Archivio tag: Half Bad

Laini Taylor

Il sognatore

Fazi, 2018, 525 p.
avatar

Postato da
il

Ogni mente è il proprio mondo. La maggior parte abita un vasto compromesso di banalità, mentre altre spiccano piacevoli, persino belle, o a volte sfuggenti e inspiegabilmente sgradevoli.

Lazlo Strange è un orfano, cresciuto in un monastero e divenuto quasi per caso bibliotecario. La sua vita è una continua ricerca della soluzione a due misteri, legati alla scomparsa città di Pianto.
Questo ricchissimo avamposto, diviso dal resto del mondo da un impervio deserto, è letteralmente svanito da due secoli quando anche il suo nome viene cancellato all’improvviso dalla memoria collettiva, sostituito, appunto dal nuovo appellativo Pianto. Lazlo percepisce l’attimo esatto in cui la parola viene strappata dalla sua mente, prova concreta dell’esistenza della magia.

Lazlo dedica la sua intera vita alla ricerca di ogni informazione sulla città perduta, ne impara la lingua e le tradizioni. Quella che doveva essere una mania da studioso diventa molto di più quando, all’università in cui lavora, giunge una delegazione proveniente proprio dalla scomparsa Pianto.

La città, afflitta da un flagello che le impedisce di continuare ad esistere, ha inviato alcuni abitanti alla ricerca di scienziati e studiosi che la possano aiutare. Lazlo non può rinunciare all’opportunità di vedere con i propri occhi il luogo sognato tanto a lungo.

Sarai, altra protagonista del romanzo, vive isolata con i suoi fratelli in una fortezza- prigione. Per tutti i suoi sedici anni di vita è sopravvissuta seguendo una sola regola: restare nascosta dal mondo esterno. Lei e gli altri ragazzi con cui vive sono i soli sopravvissuti di una potente stirpe, dotata di grandi poteri, sterminata proprio dagli abitanti di Pianto.

Le storie di Sarai e Lazlo sono destinate a incrociarsi e la reciproca capacità di comprendersi, nonostante le differenze che li dividono, sarà la chiave per sbloccare la situazione in cui si trovano tanto gli abitanti della fortezza quanto la popolazione di Pianto.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Half bad- Sally Green
Fidanzati dell’inverno- L’attraversaspecchi- Christelle Dabos
La corporazione dei maghi- Trudi Canavan
Regina Rossa- Victoria Aveyard
Graceling- Kristin Cashore

… e guarda anche…
Divergent- Neil Burger
Your name.- Makoto Shinkai

Leggi tutto ►

James Mangold

Logan. The Wolverine

USA, 2017
avatar

Postato da
il

Quando ti ho trovato tu stavi intraprendendo una carriera di lottatore in una gabbia, là eri al culmine di una vita da assassino strafatto di barbiturici… Eri un animale! Ma noi ti abbiamo accolto. E io ti ho dato una famiglia.

I mutanti convivono da sempre con la minaccia della loro imminente estinzione. Nell’epoca raccontata in Logan- The Wolverine, l’ipotesi della scomparsa di chiunque possieda super poteri è diventata realtà.

Logan, invecchiato a causa di un avvelenamento da adamantio che riduce il suo potere rigenerante, si trascina in una vita miserevole con il solo obbiettivo di riuscire a comprare uno yacht sul quale mettere in salvo Charles Xavier. Questi è stato colpito da una malattia degenerativa a causa della quale ha involontariamente causato la morte di numerosi mutanti.

Logan viene avvicinato da Gabriela, infermiera della Essex Corp, che gli rivela come la compagnia stia cercando di creare soldati partendo dal bagaglio genetico di alcuni mutanti.

Gabriela ed altre infermiere della compagnia sono riuscite a far fuggire i bambini nati da questi esperimenti, che dovranno nascondersi in un posto sicuro da loro chiamato Eden. Tra loro, una sola bambina è riuscita a scappare con la donna. Si tratta di Laura, nata partendo proprio da un campione di DNA di Logan.

La esperienze vissute da questa figlia/non figlia evocano tanto profondamente il drammatico passato di Wolverine da convincerlo ad aiutarla.
Laura è uno specchio di quanto Logan ha cercato di lasciarsi alle spalle: la violenza e la rabbia che hanno segnato tutta la sua vita.

Logan- The Wolverine è l’ultimo film della serie dedicata al super eroe dagli artigli di adamantio, impersonato da Hugh Jackman. Questo affascinante personaggio, creato negli anni ’70 da Len Wein e Herb Trimpe, è indissolubilmente legato all’aura animalesca che lo caratterizza, rendendolo una figura anomala nel panorama dei super eroi.

Ti è piaciuto questo film? Allora leggi anche…
I doni- Ursula LeGuin
Half Bad- Sally Green

…e guarda anche..
Spider- Man. Homecoming- Jon Watts
X-Men- Brian Singer
Wolverine. L’immortale- James Mangold

logan-the-wolverine-james-mangold

Regia: James Mangold
Sceneggiatura: Scott Frank, Michael Green, James Mangold
Musiche: Marco Beltrami
Fotografia: John Mathieson
Durata: 137′

Interpreti e personaggi
Hugh Jackman- Logan
Patrick Stewart- Charles
Dafne Keen- Laura
Stephen Merchant- Calibano
Richard E. Grant- Dr. Rice
Boyd Holbrook- Donald Pierce

Leggi tutto ►

Cristophe Gans

La Bella e la Bestia

2014, Pathé
avatar

Postato da
il

“Belle,se non tornerete più…”
“Si lo so ci ucciderete tutti”
“No, ne morirò”

Epoca Napoleonica. Un ricco mercante perde la sua fortuna e è costretto a ritirarsi in campagna insieme ai suoi sei figli, tra cui Belle, la più piccola. Di rientro da un viaggio in città durante una tormenta di neve, il mercante si perde nel bosco ed arriva ad un castello magico, in cui trova cibi prelibati ed ogni merce preziosa gli viene offerta in dono. Però uscendo dal castello il mercante coglie da un rovo una rosa per farne dono a Belle, ma improvvisamente viene aggredito da una Bestia, il signore de magico castello, che gli intima: “Una rosa per una vita”. Il mercante ha poche ore per tornare a casa, salutare per sempre la sua famiglia e ritornare come prigioniero dalla Bestia,. Se non lo farà la Bestia ucciderà tutti i suoi figli. Una volta venutolo a sapere, Belle decide di sostituire la sua vita con quella dell’amato padre, ma non sarà la morte che l’attende. La Bestia, pur con modi un po’ bruschi, le fa splendidi doni per ottenere  il suo amore, in grado di liberarlo dalla maledizione che lo affligge da secoli.

Il film rivisita la ben nota storia delle fiabe in chiave più dark gotica, concentrandosi maggiormente, rispetto alle precedenti trasposizioni cinematografiche, sulla famiglia di Belle e sulla vita da principe della Bestia, quindi alle ragioni che hanno portato alla sua maledizione.
Il film, è stato girato in meno di sessanta giorni interamente in studio, utilizzando un green-screen.  Particolarmente degni di nota sono le scenografie e i costumi.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche:
Robert Stromberg, Maleficient
Tim Burton, Alice in wonderland

E ascolta anche:
Epica, Storm the Sorrow

E leggi anche:
Madame de Villeneuve, La Bella e la Bestia
Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, La Bella e la Bestia
Simon Rowd, Drow
Sally Green, Half Bad

bella e la bestia

Titolo originale: La belle & la bête
Lingua originale: francese
Paese di produzione: Francia
Anno: 2014
Durata:112 min
Genere: fantastico, sentimentale, drammatico, thriller
Regia: Christophe Gans
Soggetto: La bella e la bestia
Sceneggiatura: Christophe Gans, Sandra Vo-Anh
Produttore: Richard Grandpierre
Produttore esecutivo: Frédéric Doniguian
Casa di produzione: Pathé, Eskwad, Studio Babelsberg
Distribuzione (Italia): Notorious Pictures
Fotografia: Christophe Beaucarne
Montaggio: Sébastien Prangère
Effetti speciali: Till Hertrich, Monty Ploch
Musiche: Pierre Adenot
Scenografia. Thierry Flamand
Costumi. Pierre-Yves Gayraud

Interpreti e personaggi
Léa Seydoux: Belle
Vincent Cassel: La bestia
André Dussollier: Padre
Eduardo Noriega: Perducas
Yvonne Catterfeld: Principessa
Myriam Charleins: Astrid
Sara Giraudeau: Clotilde
Audrey Lamy: Anne
Jonathan Demurger: Jean-Baptiste
Nicolas Gob: Maxime
Louka Meliava: Tristan

Leggi tutto ►