Archivio tag: Giuliano Sangiorgi

Tiromancino

Fino a qui

Sony Music, 2018
avatar

Postato da
il

Sei tutto quello che non mi aspettavo
sei quella che aspettavo io da tempo
riempi la distanza da chi non sarò mai
tra le disfatte e tutti i miei vorrei
e spero solo che non finirà
sei la destinazione che mi corre in contro

a cura di Claudio D’Errico

Attivi dal 1989, i Tiromancino pubblicano un nuovo album per celebrare la propria carriera artistica. Con “Fino a qui” la band romana ripropone al pubblico i pezzi migliori, sotto forma di duetti, regalando loro una nuova luce e nuove sfumature. Molti gli artisti coinvolti nel progetto, ognuno dei quali ha scelto una canzone nel repertorio del gruppo, reinterpretandola secondo il proprio stile. Ecco quindi che troviamo e gustiamo “La Descrizione di un Attimo” con Jovanotti , “Due Destini” con Alessandra Amoroso, “Per me è importante” con Tiziano Ferro, “Un tempo piccolo” con Biagio Antonacci, “Liberi” con Giuliano Sangiorgi, “Amore impossibile” con Elisa e Mannarino, “Muovo le ali 2018” con Fabri Fibra, “I giorni migliori” con The Giornalisti, “Imparare dal vento” con Luca Carboni.

Come un giro di boa, i Tiromancino si guardano indietro, ma si rilanciano verso il futuro inserendo nell’album alcuni inediti come i due pezzi iniziali “Sale, amore e vento” e “Noi casomai”.

Federico Zampaglione, frontman dei Tiromancino, ha raccontato in un’intervista a Sony Music: “Questo per me non è un disco. È un insieme di pensieri, emozioni, amori, ricordi, canzoni, amici e tanto altro. Le tracce contenute sono come pagine di un lungo diario. Tenuto negli anni. Ma che racconta anche l’oggi… Fino a qui”.

Ti è piaciuto questo album?
Allora leggi anche Dove tutto è a metà- Federico Zampaglione

e vedi anche Le fate ignoranti – Ferzan Ozpetek

Leggi tutto ►

Negramaro

La rivoluzione sta arrivando

2015, Sugar Music
avatar

Postato da
il

La rivoluzione sta arrivando
E tu da che parte stai?
Lo scenario sta cambiando, si disegna un nuovo sfondo
E tu quale ombra sei?
Con la testa tra le mani
Mentre il cielo sta virando verso colori nuovi
Sono I colori degli umani

La Rivoluzione sta arrivando è il sesto album in Studio della band salentina, e come ogni loro progetto è curato nei minimi dettagli: la copertina dell’album, secondo il batterista Ermanno Carlà, è stata pensata come una sorta di Jolly Rogers, in cui si fronteggiano i due stati d’animo di felicità per la vita e di paura per la morte.
E proprio sui contrasti tra vita e morte si basa tutto l’album, in un sottile equilibrio che indaga i sentimenti umani e che riesce ad esprimere una malinconia comunque speranzosa.

Il disco è nato dal dolore del cantante Giuliano Sangiorgi per il padre, ed è proprio il tema del dolore e della perdita che permeano tutto l’album, a volte affrontati con un andamento leggero come nella canzone Il posto dei santi.
Sei tutti i limiti che superi descrive bene la prova che i Negramaro si impegnano ad affrontare nel futuro.

Ascolta tre canzoni dell’album:
Sei tu la mia città
Attenta
Il posto dei santi

Ti è piaciuto questo album?
Allora ascolta anche:
U2, The Joshua tree
Negramaro, Una storia semplice

E leggi anche:
Giuliano Sangiorgi, Lo spacciatore di carne

 

 

Leggi tutto ►

Negramaro

Una storia semplice

Sugarmusic, 2012
avatar

Postato da
il

Noi partiamo dalle cantine del Salento e qui stiamo ritornando adesso per fare uno studio di registrazione. Veniamo da una realtà nella quale non è contemplato sognare, eppure più siamo stati reali e più abbiamo incontrato il sogno. Per me tutto questo dimostra che bisogna restituire più rispetto al pubblico che alla fine decide davvero. Nessuno di noi era biondo con gli occhi azzurri, né siamo mai stati una boy band con qualche appeal preconfezionato. L’unico motivo di tanto amore è stata la musica. (Giuliano Sangiorgi)

Il doppio CD celebra in musica i primi 10 anni di carriera, aggiungendo sei inediti, divisi equamente nei due cd: Ti è mai successo?, il primo singolo dell’album, Una storia semplice si ispira grande amicizia che unisce la band e da il nome all’album, Sole che ipotizza il sogno di lasciare tutto ciò che è materiale per inseguire il desiderio intenso nei confronti della musica
I tre inediti che aprono il secondo cd sono: Sei, numero simbolico che riprende anche, le persone che compongono la band e il verbo essere al presente, Ottobre rosso in cui la musica porta sollievo a chi la ascolta, la crea e la canta e La giostra, metafora di una vita alla costante ricerca della felicità.
L’intera raccolta non è pensata per celebrare un punto di arrivo, ma per illustrare un percorso, un viaggio in cui i ricordi delle vecchie canzoni si intregrino perfettamente con quelle nuove.

I componenti della band si identificano come artisti ad ampio spettro, e condividono ogni dettaglio di ciascun progetto discografico, a partire dalla veste grafica: l’immagine di copertina infatti è stata ideata e realizzata dal bassista Ermanno Carlà seguendo una linea creativa che tiene conto delle melodie e delle parole che creano l’album. I sei colori sono punti di vernice presi da un ritratto, riprodotto nel libretto all’interno del doppio cd, realizzato dal bassista  Ermanno e che rappresenta i sei componenti del gruppo visti dall’alto nell’abbraccio prima di un concerto.
I negramaro sono Giuliano Sangiorgi (voce, piano e chitarre), Emanuele Spedicato (chitarre), Ermanno Carlà (basso), Danilo Tasco (batteria), Andrea Mariano (pianoforte, sintetizzatori, programming, editing), Andrea De Rocco (campionatore).

sito ufficiale

Se ti è piaciuto questo album ascolta anche:
Mina, E così sia
Domenico Modugno, Meraviglioso
Sia, 1000 Forms of Fear

e leggi anche:
Giuliano Sangiorgi, Lo spacciatore di carne

Leggi tutto ►