Archivio tag: michael giacchino

Jon Watts

Spider-man: Homecoming

Marvel Studios, 2017
avatar

Postato da
il

Peter Parker: “Quindi, per entrare negli Avengers devo fare qualche prova o un colloquio?”
Tony Stark:”Solo, non fare nulla che io farei. E non fare nulla che io non farei”

In questa pellicola fresca fresca dei Marvel Studios, il protagonista è finalmente solo Spider-Man (o quasi).
L’Uomo Ragno/Peter Parker -interpretato da un ottimo Tom Holland- dopo aver combattuto insieme agli Avengers, è stanco di essere solo “l’amichevole Spider-Man di quartiere” e vuole dimostrare il suo vero potenziale, anche se sconsigliato da Iron-man.
L’occasione per fare cose più serie si presenta quando il nemico L’Avvoltoio -Michael Keaton- e i suoi scagnozzi decidono di vendere armi derivate da tecnologie aliene sul mercato nero.
Spider-Man decide quindi di mentire ad Iron-Man e cercare di sventare da solo questa minaccia.

L’ultima pellicola sull’Uomo Ragno è un ottimo film. Equilibrato, non esagerato come tipico della saga degli Avengers, ma comunque pieno di azione. Non mancano i momenti divertenti, com’è giusto che sia in un film di Spider-Man.
Riuscirà l’eroe spara-ragnatele a mettere da parte l’imprudenza adolescenziale e dimostrarsi un eroe maturo e responsabile?

53237

Se ti è piaciuto guarda anche: Avengers: Civil War – Anthony e Joe Russo
Leggi anche: Collana “Spider-man: la grande avventura” – Corriere della Sera
Ascolta anche: Colonna sonora del film – Michael Giacchino

Leggi tutto ►

J.J. Abrams, Damon Lindelof

Lost

ABC, 2004
avatar

Postato da
il

“Auguri fratello, ad un’altra vita!”

Non puoi dire di essere un amante delle serie tv se non hai mai visto Lost.

Lost è una serie televisiva nata nel 2004 e conclusasi nel 2010 creata da J. J. Abrams, Damon Lindelof e Jeffrey Lieber e prodotta da Abc.

Il 22 Settembre 2004 l’aereo 815 della compagnia Oceanic Airlines, in volo da Sydney a Los Angeles, precipita su un’isola al largo dell’oceano. I sopravvissuti cercano di resistere in attesa dei soccorsi. Fin da subito vengono però investiti da una serie di inspiegabili eventi.

Sono proprio i misteri la colonna portante di Lost: dagli orsi polari, passando dalla botola sigillata o dai numeri 4 8 15 16 23 42, fino agli “Altri”. In un crescendo di suspance e stranezze, la serie si arrampica su teorie e supposizioni degli spettatori, che verranno alla fine risolti o dalla serie stessa, o da indizi che gli spettatori dovranno cercare da soli (facendosi aiutare la Lostpedia).
Si possono trovare tutte le 114 puntate, distribuite sulle 6 stagioni, anche su Netflix (un ottimo motivo per farsi un account, ve lo garantisco!).

Consigliata soprattutto a chi non ha mai visto una serie tv.
Impossibile non farsi rapire da Lost: la miriade di personaggi ognuno col proprio passato, la storia, le musiche di Michael Giacchino, l’ambientazione (difficile che le Hawaii passino inosservate), i vari riferimenti a letteratura, cinema, filosofia e scienze; ognuno avrà pane per i suoi denti.

lost-skimo

Guarda anche: Inception, di Christopher Nolan
Leggi anche: Il Simbolo Perduto, di Dan Brown
Ascolta anche: Colonna sonora di Up, di Michael Giacchino

Leggi tutto ►