Archivio tag: musical

Rob Marshall

Into the woods

2014, USA
avatar

Postato da
il

Don’t you know what’s out there in the world?
Someone has to shield you from the world.
Stay with me.
Princes wait there in the world, it’s true.
Princes, yes, but wolves and humans, too.

Il musical Into the woods è la più classica delle fiabe.
I personaggi di molti dei racconti tradizionali che tutti noi conosciamo si ritrovano coinvolti nella medesima avventura.
Un fornaio e sua moglie, che desiderano più di ogni altra cosa avere un figlio, scoprono di essere vittime di una maledizione.
Il fornaio è il fratello di Raperonzolo, affidata alla strega che abitava accanto alla casa dei suoi genitori, colpevoli di aver rubato dal suo orto.
Per liberarsi dal sortilegio che ancora pesa sulla sua famiglia, è necessario che l’uomo trovi quattro oggetti per la strega.

Attorno a questo racconto, ruotano numerose altre storie.
Cenerentola fugge ogni notte dal ballo del re, non per il rischio che l’incanto della fata madrina svanisca a mezzanotte, ma perché è presa da mille dubbi sul principe. Questo, in effetti, alla fine si rivela un vero mascalzone.
Cappuccetto Rosso è una ragazzina ingorda che sfrutta la storia della nonna malata per procurarsi dei dolci.
Jack è convito che la mucca che deve vendere per sfamare se stesso e sua madre sia, in realtà, la sua migliore amica.

E’ proprio quando la fiaba sembra essere arrivata ad un finale (ovviamente felice), che inizia la vera sfida, grazie alla quale tutti dovranno rivelare il proprio vero carattere e la propria forza.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Maleficent- Robert Stromberg
Biancaneve- Tarsem Singh
Frozen- Chris Buck, Jennifer Lee
Alice in wonderland- Tim Burton
La bella e la bestia- Christophe Gans

… e leggi anche…
Stardust- Neil Gaiman
Reckless- Lo specchio dei mondi- Cornelia Funke

Into the woods- Rob Marshall

Regia: Rob Marshall
Sceneggiatura: James Lapine
Basato sul musical di: Stephen Sondheim- James Lapine
Montaggio: Wyatt Smith
Fotografia: Dion Beebe
Costumi: Colleen Atwood
Durata: 125′

Interpreti e personaggi
Anna Kendrick: Cenerentola
Daniel Huttlestone: Jack
James Corden: Il fornaio
Emily Blunt: La moglie del fornaio
Tracy Ullman: La mamma di Jack
Lilla Crawford: Cappuccetto Rosso
Meryl Streep: La strega
Chris Pine: Il principe
Johnny Deep: Il lupo

Leggi tutto ►

Damien Chazelle

La La Land

Usa, 2016
avatar

Postato da
il

Come puoi essere un rivoluzionario se sei così tradizionalista?

La La Land è ambientato a Los Angeles, ai nostri giorni: Ryan Gosling interpreta Sebastian, un musicista con una grande e pura passione per il jazz; Emma Stone interpreta Mia, una cameriera che prova a fare l’attrice ma i cui provini vanno sempre male. Riusciranno a realizzare i loro sogni? Sapranno proteggere la loro passione rispetto alla bruttura della realtà sempre in agguato per rovinare ogni cosa?

Il grande protagonista di questo “musical” è però il sogno, l’ambizione, ma soprattutto un’idea di arte che abbiamo dimenticato. La la land è uno stato d’animo da cui non vorremmo mai svegliarci dove la realtà arriva graduale e ci riporta a terra carichi di una malinconia nuova, come se ci avesse restituito qualcosa di sepolto. E’ la nostra passione per il cinema, per l’arte ma soprattutto il nostro diritto di essere sognatori, di non arrenderci, di coltivare noi stessi perchè siamo unici e il destino brinda con noi quando ci lasciamo andare e proviamo a costruire qualcosa di unico. La nostra gioventù bruciata non ha l’arroganza degli anni ‘60, la nostra gioventù ama il proprio passato al punto da renderlo mitico e non volerlo cambiare. Eppure tutto muta e quel mito deve essere tradito per poter progredire. Mixare il passato è un atto d’amore ed è quello che compie Damien Chezelle (32 anni già regista del grandioso Whiplash e vincitore di 8 golden globe) con questo film straordinario. Un film che esalta il vecchio jazz (e il vecchio cinema) eppure lo tradisce e lo strapazza proprio mentre ne esalta le straordinarie virtù.  Guarda formalmente e nostalgicamente al cinema e alla musica del passato, ma con gli strumenti e le pratiche culturali di oggi che di fatto hanno una onestà e una profondità di sguardo che polverizza il finto ottimismo dei musical (e il sogno americano) per diventare una malinconica serenata alla nostra passione e al nostro amore per la vita per quella che è… con sue le cadute, i fallimenti, i sogni che non si avverano, le persone che prima si amavano e poi non si amano più, senza per sempre o c’era una volta ma non per questo meno magici o romantici.

Dobbiamo solo avere il coraggio di tornare a sognare e di non accontentarci di una realtà brutale in cui trionfano persone senza poesia e senza amore per la vita (soprattutto in tempi così profondamente violenti e bui). Non arrendiamoci mai.

Emma Stone e Ryan Gosling sono dotati di una chimica rara e profonda eleganza.

Indimenticabile.

Se ti è piaciuto ascolta anche la colonna sonora del film:

Guarda anche:

Wihplash – Damien Chezelle
Bird Man – Alejandro Inarritu

Leggi anche

Colazione da Tiffany – Truman Capote

lala land

 

Regia e sceneggiatura: Damien Chezelle
Distribuzione: 01 Distribution
Fotografia: Linus Sandgren
Montaggio: Tom Cross
Musiche: Justin Hurwitz
Scenografia: David Wasco
Cast: Ryan Gosling, Emma Stone, John Legend, J. K. Simmons, Rosemarie DeWitt, Finn Wittrock:

 

Leggi tutto ►

Baz Luhrmann

Moulin Rouge

Australia, 2001
avatar

Postato da
il

Amore. Io credo soprattutto nell’amore. L’amore è come l’ossigeno, l’amore è una cosa meravigliosa, ci innalza verso il cielo! Tutto quello che ci serve è amore.

Si ride, si piange, si resta a bocca aperta, guardando Moulin Rouge, lo straripante musical di Baz Luhrmann! Occorre immergersi completamente nella storia d’amore tra Satine (prostituta nel teatro parigino) e Christian, giovane scrittore di opere teatrali, ribellatosi al padre per seguire il proprio sogno. E poi lasciarsi trasportare dalla musica, dal turbinio di eventi, colpi di scena, equivoci, luci e colori bohemiens: un viaggio memorabile della fantasia!

Nel 2002 il film ha ottenuto – del tutto meritatamente – due premi Oscar per miglior scenografia e migliori costumi. Perfetta Nicole Kidman nel ruolo di Satine.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche Romeo + Giulietta – Baz Luhrmann
… leggi anche La signora delle camelie – Alexandre Dumas
ed ascolta anche Moulin Rouge – Colonna sonora

moulin rouge

Regia : Baz Luhrmann
Soggetto: Baz Luhrmann, Craig Pearce
Scenografia: Catherine Martin, Brigitte Broch
Fotografia : Donald McAlpine
Musica : Andy Nelson, Anna Behlmer, Craig Armstrong, David Baerwald
Coreografia: Catherine Martin
Costumi: Catherine Martin, Angus Strathie
Durata: 130′

Interpreti e personaggi principali:
Nicole Kidman: Satine
Ewan MCGregor: Christian
John Leguizamo: Tolouse-Lautrec
Jim Broadbent: Zidler

Leggi tutto ►

John Landis

The Blues Brothers

USA, 1980
avatar

Postato da
il

Sono 126 miglia per Chicago. Abbiamo un serbatoio pieno, mezzo pacchetto di sigarette, è buio e portiamo gli occhiali da sole…

Non ci prenderanno: siamo in missione per conto di Dio.

Bisogna rimettere insieme la band.
Elwood Blues non ci pensa due volte: insieme al fratello Jake e a bordo della Bluesmobile setaccia tutto lo stato dell’Illinois in cerca degli ex-musicisti.
Bisogna rimettere insieme la band.
Solo così potranno esibirsi e mettere insieme 5.000$ per salvare l’orfanotrofio nel quale sono cresciuti e che rischia la chiusura per un debito fiscale. Il blues può evitarlo.
Ma tra il dire e il suonare c’è di mezzo … di tutto! Inseguimenti della polizia, attacchi con un bazooka, raduni di fantomatici nazisti dell’Illinois, fidanzate armate di M-16, e ancora roboanti inseguimenti … Che dire? Una commedia musicale che ha fatto ed è storia del cinema, una marea di frasi e citazioni indimenticabili, un cast da pelle d’oca: un film intriso di amicizia, ingenuità, banalità (eh sì, la vita sa essere stupendamente banale), genialità, semplicità e di una comicità assurda e sbalorditiva che fa vibrare.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Blues Brothers – il mito continua di John Landis
Animal house di John Landis 
The School of Rock di Richard Linklater

… e leggi anche …
John Belushi – Boo Williams 

… e ascolta anche …
The Blues Brothers – Peter Gunn Theme
Can’t Turn You Loose – Otis Redding 
Everybody Needs Somebody To Love – The Blues Brothers

Locandina del film The Blues Brothers

Regia: John Landis
Sceneggiatura: John Landis – Dan Aykroyd
Musiche: Ray CharlesAretha FranklinJames BrownCab CallowayJohn Lee HookerThe Blues Brothers
Fotografia: Stephen M. Katz
Durata: 133′

Interpreti e personaggi principali:
Aretha Franklin : la padrona del ristorante
Cab Calloway : Curtis
Carrie Fisher : la fidanzata di Jake Blues
Charles Napier : Tucker McElroy
Dan Aykroyd : Elwood Blues
Henry Gibson : il capo dei nazisti dell’Illinois
James Brown : il reverendo Cleophus James
John Belushi : Jake “Joliet” Blues
John Candy : comandante di polizia Burton Mercer
John Landis : il poliziotto a cavallo Trooper La Fong
John Lee Hooker : Slim, il cantante di strada
Kathleen Freeman : sorella Mary Stigmata (la Pinguina)
Ray Charles : il proprietario del negozio di strumenti musicali
Steven Spielberg : impiegato dell’ufficio della tasse

Leggi tutto ►

Kenny Ortega

This Is It

USA, 2009, 111'
avatar

Postato da
il

Nelle settimane precedenti la sua morte, Michael Jackson (29 agosto 1958 – 25 giugno 2009) stava facendo le prove per uno spettacolo dal titolo “This Is It”, che avrebbe dovuto debuttare a luglio. Tutti quanti sappiamo com’è andata a finire. Il regista di questo documentario – musical – film e chi più ne ha più ne metta, ha voluto rendere omaggio al Re del Pop intessendo una storia attorno al grande show che avrebbe dovuto essere This is it. Attraverso le riprese delle prove dello spettacolo, a partire dalle selezioni dei ballerini, Kenny Ortega ci svela quello che avrebbe dovuto essere lo show della vita della pop star tanto amata, quanto discussa. Ma indiscutibile resta il contributo dato da Michael alla musica mondiale.

Ti è piaciuto questo film? Allora ascolta anche This Is It – Michael Jackson

…e leggi anche Michael Jackson Troppo grande per una vita sola – Paolo Giovanazzi

This is it

Leggi tutto ►