Archivio tag: Forest Whitaker

Denis Villeneuve

Arrival

USA, 2016
avatar

Postato da
il

Articolo di Paola Vailati

La lingua è il fondamento della civiltà,
è il collante che tiene insieme un popolo,
è la prima arma che si sfodera in un conflitto.

Dodici navicelle aliene giungono improvvisamente sulla Terra arrestandosi qualche metro prima del contatto con il suolo. Il pianeta precipita nel panico mentre capi di Stato e comandanti militari si interrogano su quale sarà la prossima mossa degli invasori.
L’esercito americano ingaggia l’esperta linguistica Louise Banks affinché, con l’aiuto del fisico teorico Ian, provi a comunicare con gli extraterrestri per capire le loro intenzioni.
Nel tentativo di trovare un alfabeto comune per costruire un dialogo con l’altro, Louise si rende conto che pensare, scrivere e parlare usando un certo linguaggio, condiziona profondamente il modo di riflettere, di vedere e interpretare il mondo.
I graduali miglioramenti comunicativi che Louis e Ian riescono faticosamente ad ottenere giorno dopo giorno con la razza aliena sono rovinosamente compromessi quando viene diffusa nel mondo la notizia che gli alieni sono venuti sulla Terra per offrire all’uomo un’arma.

Di che arma si tratta?
In che senso la vogliono offrire?
E se volessero utilizzarla contro di noi?
Siamo esposti a un imminente attacco?

Fin dai primi minuti si ha la percezione di essere di fronte a qualcosa di diverso rispetto agli apocalittici e intramontabili film di invasione aliena.
Arrival è infatti un film di alieni che di alieni parla poco; i veri protagonisti siamo noi, il genere umano, così vulnerabile nelle sue fragilità ma allo stesso tempo custode di una speranza capace di spingerlo oltre i suoi limiti.
Villeneuve ha diretto un dramma fantascientifico dai risvolti tutt’altro che scontati che invita a riflettere, molto più di quanto abitualmente facciamo di fronte ad un film di fantascienza.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
La guerra dei mondi- Steven Spielberg
Signs- M. Night Shyamalan

… leggi anche…
Storie della tua vita- Ted Chiang

…e ascolta anche…
Sleeping at Last – Saturn

arrival-nuova-locandina-in-italiano

Regia: Denis Villeneuve
Sceneggiatura: Eric Heisserer
Soggetto: Ted Chiang
Musiche: Jóhann Jóhannsson
Montaggio: Joe Walker
Fotografia: Bradford Young

Interpreti e personaggi
Amy Adams: Louise Banks
Jeremy Renner: Ian Donnelly
Forest Whitaker: Colonnello Weber

Leggi tutto ►

Gareth Edwards

Rogue One. A Star Wars Story

2016, USA
avatar

Postato da
il

Le ribellioni si fondano sulla speranza.

Fidati della Forza.

La saga di Star Wars è ormai tanto iconica ed è così entrata nel nostro quotidiano che, per i fan, ogni nuovo episodio, porta con sé l’ansia di non trovarsi di fronte ad una storia all’altezza di quell’universo tanto amato.
Nessun vero appassionato potrà però dirsi deluso di Rogue One.
Un film che incanta, bello in ogni sua parte: sceneggiatura, resa dei personaggi, ambientazioni.

La narrazione parte da un episodio essenziale per lo svolgimento della prima trilogia, eppure solo accennato nei primi film: il furto dei piani di costruzione della Morte Nera,, necessari ad individuare quell’unico punto debole che potrebbe consentire all’Alleanza Ribelle di distruggere la terribile arma.

Jyn Erso, separata da piccola dalla propria famiglia, si trova, suo malgrado, coinvolta dai Ribelli in un piano per raggiungere suo padre, Galen Erso, a cui si deve il progetto di costruzione della Morte Nera. Ma la causa della ribellione è troppo significativa per il futuro della galassia, per non risultare per lei affascinante, così come avviene per Han Solo nei film originali.
Per quanto il confronto con l’Impero possa sembrare una battaglia persa, tanto più di fronte al potere di un’arma così atrocemente distruttiva, non è possibile abbandonare la speranza.
Questa la ragione che spinge i protagonisti di Rogue One a continuare la propria lotta.

In un film a cui è davvero difficile trovare difetti, una menzione particolare meritano due elementi: la scelta di rispettare costumi, acconciature e aspetto generale dei personaggi presenti nella prima trilogia (doveroso menzionare i baffi, tipicamente anni ’80, di alcuni dei ribelli) e l’uso interessante e mai invasivo degli effetti digitali, che hanno consentito di avere sulla scena alcuni personaggi così com’erano oltre trent’anni fa.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Star Wars. Il risveglio della forza- J.J. Abrams

…e leggi anche
Il gioco di Ender- Orson Scott Card

Rogue One. A Star Wars story

Regia: Gareth Edwards
Sceneggiatura: Chris Weitz- Tony Gilroy
Musiche: Michael Giacchino
Durata: 133′

Interpreti e personaggi
Felicity Jones: Jyn Erso
Diego Luna: Cassian Andor
Donnie Yen: Chirrut Îmwe
Wen Jiang: Baze Malbus
Forest Whitaker: Saw Gerrera
Riz Ahmed: Bodhi Rook
Mads Mikkelsen: Galen Erso

Leggi tutto ►