Archivio tag: hot water music

Crash Of Rhinos

Distal

Triste, 2011
avatar

Postato da
il

our favourite part is not how this ends
it’s just how it starts
and just that it starts

Cinque voci, due chitarre, due bassi, una batteria.
E’ semplice, la descrizione che danno di sé i Crash Of Rhinos, amici che da anni suonano insieme, e insieme hanno dato vita all’esordio Distal, album emo-core tra i più esaltanti degli ultimi anni.
Non si può descrivere a parole quel che succede nei sei minuti dell’opener Big Sea: una falsa partenza, poi un urlo liberatorio e la musica letteralmente esplode da ogni parte, con l’uragano della batteria di Oli a dettare il tempo di accelerazioni devastanti e aperture melodiche sospese, tra cori che ti prendono per mano, ti trascinano fino al palco e ti costringono a urlare.
E poi la violenza thrash-punk di Stiltwalker, che si cerca in un rallentamento improvviso e si trova in un epico crescendo; le melodie catartiche di Wide Awake e Lifewood e la cadenza martellante di Gold On Red; la coralità commovente di Closure, tutta spigoli e break a rotta di collo; gli arpeggi malinconici di Asleep, che conducono a un chorus esplosivo prima che la canzone si spenga nella pioggia di un dolce sogno, stringendoti a sé per minuti che vorresti durassero per sempre.
Sette brani iper-strutturati e complessi che nemmeno per un secondo suonano artefatti o costruiti, perché qui sono i mutamenti del cuore a dare un senso a ogni svolta.
Musica che è pura necessità, suonata come fosse l’ultima cosa da fare.
 

Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche
220 years – Hot Water Music
Little League – Cap’n Jazz
La domenica c’è il mercatoFine Before You Came
DifettoGazebo Penguins

Leggi tutto ►