Archivio tag: matrimonio

SUNAO KATABUCHI

IN QUESTO ANGOLO DI MONDO

2016, Giappone
avatar

Postato da
il

Anche se siamo in guerra le cicale friniscono e le farfalle volano.

Giappone, 1944. Il mondo della piccola Suzu cambia radicalmente quando viene chiesta in sposa da un giovane ufficiale della marina militare in stanza a Kure, una tranquilla cittadina nella periferia di Hiroshima.

Questa nuova vita mette da subito a dura prova il temperamento genuino e solare di Suzu. Oltre alle impegnative responsabilità domestiche e al complicato rapporto con la cognata, gravano sulle sue spalle i devastanti effetti del coinvolgimento del Giappone nella Seconda Guerra Mondiale.
Il pesante razionamento alimentare, i continui bombardamenti, la perdita di una mano e la morte delle persone a lei più care, piegheranno Suzu senza mai farla cadere.
La sua silenziosa lotta per la sopravvivenza e la sua implacabile determinazione guideranno lei e la sua famiglia verso la rinascita.

Presentando in modo scrupoloso una quotidianità apparentemente insignificante, In questo angolo di mondo racconta l’orrore della guerra da un punto di vista insolito, quello di una popolazione innocente e totalmente impotente.
La pellicola diretta da Sunao Katabuchi è delicata e straziante al tempo stesso; tocca lo spettatore poco a poco, coinvolgendolo profondamente.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Your name – Makoto Shinkai
Pearl Harbor – Michael Bay

… leggi anche..
Hiroshima. Nel paese dei fiori di ciliegio – Fumiyo Kono

… ascolta anche…
Light – Sleeping at Last
A real hero – Collage ft.Eletric Youth

Regia-Sceneggiatura: Sunao Katabuchi
Fotografia: Yuya Kamazawa
Montaggio: Kashiko kimura
Musiche: Kotringo
Durata: 129′

Leggi tutto ►

PHILIPPE DE CHAUVERON

Non sposate le mie figlie!

Les films du 24, Francia, 2014
avatar

Postato da
il

Articolo di Laura Festari

Amico di famiglia: “Chi è quella gente? Sono i giardinieri?”
Marie: “In realtà sono i nostri generi…”

Francia, XXI secolo.

I Verneuil sono una normalissima famiglia borghese con quattro splendide figlie.
Le tre più grandi si sono finalmente sistemate con tre uomini francesi conosciuti a Parigi e la quarta, Laure, sta per convolare a nozze con Charles.
Che cosa, allora, rende così preoccupati e perplessi papà Claude e mamma Marie?

Da guardare obbligatoriamente in compagnia, Non sposate le mie figlie! è uno di quei film comici, esilaranti, uno di quelli che ti fanno a ridere fino alle lacrime, ma che poi, alla fine, ti fanno anche un po’ a riflettere.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
La famiglia Bélier- Éric Lartigau

non-sposate-le-mie-figlie

Regia: Philippe de Chauveron

Sceneggiatura: Philippe de Chauveron- Guy Laurent
Musiche: Marc Chouarain
Fotografia: Vincent Mathias

Interpreti e personaggi
Christian Clavier- Claude Verneuil
Chantal Lauby- Marie Verneuil
Ary Abittan- David Benichou
Medi Sadoun- Rachid Benassem
Frédéric Chau- Chao Ling
Noom Diawara- Charles Koffi
Frédérique Bel- Isabelle Verneuil
Julia Piaton- Odile Verneuil
Émilie Caen- Ségolène Verneuil
Élodie Fontan- Laure Verneuil

Leggi tutto ►

Julia Pierpont

Tra le infinite cose

Mondadori, 2016
avatar

Postato da
il

Kay e Simon sono i figli di una ricca e culturalmente importante famiglia di New York. Il padre Jack è uno stimato insegnante d’arte e un artista contemporaneo di ampia fama, Deb invece è un’ex ballerina ormai impegnata in lavori sociali e a crescere i due figli in una giungla urbana. Tutto inizia ad incrinarsi con l’arrivo di un pacchetto indirizzato espressamente a Deb che svelerà un segreto pesantissimo che si ripercuoterà sulla vita di tutti.

Tra le infinite cose è il romanzo d’esordio della giovanissima Julia Pierpont salutato in tono entusiasta da uno dei massimi scrittori americani Jonathan Safran Foer. E’ un romanzo danzante e splendido che ruota attorno alle “infinite cose” che non vanno; quelle che si frantumano senza risparmiare nessuno. Attraverso queste pagine scopriamo come a caratterizzare i personaggi non siano lunghe descrizioni quanto le azioni che essi compiono per aggiustare proprio quelle infinite cose, che sono i sentimenti, lo stare insieme, i desideri degli altri e i propri, mettendocela tutta oppure lasciando che tutto accada senza muovere un muscolo. La scrittrice gioca con il tempo tagliando quelle parti della vita che scorrono senza modificare il corso degli eventi liquidandoli in poche righe per poi concentrarsi negli avvenimenti cruciali dei protagonisti con ampi zoom quasi maneggiasse una macchina da presa e noi stessimo assistendo a un documentario di altissima qualità.

Un romanzo di formazione agile e godibile consigliato a chi vuole vivere interamente i dubbi e le sensazioni dei protagonisti.

Se ti è piaciuto leggi anche:

Domenico Starnone, Lacci

Ascolta anche:

Veronica Falls, Veronica Falls

Guarda anche:

Derek Cianfrance, Come un tuono

Leggi tutto ►

Deniz Gamze Ergüven

Mustang

2016, Turchia
avatar

Postato da
il

La casa si trasformò in una fabbrica di casalinghe di massima sicurezza

In un villaggio costiero turco la giovane Lale e le sue sorelle maggiori Nur, Ece, Selma e Sonay festeggiano la fine dell’anno scolastico. La loro insegnante preferita sta per lasciare il piccolo paese per recarsi nella promettente Istanbul e le giovani, insieme ai loro compagni, vogliono celebrare la sua partenza. La festa si protrae in la spiaggia sino a tarda sera. Più veloce della loro felicità è la morale del paese, che estremamente religiosa, mette in circolo la voce riguardo i loro approcci con i ragazzi infangando così l’innocenza delle cinque bellissime sorelle. Ad attenderle al ritorno c’è la nonna che tenta di difendere le ragazze dallo zio, tutore legale delle giovani alla scomparsa dei loro genitori, che invece adotta un regime patriarcale e ancestrale. Le sorelle diventano merce di scambio per intessere matrimoni e nuove relazioni in grado di garantire soldi e prosperità alla famiglia. Non esiste più la scuola se non quella di preparazione per i matrimoni combinati: economia domestica, cucina, educazione sessuale volta al soddisfacimento del marito e la cura dei figli. Ma le giovani sono come cavalli selvaggi, i famosi mustang appunto, e sapranno fare fronte alle angherie tiranniche dello zio con una grazia tale da renderle quasi surreali.

Folgorante film esordio per la regista turca Ergüven che ha saputo mettere in scena, con travolgente eleganza, i volti di cinque donne senza tempo. Sorelle, amiche, complici, tra capelli da spazzolare, fughe di casa da pianificare, stanze da letto in cui nuotare e matrimoni combinati da accettare o da cui scappare. Non c’è spazio per la tragedia o la riflessione. È una ribellione emotiva traslata nel tempo e nello spazio di questa pellicola. Emozioni e silenzi, innocenza e meraviglia sensuale entrano quindi come un turbine in corsa attraverso queste giovani simbolo di tutte le donne costrette a vincere o vivere le proprie emozioni a causa dei condizionamenti sociali. Ogni compromesso è una menzogna che prima o poi si paga a caro prezzo; mentre questo film vuole mostrarci cosa significa essere autenticamente se stessi a ogni costo e senza alcuna sfumatura – come solo la giovinezza può essere. La stagione della bellezza diventa una forza naturale di riscatto, nessuno può, infatti, opprimere la vita e sperare che essa ubbidisca. Quel senso di liberà irrinunciabile, come valore intrinseco alla propria inesauribile identità, e’ stato veicolato proprio dalla giovane insegnante -causa e motore involontario della vicenda- dimostrando con pochissime pennellate quanto sia importante il ruolo dei docenti nel corso delle nostre vite.

Come la Oates prima di lei, la Ergüven ha il pregio e la forza espressiva di non relegare la questione femminile all’interno di una cornice di genere ma trasferisce il sentimento femminile violato e oppresso nell’infelicità maschile dimostrando come le due metà del cielo diventino incomunicabili nel loro dolore reciproco e senza soluzione; se non quella di abbandonare una cultura fatta di sensi di colpa e ruoli soffocanti.

Se ti è piaciuto guarda anche:
Fox fire, Canet Lauren

Leggi anche:
Due o tre cose che avrei dovuto dirti, Oates Carol Joyce
Mia, Antonio Ferrara
Ragazze cattive, Oates Carol Joyce

Ascolta anche:
Anna Calvi, Anna Calvi

mustang_poster

Regia: Deniz Gamze Ergüven
Sceneggiatura: Deniz Gamze Ergüven, Alice Winocour
Musiche: Warren Ellis
Cast: Güneş Şensoy, Doğa Doğuşlu, Elit İşcan, Tuğba Sunguroğlu, İlayda Akdoğan, Nihal Koldaş, Ayberk Pekcan, Erol Afşin

Leggi tutto ►

Gurinder Chadha

Sognando Beckham

USA Gran Bretagna Germania, 2002
avatar

Postato da
il

Se ora rinunci al calcio, domani a cosa rinuncerai?

Jess, diciottenne londinese di origine indiana, vive una grande passione per il calcio, sport che pratica fin da piccola. E’ davvero brava, tanto che un giorno viene scoperta da una locale squadra di calcio femminile. E’ la sua occasione per iniziare a giocare come professionista, il suo sogno.  Tuttavia questo suo desiderio si scontra con la volontà dei genitori, ancora profondamente legati alle tradizioni indiane: sognano per la figlia un futuro diverso, una laurea in legge ed il matrimonio con un ragazzo indiano. Nella squadra Jess incontra l’amicizia e l’amore, ed anche qui le difficoltà e le incomprensioni non mancano.
“Sognando Beckham” è una commedia piacevole, rilassante, che affronta con tono leggero e divertente i grandi conflitti tipici della crescita (generazionale, culturale, affettivo), quando adulti e ragazzi sembrano vivere mondi ed aspettative inconciliabili, cercano di comprendersi, si avvicinano e si allontanano in quel difficile gioco delle parti che è poi la vita.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche Febbre a 90′ – Nick Hornby

vedi anche East is East – Damien O’Donnell

ed ascolta anche
Darshan – B21
Inner smile – Texas

locandina sognando beckham

Regia: Gurinder Chadha
Sceneggiatura: Guljit Bindra, Gurinder Chadha, Paul Mayeda Berges
Fotografia: Jong Lin
Musiche: Craig Pruess
Durata: 112′

Interpreti e personaggi:
Parminder Nagra
: Jess Bahmra
Keira Knightley: Jules Paxton
Jonathan Rhys-Meyers: Joe
Anupam Kher: Mr. Bahmra
Archie Panjabi: Pinky Bahmra

Leggi tutto ►