Archivio tag: la leggenda del pianista sull’oceano

Maurizio Pollini

Chopin. Etudes.

Deutsche Grammophon, 1980
avatar

Postato da
il

Pollini è il primo pianista che riesce, con questa sua interpretazione, a rabbrividirmi mentre ascolto il suono di un pianoforte! Studio pianoforte e organo da quando avevo 9 anni, ma non avevo mai provato emozioni cosi intense nell’ascoltare o riprodurre melodie…
[commento ad un concerto]

Fryderyk Franciszek Chopin è difficile sia da ascoltare che da suonare.
Maurizio Pollini fa sembrare facilissima la seconda parte: mefistofelicamente bene.
Energia, virtuosismo, tecnica, precisione, immedesimazione nelle note alle prese con questi studi per pianoforte che hanno scoraggiato parecchi esecutori.
Acrobazie sonore incantano gli astanti mentre le mani danzano sul bianco e nero della tastiera: detto in altri termini si esalta la melodia esaltando al tempo stesso l’esecuzione dei brani.
A detta di molti, moltissimi, la migliore performance di sempre degli studi del compositore e pianista polacco naturalizzato francese.
Non resta che ascoltare e rendersene conto di persona.

Ascolta tre brani tratti dall’album:
OP. 10 No. 3 in E major, “Tritesse” – “L’intimite”
OP. 10 No. 12 in C minor, “Revolutionary” – “Fall of Warsaw”
OP. 25 No. 23 in A minor, “Winter Wind”

Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche:
Ludovico Einaudi – Divenire
Wim Martens Ensemble – Struggle for pleasure
Ludovico Einaudi – In a time lapse

… e leggi anche
La pianista – Elfriede Jelinek
Alessandro Baricco – Novecento
Manuela Stefani – La stanza del pianoforte

… e guarda anche
Scott Hicks – Shine
La leggenda del pianista sull’oceano – Giuseppe Tornatore
Il pianista – Roman Polanski

Leggi tutto ►

Alessandro Baricco

Mr. Gwyn

Feltrinelli, 2011, 158 pp.
avatar

Postato da
il

Articolo di Valentina Cipriani

Ma io ho letto i suoi libri, disse, di lei mi fido.

Mr Gwyn è uno scrittore che smette di scrivere libri. Non perché gli manchi l’ispirazione, ma perché… beh, perché che senso ha scrivere libri, quando puoi scrivere ritratti? Quando hai il dono di attingere alla più profonda essenza di una persona soltanto guardandola, e poi di scrivere qualcosa in cui lei si riconoscerà perfettamente e completamente?
Rebecca, invece, è una donna grassa e bellissima. È anche la prima modella di Mr. Gwyn, nonché colei che diventerà la sua segretaria e la sua assistente. Legata a lui da un’incomprensibile forma di tenerezza, a Rebecca spetterà infine il compito di rimettere insieme i pezzi, quando Mr. Gwyn sparirà da un momento all’altro senza lasciare traccia.
Un libro sul potere e la poesia della scrittura, sulle storie che galleggiano appena sotto la superficie di ognuno di noi, costruito con l’eterea leggerezza di scrittura a cui Baricco ha abituato i suoi lettori.
Un libro che lascia intravedere qual è il vero sogno di ogni scrittore. Del resto, lo aveva già detto in Novecento: “Sapeva leggere Novecento, non i libri. Quelli sono buoni tutti. Sapeva leggere la gente, i segni che la gente si porta addosso, posti, rumori, odori. La loro terra, la loro storia, tutta scritta addosso”.
Così due personaggi profondamente esatti e allo stesso tempo profondamente misteriosi ci portano alla scoperta di una piccola, grande magia.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Norwegian Wood – Haruki Murakami
Novecento – Alessandro Baricco

…e guarda anche
La Leggenda del Pianista sull’Oceano – Giuseppe Tornatore

Prendi in prestito questo libro su MediaLibraryOnLine e, se non sai di cosa stiamo parlando, corri nella biblioteca più vicina a casa tua per scoprirlo!

Leggi tutto ►