Archivio tag: insegnante

Paolo Virzì

Caterina va in città

Italia, 2003
avatar

Postato da
il

Ho trovato una spiegazione a tutto questo, in un documentario scientifico visto alla tv. Diceva che al contrario dei pesci, che coi loro occhi guardano di lato, e delle mosche, che invece guardano dappertutto, noi umani possiamo solo guardare avanti.

Una famiglia normale: madre casalinga, padre insegnante di ragioneria, figlia tredicenne amante del canto. Alla ricerca di nuove opportunita’, la famiglia si trasferisce da una cittadina di provincia (Montalto di Castro) a Roma.
Non e’ facile per la giovane Caterina l’inserimento nella nuova scuola, ne’ per il padre abituarsi al nuovo incarico di insegnante.  La madre pare assente e persa in una realta’ del tutto propria.

Personaggi profondamente umani quelli delineati da Virzi’ in questo bel film: incastonati in una storia che con tratto delicato – ma esplicito – delinea contrasti, sogni irrealizzati ed insicurezze di una generazione (quella degli adulti) prigioniera di un mondo di storture.
Ed offre una fotografia lucida ed implacabile sulla generazione dei figli, abbandonati a se stessi e per questo costantemente esposti al rischio di perdersi.

Grande interpretazione di Sergio Castellitto.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
I nostri ragazzi – Ivano De Matteo
Il rosso e il blu – Giuseppe Piccioni
L’ora di religione – Marco Bellocchio

e leggi anche
Un giorno questo dolore ti sarà utile – Peter Cameron
Ho ucciso Bambi – Carla Cucchiarelli

 

catwerina va in citta

Regia: Paolo Virzì
Durata:90′
Sceneggiatura: Francesco Bruni
Fotografia: Arnaldo Catinari
Musiche: Carlo Virzì
Montaggio: Federico Minetti, Cecilia Zanuso

Interpreti e personaggi:
Sergio Castellito: Giancarlo Iacovoni
Alice Teghil: Caterina Iacovoni
Margherita Buy: Agata Iacovoni
Claudio Amendola: Manlio Germano

 

Leggi tutto ►

Joe Johnston

Cielo d’Ottobre

USA, 1999
avatar

Postato da
il

La miniera è la tua vita, non la mia!

E’ il 1957: la radio tra entusiasmo ed incredulita’ trasmette la notizia del lancio del primo satellite sovietico Sputnik. Un evento davvero straordinario, destinato a stavolgere il modo di guardare allo spazio ed alle esplorazioni. Homer, giovane studente di un piccolo centro minerario della Virginia, ne rimane profondamente affascinato. In lui nasce l’irrefrenabile desiderio di costruire un razzo spaziale, metafora del desiderio di fuga dalla vita opprimente del paese in cui vive. Sostenuto dalla giovane insegnante di fisica e da un gruppo di amici, si dedica ad esperimenti, segnati da fallimenti e successi. Persevera nel voler realizzare il proprio sogno nonostante i frequenti scontri con il padre, che cerca di portarlo “con i piedi per terra”. Quella di Homer e’ una storia vera, con un finale sorprendente!

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Explorers – Joe Dante
Donnie Darko – Richard Kelly
Gravity – Alfonso Cuaron

… ascolta anche Space Oddity – David Bowie

e leggi anche Rocket Boys – Homer Hickam

 

cielo ottobre

Regia: Joe Johnston
Sceneggiatura: Lewis Colick
Fotografia: Fred Murphy
Montaggio: Robert Dalva
Musiche: Mark Isham
Durata: 105′

Interpreti e personaggio principali
Chris Cooper: John Hickam
Laura Dern: Miss Rilley
Jake Gillenhaal: Homer Hickam

Leggi tutto ►

Mira Nair

Il fondamentalista riluttante

USA, Gran Bretagna, Qatar, 2012
avatar

Postato da
il

Solo una cosa. Ascolta tutta la storia fin dall’inizio. Mai fidarsi delle apparenze.

Io amo l’America, anche se mi hanno cresciuto come un vero pakistano. Poi mi sono trasferito in Occidente, dove mi hanno accolto a braccia aperte.

Non era facile rendere in un film il bel libro di Mohsin Hamid, recensito su Extratime poco più di un anno fa. Il romanzo e’ infatti un lungo monologo, in cui un giovane pakistano racconta la propria vita ad un indefinito “interlocutore” americano. Ai protagonisti non vengono date caratterizzazioni specifiche che permettano di collocare l’incontro in un luogo preciso. E’ invece certa la collocazione temporale: un momento successivo all’11 Settembre 2001.
La regista indiana, Mira Nair, e’ riuscita pienamente a riportare sul grande schermo i dialoghi e la tensione emotiva della trama, arricchendola per molti aspetti  anche di fascino ed emozione. L’ambientazione del film e la storia sono in gran parte inventate per esigenze cinematografiche, eppure si ha fin da subito la sensazione che si sia rimasti profondamente fedeli al senso del romanzo.
Un film intelligente che, come l’omonimo libro, parla di incomprensioni e tensioni tra Occidente e Oriente, e volutamente riporta su un piano soggettivo lo stravolgimento che la tragedia delle Torri Gemelle ha causato nei rapporti tra uomini e culture diverse. Bella la colonna sonora, poetici ed evocativi gli interni e gli esterni.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
11 Settembre 2001
La 25° ora

… leggi anche Il fondamentalista riluttante – Moshin Hamid

ed ascolta anche la Colonna sonora del film – Fareed Ayaz & Abu Muhammad

fondamentalista riluttante

Regia: Mira Nair
Sceneggiatura: Ami Boghani, Mohsin Hamid, William Wheeler
Fotografia: Declan Quinn
Montaggio: Shmit Amin
Musiche: Michael Andrews
Durata: 130′

Interpreti e personaggi principali:
Riz Hamed: Changez
Kate Hudson: Erica
Liev Schreiber: Bobby
Kiefer Sutherland: Jim
Om Puri: Abu

 

Leggi tutto ►