Archivio tag: l’onda

Aki Kaurismaki

Miracolo a Le Havre

Finlandia - Francia - Germania, 2011
avatar

Postato da
il

“Hai pianto?”
“No!”
“Bene. Non serve a niente.”

“Sono il fratello albino”

Si, ancora un film sull’immigrazione. E che film.
Basterebbe il commento di uno spettatore per rendere al meglio: “Per fortuna che ci sono ancora i film di Kaurismaki!! Nuvole dense color pastello mosse da un demone fantastico che irradia di strani verdi, rossi e azzurrini le piccole case da fiammiferaie, le radio squadrate, i tanti utensili del mestiere di vivere.”
A discapito della loro densità, queste nuvole illuminano la vita di Marcel, romantico lustrascarpe, e di Arletty, sua amata moglie: vivono la loro esistenza agrodolce un quartiere dimesso di Le Havre, città di mare che unisce nostalgia e poesia, risate amare e lacrime di gioia.
A scombussolare ulteriormente la vita di Marcel è Idrissa, ragazzino del Gabon trovato chissà come in un container e deciso ad andare a Londra…che fare? Non resta che aiutarlo.
Un tema importante trattato con rispettosa leggerezza, ironia intelligente, senza falsa retorica ma al contrario con esilarante tragicità.
Basta adesso però: per questo lavoro non serve usare paroloni esclamativi o gridare al miracolo.
E’ semplicemente un bel film come non se ne vedevano da tempo.

Ti è piaciuta questo film? Allora guarda anche…
Laurent Cantet – Foxfire
Dennis Gansel – L’onda
Laurent Cantet – La classe

…e leggi anche
Hector Tobar – L’estate dei barbari
Craig Thompson – Blankets
Lucy Maud Montgomery – Anna dai capelli rossi

…e ascolta anche
Libero – Little Bob
Statesboro blues – Blind Willie McTell
Bolero – Antero Jakoila

miracolo-a-le-havre-locandina

Regia : Aki Kaurismäki
Soggetto : Aki Kaurismäki
Fotografia : Timo Salminen
Durata: 93′

Interpreti e personaggi principali:
André Wilms : Marcel Marx
Kati Outinen : Arletty
Jean-Pierre Darroussin : Monet
Blondin Miguel : Idrissa
Elina Salo : Claire
Evelyne Didi : Yvette
Jean-Pierre Léaud : L’informatore

Leggi tutto ►

Todd Strasser

La bomba

Rizzoli, 2014, 262 p.
avatar

Postato da
il

Non c’è modo di sfuggire alle grida disperate delle persone che sono state lasciate fuori. Con lo stomaco sottsopra e il cuore che batte forte, cerco di trattenere le lacrime e desidero con tutto il cuore che il fracasso sparisca.
E poi un nuovo rumore, più distante… sempre più forte, come una serie di tuoni. Poi un boato, e un ultimo orribile grido subito soffocato dal suono assordante di vetri infranti e pareti crollate.

Nel 1962, con la crisi dei missili di Cuba, la popolazione degli Stati Uniti deve affrontare la minaccia di un attacco nucleare sovietico. Scott vede entrare nella sua quotidianità esercitazioni antiaeree, l’ingombrante rifugio antiatomico che suo padre, unico nel quartiere, decide di costruire e, soprattutto,la paura della morte e la consapevolezza che la sua vita potrebbe cambiare radicalmente da un momento all’altro.
A differenza di quanto avvenuto nella realtà, nel racconto di Todd Strasser, gli Stati Uniti vengono attaccati. Nella notte in cui la bomba esplode, i vicini di Scott entrano con la forza nel rifugio, pensato per quattro persone e che ora ne deve contenere una decina.
Todd Strasser ci racconta due storie parallele: da una parte la serena vita di Scott prima della bomba e dall’altra la paura, la fame e la vergogna per la mancanza di intimità del rifugio.
Come già aveva fatto nel suo precedente bellissimo romanzo L’Onda, l’autore racconta le reazioni di persone normali in situazioni eccezionali. La rabbia, la paura e la disperazione possono rendere spietato chiunque, anche il più caro amico.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
L’onda- Todd Strasser
In trappola- Michael Northrop
Il rifugio- S.A. Bodeen

Prendi in prestito questo libro su MediaLibraryOnLine e, se non sai di cosa stiamo parlando, corri nella biblioteca più vicina a casa tua per scoprirlo!

Leggi tutto ►

Dennis Gansel

L’onda

Germania, 2008
avatar

Postato da
il

Ci siamo ritenuti esseri speciali, migliori di tutti gli altri ma la cosa peggiore è che abbiamo escluso dal gruppo chi non la pensava come noi. Li abbiamo feriti. E non voglio immaginare che altro avremmo potuto fare.

 
Spiegare il nazismo sembra una cosa ormai scontata. Tutti conoscono i fatti e sanno cosa è accaduto. Ma cosa farebbero dei ragazzi qualunque se si trovassero a vivere in una società fascista? Quanto sarebbe per loro semplice lasciarsi coinvolgere da un movimento che gran parte di loro ritiene giusto? E quanti, invece, avrebbero il coraggio di opporsi? L’Onda nasce nel corso di una lezione di storia, dal desiderio di un insegnante di far capire davvero ai propri studenti cosa ha vissuto la Germania con il nazismo. L’omologazione del pensiero si trasforma però in esclusione di chiunque non appartenga al movimento, con conseguenze devastanti soprattutto tra i ragazzi più emarginati, che avevano visto nella nuova eguaglianza instauratasi uno strumento di riscatto sociale. Tanto il film quanto il libro da cui è stato tratto sono ispirati alla storia vera dell’esperimento denominato “La terza onda” che si è svolto in una scuola californiana negli anni ’60.

 
Ti è piaciuto questo film? Allora leggi anche…
Un gioco da bambini- J.G. Ballard
L’onda- Todd Strasser
 
… e guarda anche
Elephant- Gus Van Sant

 
L'onda- Dennis Gansel
 
Regia: Dennis Gansel
Sceneggiatura: Johnny Dawkins- Ron Birnbach
Durata: 107′
 
Interpreti e personaggi
Jurgen Vogel: Rainer Wenger
Christiane Paul: Anke Wenger
Max Riemelt: Marco
Jennifer Ulrich: Karo

Leggi tutto ►