?

Tony Stark, fin da ll’infanzia, dimostra un incredibile talento nell’inventare e costruire macchinari dalla tecnologia avanzatissima. Il suo lavoro viene messo al servizio dell’azienda di famiglia che si occupa di produrre armi per l’esercito.

La sua vita, dedicata a feste, alcool e donne, prende una piega inaspettata quando viene rapito da un gruppo armato. La consapevolezza che alcune delle sue creazioni siano finite in mano ai suoi aguzzini e non siano state impiegate, come aveva sempre creduto, per proteggere il suo paese, manda in crisi le sue certezze e lo porta a stravolgere la sua vita.

Tony Stark si trasforma così, grazie ad un’armatura iper tecnologia da lui ideata, nel supereroe Iron Man.

Jon Favreau da vita ad uno dei personaggi più noti ed iconici dell’universo Marvel, in quello che sarà il primo appassionante episodio di una trilogia.

Da non dimenticare anche le apparizioni del supereroe nella serie di film dedicata agli Avengers.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Wolverine. L’immortale- James Mangold
X-Men- Bryan Singer
Chronicle- Josh Trank

…leggi anche
Il ragazzo dei mondi infiniti- Neil Gaiman e Michael Reaves
I doni- Ursula LeGiun

…e ascolta anche
The Pretender- Foo Fighters

Iron Man- Jon Fevrau

Regia: Jon Favreau
Sceneggiatura: Mark Fergus- Hawk Ostby- Art Marcum- Matt Holloway
Musiche: Ramin Djawadi
Durata: 126′

Interpreti e personaggi
Robert Downey Jr.: Iron Man/Tony Stark
Gwyneth Paltrow: Pepper Potts
Terrence Howard: Rhodey
Jeff Bridges: Obadiah Stane

Leggi tutto ►

Jennifer Niven

Raccontami di un giorno perfetto

2015, DeA, 400 p.
avatar

Postato da
il

Oggi è un buon giorno per morire?
E’ quello che mi chiedo la mattina, quando mi sveglio. A scuola, quando mi sforzo di tenere gli occhi aperti mentre il professor Schroeder continua con la sua lagna. A tavola, mentre faccio passare il piatto coi fagiolini. La sera, a letto, quando non riesco a prendere sonno perché il mio cervello rifiuta di spegnersi per tutto quello su cui c’è da riflettere.
Oggi è il giorno?
E se non oggi, quando?

Violet e Finch si conoscono sul tetto della torre della scuola, nel giorno in cui entrambi hanno deciso di suicidarsi. Violet ha da poco perso la sorella maggiore in un incidente stradale di cui si incolpa. Finch vive periodi di blackout nei quali non riesce a far altro che stare rinchiuso nel suo armadio, isolato dal mondo e, soprattutto, dalla sua sconclusionata famiglia.

Violet ha una famiglia che la ama e una serie di false amicizie che si ostina a frequentare. Finch non ha punti saldi nella sua vita, se non la sorella maggiore e i due amici che sa essere davvero legati a lui (nessun altro nella scuola gli vuole stare vicino, a causa dei suoi comportamenti strani ed imprevedibili).

Pur vivendo due realtà tanto diverse, i ragazzi condividono la medesima sensazione: di essere soli al mondo, chiusi nel proprio dolore. Il giorno in cui si incontrano, quando Finch convince Violet a scendere dal cornicione su cui è salita, sembra che entrambi abbiano trovato uno spirito affine. Le ferite che entrambi si portano dentro potranno essere guarite dal loro conoscersi ed amarsi?

Jennifer Niven, autrice di canzoni, poesie e romanzi ci regala una storia lieve e delicata pur essendo intensa e ricca di emozioni.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Ti aspettavo- J. Lynn
La farfalla tatuata- Philip Pullman
Pink Lady- Benedetta Bonfiglioli
Breaktime- Aidan Chambers

…ascolta anche
Have it all- Foo Fighters

…guarda anche
Noi siamo infinito- Stephen Chbosky
Donnie Darko- Richard Kelly

Leggi tutto ►

The Who

Who are you

Polydor Records, 1978
avatar

Postato da
il

I know there’s a place you walked
Where love falls from the trees.
My heart is like a broken cup
I only feel right on my knees.

Ci sono album che non sentono il trascorrere del tempo e, anche ascoltati dopo decenni, non perdono nulla della freschezza che avevano appena pubblicati.
Tra questi certamente rientrano quelli dei The Who.

Who are you, ottavo album del gruppo inglese, è stato pubblicato nel 1978, per poi essere rimaneggiato e rieditato nel 1996 con l’aggiunta di cinque bonus track. Viene ricordato anche per essere stato l’ultimo lavoro a cui ha partecipato il batterista Keith Moon, morto poco dopo l’uscita del disco.

La canzone da cui prende il nome è conosciuta anche per essere stata usata come sigla iniziale del telefilm C.S.I. (anche le serie ambientate a New York e Miami hanno canzoni dei The Who come sigla iniziale).

Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche…
One by one- Foo Fighters

Leggi tutto ►