Archivio tag: Frankenstein Junior

Frankenstein compie 100 anni!

avatar

Postato da
il

I miei sogni furono solo miei; non ho mai dato la colpa a nessun per essi; sono stati il mio rifugio quando ero irritata – il mio piacere più caro quando ero libera.

Anche a cento anni esatti dalla sua prima pubblicazione, Frankenstein non ha perso nulla della sua potenza e resta, ancora oggi, un romanzo talmente iconico da essere entrato nel nostro quotidiano.

Proprio per questo, nell’immaginario il mostro prende spesso il nome del suo stesso creatore (in un’osmosi che sarebbe stata, probabilmente, molto apprezzata dall’autrice).

Noi di ExtratimeBlog non potevamo certo restare indifferenti ad un’opera tanto significativa. Nel corso degli anni, abbiamo spesso parlato di suoi adattamenti e rivisitazioni.

Eccoli!

Leggo!
Frankenstein o il Prometeo moderno- Mary Shelley
Mary e il mostro- Lita Judge

Guardo!
Mary Shelley. Un amore immortale- Haifaa Al-Mansour
I, Frankenstein- Stuart Beattie
Frankenstein Junior- Mel Brooks

Il romanzo di Mary Shelley rientra nel ricchissimo filone di opere che parlano di mostri, creature che tornano in vita e simili. Ecco una selezione di storie tratte dalle nostre segnalazioni.

Leggo!
Lenore, piccole ossa- Roman Dirge
Cinque allegri ragazzi morti- Davide Toffolo
Dodici- Zerocalcare
Cuore nero- Dean Koontz
Incubi & deliri- Stephen King

Guardo!
Benvenuti a Zombieland- Ruben Fleischer
Doomsday. Il giorno del giudizio- Neil Marshall
The walking dead- Frank Darabont
La forma dell’acqua- Guillermo del Toro
Cappuccetto rosso sangue- Katherine Hardwicke

Leggi tutto ►

Mel Brooks

Frankenstein Junior

USA, 1974
avatar

Postato da
il

Lupu ulula.
Lupululà?
Là!
Cosa?
Lupu ululà e castello ululì!
Ma come diavolo parli?
È lei che ha cominciato.
No, non è vero!
Non insisto. È lei il padrone.

La parodia perfetta.
Solo così si può definire Frankestein Junior: l’inimitabile genio di Mel Brooks e Gene Wilder da vita ad un film dall’umorismo mai scontato, sempre vivace, senza cadere nel deja vu.
Frederick Frankenstein riceve il testamento del nonno: si reca quindi in Transilvania per prendere possesso del castello di famiglia. Qui, a contatto con l’atmosfera del passato, riprende gli studi di anatomia cominciati dal nonno per cercare di riportare in vita una “creatura”.
Questa la storia.
Il resto è un’amalgama di raffinata estetica fotografica data dall’uso del bianco&nero unito ad un cast nel quale tutti gli attori sembrano nati per i loro ruoli: fin da subito ha catturato migliaia di fan in tutto il mondo, con tributi come questo o quest’altro. Un film diventato a pieno titolo un cult, dove la comicità ha una suggestione e una forza che rimane inalterata nel tempo.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Per favore non toccate le vecchiette (The Producers) di Mel Brooks
Una pallottola spuntata di David Zucker

…e leggi anche …
Baciami come uno sconosciuto – Gene Wilder

Locandina

Regia: Mel Brooks
Sceneggiatura: Mel Brooks – Gene Wilder
Musiche: Mel Brooks – John Morris
Fotografia: Gerald Hirschfeld
Durata: 106′

Interpreti e personaggi principali:
Gene Wilder :  dottor Frederick Frankenstein
Marty Feldman : Ygor
Peter Boyle : La Creatura
Teri Garr : Inga
Cloris Leachman : Frau Blucher
Gene Hackman : Cieco

Leggi tutto ►