Archivio tag: Joe Johnson

Florence Thinard

MENO MALE CHE IL TEMPO ERA BELLO

Camelozampa, 2018, 220 p.
avatar

Postato da
il

Ben più tardi, quella stessa notte, Sarah scrisse nel diario di bordo:
Martedì 19 febbraio, ottavo giorno navigazione, 3:30.
Il vento ha girato e soffia, regolare, da nord est.
La nostra velocità è di 4 nodi.
A bordo va tutto bene. Per quanto possa sembrare strano , abbiamo fatto una festa e trascorso una splendida serata.
I ragazzi sono tutti magnifici per vitalità, coraggio, umorismo.
Non stiamo sopravvivendo, stiamo vivendo.

E’ un normalissimo martedì pomeriggio quando, probabilmente a causa di un fortissimo temporale, la biblioteca Jacques Prévert si stacca dal continente per prendere il largo verso l’oceano.

A bordo di quest’insolita imbarcazione ci sono la giovane bibliotecaria Sarah, il serissimo direttor Patisson, la signora Perez, addetta alle pulizie, la 1°F accompagnata dal professor Doubigny, insegnante di tecnologia e Said Hussein, vivace e tormentato teppista di quartiere.
La terraferma non si vede più e questa improbabile squadra di marinai non ha altra scelta che cavarsela come può, senza acqua, cibo e protezione ma con i libri della biblioteca a guidarli in un’incredibile avventura per la sopravvivenza.

In questo viaggio verso la libertà i protagonisti dovranno fare i conti con ogni sorta di avversità ma soprattutto con loro stessi e il naufragio diventerà l’occasione per riflettere, crescere, collaborare e, per qualcuno, addirittura innamorarsi.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Robinson Crusoe – D. Defoe
L’isola del tesoro – R.L. Stevenson
Moby Dick – H. Melville

…e guarda anche…
Jurassic Park III – Joe Johnston
Jumanji – Joe Johnston
Alla ricerca dell’isola di Nim – J. Flackett, M. Levin

…e ascolta anche…
Only time – Enya
Paradise – Coldplay

Leggi tutto ►

Timothéè de Fombelle

Il favoloso libro di Perle

2015, Mondadori, 336 p.
avatar

Postato da
il

La sera prima lei era una fata.
Ma proprio per questo, la sera prima non avrebbe potuto condividere il destino del suo amato, e vivere o morire con lui. Ecco perché si è spogliata di ogni magia. Una rinuncia rarissima, perfino nelle fiabe più antiche: l’abdicazione di una fata.

Nel mondo delle fiabe può capitare che una fata si innamori di un principe; è quello che è successo tra Olia e Ilian. Ilian è però un principe cadetto, odiato dal fratello maggiore e costretto a fuggire dal suo mondo per salvarsi la vita.

Grazie ad una sorta di parallelismo tra mondi diversi, il giovane principe esiliato si ritrova nella nostra dimensione e viene accolto dai Perle, una coppia di pasticceri parigini il cui unico figlio è morto anni prima. Il giovane principe assume il nome e l’identità di loro figlio Joshua, proprio mentre il mondo precipita nell’incubo della Seconda Guerra Mondiale.

Per tutta la vita Joshua Perle non farà altro che collezionare gli oggetti magici che possano mantenere un collegamento con il suo originale mondo magico.
Quello che Ilian non sa è che la Fata ha rinunciato ai suoi poteri e lo ha seguito nel mondo in cui ora lui vive, e pur non invecchiando, gli è rimasta accanto tutta la vita senza mai farsi vedere.

Perchè il legame che li unisce è più forte di qualsiasi altra cosa.

Ti è piaciuto questo libro?
Allora leggi anche:
Cornelia Funke, Reckless
James Matthew Barrie,I romanzi di Peter Pan

E guarda anche:
Joe Johnson, Jumanji
C’era una volta…- Serie tv

E ascolta anche:
Robbie Williams, You know me

Leggi tutto ►