Archivio tag: migrazioni

festivaletteratura

Festivaletteratura 2016

DAL 7 ALL' 11 SETTEMBRE 2016 A MANTOVA
avatar

Postato da
il

Il 2016 è un anno davvero speciale per la bellissima città di Mantova: nominata Capitale Italiana della Cultura, si appresta ad ospitare anche la ventesima edizione del Festival della Letteratura, appuntamento tra i più attesi dagli amanti del libro.
Il Festival si svolgerà tra il 7 e l’11 Settembre prossimi, con un ricco programma di eventi, consultabile qui. Moltissimi gli autori presenti a Mantova, tra cui l’attesissimo Jonathan Safran Foer che nell’anteprima della manifestazione, Sabato 3 Settembre, presenterà la sua ultima opera, Eccomi.
Focus specifici saranno dedicati al tema delle migrazioni, alla letteratura canadese ed al quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare.
Sarà visitabile l’interessante mostra La Biblioteca elegante dedicata alla moda nella letteratura italiana tra l’Ottocento e il Novecento ed organizzata dalla Rete Bibliotecaria Mantovana e dalla Biblioteca Nazionale di Firenze.
Da segnalare infine la sezione specifica dedicata a Storie di videogiochi, all’interno della quale verranno proposti incontri con esperti, autori di videogiochi e scrittori, lezioni spettacolo, laboratori, sale gioco.

Leggi tutto ►

Giuseppe Catozzella

Non dirmi che hai paura

Feltrinelli, 2014, 236 pp.
avatar

Postato da
il

Ecco, la guerra, per esempio, mi ha portato via il mare. Però, in compenso, mi ha fatto venire voglia di correre. Perchè grande come il mare è la mia voglia di andare. La corsa è il mio mare.

Quando si vive in un Paese martoriato dalla guerra, soffocato dall’integralismo, imbruttito dalla miseria, il Viaggio diventa l’unica soluzione, la sola speranza di realizzare un grande sogno.

Samia vive a Mogadiscio. Fin da bambina mostra un talento innato per la corsa e si allena senza risparmiarsi tra le macerie della sua città, indossando il burqa, sfidando quotidianamente pericoli. Gode dell’appoggio incondizionato della sua famiglia, con la quale vive un rapporto di profonda unione e condivisione. Non rinuncia al proprio sogno nemmeno quando ogni cosa sembra precipitare. Decide di partire, di andar via dalla Somalia, verso un futuro costellato di riconoscimenti e serenità.

Questo libro, finalista al Premio Strega, racconta una storia vera, da scoprire pagina dopo pagina, vivendo in completa empatia con la protagonista, immedesimandosi progressivamente.

E alla fine, vi assicuro, guarderete al mondo, alle grandi migrazioni, ai fatti di cronaca con occhi diversi. E forse capirete, come è capitato a me, che dietro ad ogni viaggio c’è semplicemente l’aspirazione di un uomo (o di una donna) ad una vita migliore. Un desiderio del tutto legittimo che merita sempre il più profondo rispetto.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Nuruddin Farah – Nodi

e vedi anche
Il caso Ilaria Alpi – Le verità parallele
Terraferma – Emanuele Crialese
Captain Phillips – Paul Greengrass

Leggi tutto ►