Archivio tag: libri

Annet Huizing

Come ho scritto un libro per caso

La Nuova Frontiera, 2018
avatar

Postato da
il

In una storia uno ha un’intuizione. Per quanto piccola possa essere. Prima pensava in un certo modo, poi succede qualcosa e alla fine cambia opinione.

E’ difficile avvicinare i ragazzi alla lettura ma è ancora più difficile avvicinarli alla scrittura. In un certo modo riesce in questa impresa “Come ho scritto un libro per caso”, il libro della scrittrice olandese Annet Huizing, pubblicato nel 2018 dalla casa editrice indipendente romana La Nuova Frontiera che con grande leggerezza, ironia e un’estrema contemporaneità insegna il piacere di scrivere ai ragazzi ma anche agli adulti.

La protagonista è una ragazza tredicenne di nome Katinka che ha perso la mamma da piccolissima. Vive con il fratello più piccolo Kalle e con il papà, uomo affettuoso e premuroso. Katinka ha da sempre un grande sogno: diventare una scrittrice. Ma la fantasia non basta per saper scrivere bene; ha bisogno di un’insegnante che le sveli i trucchi del mestiere.
E in questo modo fa amicizia con la vicina di casa Lidwien, scrittrice affermata, personaggio carismatico, anticonformista, un po’ sopra le righe, ma molto sensibile e umana che racconterà la propria esperienza di scrittrice alla giovane protagonista accompagnandola nell’affascinante mondo della scrittura. Un’altra donna orbita intorno alla vita  di Katinka, Dirkje, una giovane bellissima di cui il padre si innamora, rischiando di sconvolgere il consolidato nucleo familiare e di cancellare la così la memoria della madre. Intanto Katinka, arde di passione per la scrittura e grazie ai consigli di Lidwien, esprime le proprie emozioni per le cose che che le capitano e che ha dentro attraverso le pagine scritte che mano a mano crescono e si evolvono con lei.
I dialoghi quasi per caso e i confronti con Lidwien si trasformano in un vero e proprio corso di scrittura, che renderà la giovane protagonista una vera scrittrice capace di trasformare in parole i propri pensieri.

Katinka cresce con queste lezioni di scrittura creativa che sono anche un po’ lezioni di vita, e si ritroverà senza quasi essersene accorta ad aver realizzato il sogno bellissimo della scrittura, scrivendo un libro per caso.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche:
La guerra di Catherine – Julia Billet
L’anno in cui imparai a raccontare storie – Lauren Wolk
Il Lettore infinito – Aidan Chambers

Ascolta anche:
Il Favoloso Mondo Di Amelie – Yann Tiersen
Joni Mitchell – Blu
The shins – Wincing the night away 


Leggi tutto ►

Florence Thinard

MENO MALE CHE IL TEMPO ERA BELLO

Camelozampa, 2018, 220 p.
avatar

Postato da
il

Ben più tardi, quella stessa notte, Sarah scrisse nel diario di bordo:
Martedì 19 febbraio, ottavo giorno navigazione, 3:30.
Il vento ha girato e soffia, regolare, da nord est.
La nostra velocità è di 4 nodi.
A bordo va tutto bene. Per quanto possa sembrare strano , abbiamo fatto una festa e trascorso una splendida serata.
I ragazzi sono tutti magnifici per vitalità, coraggio, umorismo.
Non stiamo sopravvivendo, stiamo vivendo.

E’ un normalissimo martedì pomeriggio quando, probabilmente a causa di un fortissimo temporale, la biblioteca Jacques Prévert si stacca dal continente per prendere il largo verso l’oceano.

A bordo di quest’insolita imbarcazione ci sono la giovane bibliotecaria Sarah, il serissimo direttor Patisson, la signora Perez, addetta alle pulizie, la 1°F accompagnata dal professor Doubigny, insegnante di tecnologia e Said Hussein, vivace e tormentato teppista di quartiere.
La terraferma non si vede più e questa improbabile squadra di marinai non ha altra scelta che cavarsela come può, senza acqua, cibo e protezione ma con i libri della biblioteca a guidarli in un’incredibile avventura per la sopravvivenza.

In questo viaggio verso la libertà i protagonisti dovranno fare i conti con ogni sorta di avversità ma soprattutto con loro stessi e il naufragio diventerà l’occasione per riflettere, crescere, collaborare e, per qualcuno, addirittura innamorarsi.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Robinson Crusoe – D. Defoe
L’isola del tesoro – R.L. Stevenson
Moby Dick – H. Melville

…e guarda anche…
Jurassic Park III – Joe Johnston
Jumanji – Joe Johnston
Alla ricerca dell’isola di Nim – J. Flackett, M. Levin

…e ascolta anche…
Only time – Enya
Paradise – Coldplay

Leggi tutto ►

Festival di lettori, autori ed editori

Festival Letterario InChiostro

avatar

Postato da
il

Il festival Inchiostro, alla sua prima edizione, ha le idee chiare e vuole creare una tre giorni di festa, di dialogo e di ascolto dedicato ai lettori appassionati e curiosi di tutte le età, agli scrittori italiani e stranieri e agli editori indipendenti, protagonisti di una fiera che offre al pubblico l’occasione di conoscere libri e autori non sempre presenti nella grande distribuzione.

Dal 22 al 24 giugno, i chiostri del Sant’Agostino, a Crema “si animano di parole, di voci, di incontri e di libri, tantissimi libri” con un ricco programma che andrà “dai panel di discussione alle presentazioni a cura degli editori presenti in fiera, dagli incontri pomeridiani agli aperitivi letterari fino alle serate di grande respiro che si chiudono con un dopo festival dalle atmosfere soffuse.”

Da Vampiri contro metallari a Sguardi distopici sul futuro, dalle Altre letterature: la narrazione nel fumetto, nel videogioco e nel libro game a Tutti pazzi per Harry Potter, non mancheranno gli approfondimenti più curiosi ed intriganti.

Un in bocca al lupo speciale per la nostra redattrice Cinzia Carotti che sarà tra i relatori della tavola rotonda Gli italiani leggono poco. Tutta colpa della scuola?

Per maggiori informazioni:
Sito
Facebook
Instagram

Leggi tutto ►

qualcunoconcuicorrere.org (Libri per ragazzi, giovani adulti e adulti giovani)

avatar

Postato da
il

Qualcuno con cui correre è, in primis, il titolo di uno dei romanzi che sistematicamente, giunti in terza, suscita i maggiori entusiasmi tra i lettori “forti”, ma è anche, in secondo luogo, un’espressione che condensa in modo potente la metafora dell’importanza del libro e della lettura nel processo di crescita, e del suo magico potere di accelerarne il cammino.

Il progetto di qualcunconcuicorrere.org nasce in una classe, grazie ad un prof capace di rendere la lettura un’esperienza di gruppo, condivisa con e tra i suoi studenti.

La genesi del blog è ben spigata nella sua pagina “Chi siamo”: “Cinque anni fa ho deciso di abolire l’ora settimanale di “narrativa”, occupata tradizionalmente dalla lettura di un testo scelto all’inizio dell’anno dall’insegnante, e di sostituirla con l’ora di lettura individuale, momento didattico il cui primo obiettivo è quello di “condividere” il proprio rapporto con i testi e “contagiare” i lettori meno forti. In questo appuntamento settimanale, in ogni mia classe, si presentano libri, si commentano, si cercano e si proiettano booktrailer, dopodiché si passa alla lettura, ognuno con in mano il proprio romanzo. In poco tempo ho potuto sperimentare l’efficacia di questa didattica, e ho constatato come la relazione con una parte significativa dei miei alunni si sia straordinariamente arricchita, attraverso la condivisione dell’entusiasmo, o della delusione, per un libro letto.“. Dalla classe, si è poi passati al web, complice il fatto che i ragazzi coinvolti erano arrivati ad un corso di studi superiore.

Sul blog, oltre alle accattivanti recensioni, si possono trovare altre rubriche, come le bibliografie e (la mia preferita) l’”Incipit della settimana”.
Da un paio d’anni, i redattori sono coinvolti in numerose attività, sempre mirate a diffondere l’amore e il piacere della lettura.

Chi ha la fortuna di conoscere questi ragazzi, non può che restare incantato di fronte alla passione e alla serietà che mettono nel creare e promuovere gli ottimi contenuti del sito.

Per saperne di più:
Blog qualcunoconcuicorrere.org
Facebook
Twitter
Google+
Instagram
Youtube

Leggi qui la nostra recensione di Qualcuno con cui correre di David Grossman, da cui prende il nome questo blog.

Leggi tutto ►

Michael Grandage

Genius

Gran Bretagna - USA, 2016
avatar

Postato da
il

Genius, arrivato nelle sale cinematografiche italiane nel mese di novembre racconta la storia del rapporto fra lo scrittore Thomas Wolfe e Max Perkins, suo editore per la casa newyorkese Charles Scribner’s sons. Max Perkins, già scopritore di talenti quali Scott Fitzgerald e Ernest Hemingway, che non mancheranno di comparire durante tutto il film, incontra per la prima volta Thomas Wolfe il 2 gennaio 1929. Fin da subito l’editore intuisce il genio ribelle dell’autore, bisognoso di sostegno e attenzione. Perkins, tra incontri e scontri, riuscirà a far raggiungere il successo allo scrittore con Angelo, guarda il passato e Il fiume e il tempo poi.

Guardando il film si può percepire quasi un attaccamento morboso fra i due, Perkins considera Wolfe come il figlio maschio che non ha mai avuto, mentre Wolfe considera l’editore come punto di riferimento per la sua vita;  questo li porterà ad estraniarsi da tutto ciò che li circonda mettendo in crisi il rapporto dei due con le rispettive famiglie. La pellicola si ispira alla biografia di Max Perkins, Max Perkins. Editor of Genius. La figura di Thomas Wolfe, interpretata da Jude Law rispecchia il carattere di genio e sregolatezza dello scrittore, mentre quello di Perkins, interpretato da Colin Firth, descrive una figura solida, quasi indifferente alla vita. Il film, diretto da Michael Grandage, ha un ritmo incalzante, riesce a raccontare molto bene il rapporto tra l’editoria e gli scrittori, il tutto in una cornice perfettamente delineata che è la New York nella fine degli anni ‘20.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…

Midnight in Paris – Woody Allen

Il discorso del re – Tom Hooper

Leggi anche…

T. Wolfe, O Lost

S. Fitzgerald, Il grande Gatsby

E. Hemingway, Di là dl fiume e tra gli alberi

Ascolta anche…

Conal Fowkes

locandinapg1

REGIA: Michael Grandage
ATTORI: Colin Firth, Jude Law, Nicole Kidman, Guy Pearce, Laura Linney, Dominic West,
SCENEGGIATURA: John Logan
FOTOGRAFIA: Ben Davis
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
DURATA: 104 Min

 

Leggi tutto ►

Ron Howard

Inferno

U.S.A. 2016
avatar

Postato da
il

Io sono l’Ombra.
Attraverso la città dolente, io fuggo.
Attraverso l’eterno dolore, io prendo il volo
.

Dopo Il codice Da Vinci e Angeli e Demoni, il regista Ron Howard torna sui grandi schermi con Inferno; film tratto, come i precedenti, da un romanzo di Dan Brown. Attore protagonista è sempre un ottimo Tom Hanks il quale interpreta lo studioso di simbologia Professor Landon.

Il film si apre con il protagonista che si sveglia in stato confusionale in un ospedale di Firenze, arriva poi un giovane carabieniere dall’aria sospetta così, con l’aiuto della dottoressa Sienna Brooks decide di scappare. Inizia una dura e lunga corsa contro il tempo per salvare la popolazione mondiale dal genio malato Bertrand Zobrist, studioso di genetica, il quale vuole risolvere il sovrappopolamento mondiale diffondendo un virus letale.

Il filo conduttore della vicenda, come deducibile dal titolo, è la Divina Commedia di Dante. La storia si svolge in tre città: Firenze, Venezia e Istanbul, ha spesso riferimenti alla storia e alla cultura del posto.

Il film è meno enigmatico dei precedenti, ma riesce comunque a creare quella sensazione di ansia e suspance, le scene si susseguono velocemente, tra pericoli da evitare e prove da superare.

Ora non resta che andare a vederlo al cinema e scoprire se ancora una volta Robert Landon riuscirà a salvare il mondo…

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche..

Il codice Da Vinci

Angeli e Demoni

Leggi anche…

D.Brown, Inferno

D.Brown, Il codice Da Vinci

D.Brown, Angeli e Demoni

Inferno_(2016_film)

 

Regia: Ron Howard

Sceneggiatura: David Koepp

Fotografia: Salvatore Totino

Durata: 121 min.

Cast: Tom Hanks, Felicity Jones, Ben Foster, Omar Sy, Irrfan Khan, Sidse Babett Knudsen, Fausto Maria Sciarappa, Ana Ularu

Leggi tutto ►

festivaletteratura

Festivaletteratura 2016

DAL 7 ALL' 11 SETTEMBRE 2016 A MANTOVA
avatar

Postato da
il

Il 2016 è un anno davvero speciale per la bellissima città di Mantova: nominata Capitale Italiana della Cultura, si appresta ad ospitare anche la ventesima edizione del Festival della Letteratura, appuntamento tra i più attesi dagli amanti del libro.
Il Festival si svolgerà tra il 7 e l’11 Settembre prossimi, con un ricco programma di eventi, consultabile qui. Moltissimi gli autori presenti a Mantova, tra cui l’attesissimo Jonathan Safran Foer che nell’anteprima della manifestazione, Sabato 3 Settembre, presenterà la sua ultima opera, Eccomi.
Focus specifici saranno dedicati al tema delle migrazioni, alla letteratura canadese ed al quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare.
Sarà visitabile l’interessante mostra La Biblioteca elegante dedicata alla moda nella letteratura italiana tra l’Ottocento e il Novecento ed organizzata dalla Rete Bibliotecaria Mantovana e dalla Biblioteca Nazionale di Firenze.
Da segnalare infine la sezione specifica dedicata a Storie di videogiochi, all’interno della quale verranno proposti incontri con esperti, autori di videogiochi e scrittori, lezioni spettacolo, laboratori, sale gioco.

Leggi tutto ►

Paolo Virzì

Il Capitale Umano

Italia, 2013
avatar

Postato da
il

« – Avete scommesso sulla rovina di questo Paese e avete vinto.
- “Abbiamo” vinto. Ci sei anche tu, amore. »

Il film ambientato in Brianza racconta le vicissitudini di due famiglie, i Bernaschi imprenditori benestanti e gli Ossola appartenenti al ceto medio. Le due famiglie sono legate dall’apparente storia d’amore dei due figli: Serena Ossola e Massimiliano Bernaschi. Il film, diviso in quattro parti, inizia con un SUV che in piena notte investe un ciclista. I primi tre capitoli raccontano gli avvenimenti dei sei mesi precedenti all’incidente attraverso gli occhi di tre dei protagonisti, questo aiuterà poi a trarre le conclusioni nella parte finale.

Dino Ossola, agente immobiliare, sempre alla ricerca di modi per arricchirsi e padre di Serena cerca di avvicinarsi alla figlia facendo amicizia e poi entrando in affari col padre del suo ragazzo.

Carla, ricca e insoddisfatta moglie di Giovanni Bernaschi e madre di Massimiliano, la quale non godendo delle attenzioni del marito passa le giornate comprando oggetti di ogni genere. Il marito decide di affidarle la battaglia per salvare un antico teatro della città, che però poi deciderà di vendere per sanare i suoi debiti. Così Carla, sentendosi inutile e trascurata, lo tradirà con il direttore artistico del teatro.

Serena Ossola, stima poco il padre e ha un rapporto complesso con la matrigna che fa la psicologa. Finge di stare con Massimiliano, per non ferire Carla, la quale si è affezionata a lei. Un giorno nello studio della matrigna incontra Luca, uno strano e introverso ragazzo che abita nelle case popolari con lo zio, e che in passato è stato accusato di spaccio proprio al posto di quest’ultimo e del quale si innamorerà.

Nel capitolo finale, la polizia, grazie alle indagini e “all’aiuto” di Dino riuscirà a scoprire il vero colpevole dell’incidente, e questo porterà a non poche conseguenze per tutti i protagonisti del film.

La pellicola è ispirata al libro Il Capitale Umano di Stephen Amidon. Un film che si può definire allo stesso tempo drammatico e social – noir.  Indaga a fondo nella psicologia dei personaggi: nei loro vizi e debolezze, e analizza temi attuali quali la corruzione, il mondo degli affari, l’amore, la crisi coniugale, l’età dell’adolescenza, l’alcol. Un film impegnativo, e drammatico, che tiene incollato lo spettatore allo schermo, con un finale inaspettato, e che porta ad una profonda riflessione sulla società attuale.

Ti è piaciuto questo film?

Allora guarda anche…
Perfetti sconosciuti – Paolo Genovese
La grande bellezza – Paolo Sorrentino

Leggi anche…
S. Amidon, Il capitale umano

Ascolta anche…
I’m sorry -  Jackie O’s farm
e l’album Lukas Graham ( Blue Moon)

49412

Regia: Paolo Virzì
Sceneggiatura: Paolo Virzì, Francesco Bruni, Francesco Piccolo
Fotografia: Jerome Almeras
Montaggio: Cecilia Zanuso
Musica: Carlo Virzì
Cast: Fabrizio Bentivoglio, Matilde Gioli, Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Gifuni, Guglielmo Pinelli, Giovanni Anzaldo

Leggi tutto ►

Caro prof, io quest’estate leggo Mastro Don Gesualdo. Tu, in cambio, leggi…

avatar

Postato da
il

Su questo blog siamo abituati a raccontarci attraverso i libri, i film e gli album che recensiamo.

In questo post, parliamo, invece, in prima persona di una cosa che sta molto a cuore a noi, come bibliotecari: le letture consigliate dagli insegnanti per l’estate.

Una premessa è doverosa: comprendiamo il punto di vista degli insegnanti, la mancanza di tempo, i ragazzi che sembrano non interessarsi a nulla. Sappiamo anche che non si può generalizzare. Ci sono splendide esperienze portate avanti da persone che sanno davvero come legare ragazzi e libri. Tuttavia, da professionisti che cercano con il proprio lavoro quotidiano di far capire quanto sia magico e meraviglioso il mondo dei libri, proviamo spesso una grande frustrazione nel vedere certe bibliografie estive.

Libri scelti senza amore. Libri che gli insegnanti non hanno chiaramente mai letto. Libri del tutto inadeguati ai ragazzi che ci troviamo di fronte. Bibliografie che sono solo un lungo elenco di titoli, perché l’insegnante non le ha presentate in alcun modo alla classe. La solita trafila di Calvino- Pirandello- Verga- Goldoni. Libri per adolescenti, che trattano temi duri e complessi consigliati a ragazzini che non hanno la maturità emotiva per affrontarli. Libri la cui ultima edizione risale agli anni ’60.

Per questo abbiamo deciso di lanciare una sfida!

Qui di seguito trovate un elenco di titoli selezionati tra le nostre recensioni. Si tratta di libri che, in un modo o nell’altro, riteniamo necessari per comprendere il mondo dei ragazzi e il delicato rapporto tra loro e la lettura.

Cari prof, così come i vostri studenti si porteranno sotto l’ombrellone Il fu Mattia Pascal o I Malavoglia, perché voi non provate uno di questi libri? Si tratta di un’ipotetica bibliografia preparata dai vostri ragazzi come “compito delle vacanze” per voi!

Speriamo che alcuni dei nostri consigli possano colpirvi al punto da parlarne con i vostri studenti una volta rientrati in classe. Perché il miglior modo per far comprendere ai ragazzi quanto sia bello un libro, è dire loro quanto noi per primi lo abbiamo amato!

Raccontami di un giorno perfetto – Jennifer Niven
Bunker diary- Kevin Brooks
Sette brevi lezioni di fisica- Carlo Rovelli
YA. La battaglia di Campocarne- Roberto Recchioni
La sovrana lettrice – Alan Bennett
Amy Winehouse : Fino alla morte – Episch Porzioni : Prince Greedy
Valeana – Martita Fardin
Fuori a rubar cavalli – Per Petterson
Anthony Doerr- Tutta la luce che non vediamo
Un ragazzo- Nick Hornby
La banda dei brocchi- Jonathan Coe
Qualcuno con cui correre- David Grossman
Miss Charity- Marie- Aude Murail
Ciò che inferno non è- Alessandro D’Avenia

Leggi tutto ►

Mare di libri- Festival dei ragazzi che leggono

avatar

Postato da
il

La prima volta che ho sentito parlare del festival, non ho compreso fino in fondo il ruolo che i giovani giocano nella sua ideazione e funzionamento. (…) Ma quando sono arrivato a Rimini, ad accogliermi in stazione c’era una ragazza che, mi ha raccontato, collabora con il festival da quando aveva dodici anni. In quel momento ho capito che ad attendermi c’era un’esperienza unica.
(James Lecesne)

Mare di libri è un festival speciale. Non solo è la prima ed unica rassegna italiana di questo tipo dedicata agli adolescenti, ma ha anche il pregio di essere pensato, fatto ed organizzato interamente dai ragazzi stessi.

Ogni anno, a Rimini, i giovani lettori vengono invitati dai loro coetanei coinvolti nella logistica del festival, a partecipare ad eventi, incontri con autori, spettacoli…

Mare di libri nasce da un’idea delle libraie della libreria Viale dei Ciliegi, 17 di Rimini ma, fin dalla prima edizione, è stato affidato completamente ad un gruppo di volontari, scelti tra i ragazzi delle scuole superiori e medie della zona.

L’edizione 2016 si terrà dal 17 al 19 giugno. Sul sito dedicato al festival è possibile trovare il programma completo.

Alla manifestazione sono legati il concorso dedicato ai booktrailer Ciak, si legge! e il Premio Mare di Libri (nel quale, una giuria di dieci grandi lettori tra i 14 e i 15 anni decreterà quale è stato il miglior libro per adolescenti pubblicato nel 2015).

Maggiori informazioni su:
Sito del Festival
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram

Leggi tutto ►