Archivio tag: neil gaiman

Guido Tonelli

Cercare mondi

2017, Rizzoli, 169 p.
avatar

Postato da
il

La ricerca scientifica più avanzata ci fornisce oggi un racconto meraviglioso delle nostre origini. E’ la storia più completa e convincente che siamo riusciti a mettere assieme; è coerente con tutto quello che abbiamo osservato finora e ci costringe ad avventurarci in territori nei quali la mente rischia di perdersi, ma contiene visioni capaci di togliere il respiro.

Come ha avuto inizio l’universo, così come lo conosciamo? Quali sono stati gli eventi che hanno portato a ciò che per noi oggi è la realtà?

Il titolo del libro di Guido Tonelli non potrebbe essere più adeguato: i mondi che cerchiamo sono svelati tanto nell’incredibilmente piccolo quanto nelle infinite vastità dello spazio ma riguardano anche ciò che conosciamo del nostro passato e quella che pensiamo potrà essere la fine dell’universo.

Il racconto del nostro mondo nasce anche dalle storie di chi, ogni giorno, porta avanti la ricerca scientifica grazie alla propria capacità di intuire e analizzare, di accettare i fallimenti e non adagiarsi sui successi.

Tutto questo raccontato da Tonelli con una grande abilità letteraria, con la capacità di permetterci di vedere la collisione tra due buchi neri come nel miglior film di fantascienza o di farci sorridere con i suoi ricordi su colleghi e esperienze passate.

L’immaginario è un nutrimento illimitato che consente infiniti collegamenti. Ci permette di visitare posti in cui non siamo mai stati, attraversare vallate piene di selvaggina o immaginare strumenti che ancora nessuno ha realizzato. Il racconto delle origini riempie il vuoto della quotidianità e ci fornisce i mezzi necessari per attraversare mondi sconosciuti e pericolosi.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Sette brevi lezioni di fisica- Carlo Rovelli
La chiave segreta per l’Universo- Lucy e Stephen Hawking
Il gioco di Ender- Orson Scott Card
Il ragazzo dei mondi infiniti- Neil Gaiman e Michael Reaves

…e guarda anche…
La teoria del tutto- James Marsh
The imitation game- Morten Tyldum
Another Earth- Mike Cahill
Star Trek- J. J. Abrams

Leggi tutto ►

Rob Marshall

Into the woods

2014, USA
avatar

Postato da
il

Don’t you know what’s out there in the world?
Someone has to shield you from the world.
Stay with me.
Princes wait there in the world, it’s true.
Princes, yes, but wolves and humans, too.

Il musical Into the woods è la più classica delle fiabe.
I personaggi di molti dei racconti tradizionali che tutti noi conosciamo si ritrovano coinvolti nella medesima avventura.
Un fornaio e sua moglie, che desiderano più di ogni altra cosa avere un figlio, scoprono di essere vittime di una maledizione.
Il fornaio è il fratello di Raperonzolo, affidata alla strega che abitava accanto alla casa dei suoi genitori, colpevoli di aver rubato dal suo orto.
Per liberarsi dal sortilegio che ancora pesa sulla sua famiglia, è necessario che l’uomo trovi quattro oggetti per la strega.

Attorno a questo racconto, ruotano numerose altre storie.
Cenerentola fugge ogni notte dal ballo del re, non per il rischio che l’incanto della fata madrina svanisca a mezzanotte, ma perché è presa da mille dubbi sul principe. Questo, in effetti, alla fine si rivela un vero mascalzone.
Cappuccetto Rosso è una ragazzina ingorda che sfrutta la storia della nonna malata per procurarsi dei dolci.
Jack è convito che la mucca che deve vendere per sfamare se stesso e sua madre sia, in realtà, la sua migliore amica.

E’ proprio quando la fiaba sembra essere arrivata ad un finale (ovviamente felice), che inizia la vera sfida, grazie alla quale tutti dovranno rivelare il proprio vero carattere e la propria forza.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Maleficent- Robert Stromberg
Biancaneve- Tarsem Singh
Frozen- Chris Buck, Jennifer Lee
Alice in wonderland- Tim Burton
La bella e la bestia- Christophe Gans

… e leggi anche…
Stardust- Neil Gaiman
Reckless- Lo specchio dei mondi- Cornelia Funke

Into the woods- Rob Marshall

Regia: Rob Marshall
Sceneggiatura: James Lapine
Basato sul musical di: Stephen Sondheim- James Lapine
Montaggio: Wyatt Smith
Fotografia: Dion Beebe
Costumi: Colleen Atwood
Durata: 125′

Interpreti e personaggi
Anna Kendrick: Cenerentola
Daniel Huttlestone: Jack
James Corden: Il fornaio
Emily Blunt: La moglie del fornaio
Tracy Ullman: La mamma di Jack
Lilla Crawford: Cappuccetto Rosso
Meryl Streep: La strega
Chris Pine: Il principe
Johnny Deep: Il lupo

Leggi tutto ►

Jon Favreau

Iron Man

USA, 2008
avatar

Postato da
il

È meglio essere temuti o rispettati? Io dico: è troppo chiedere entrambe le cose?

Tony Stark, fin da ll’infanzia, dimostra un incredibile talento nell’inventare e costruire macchinari dalla tecnologia avanzatissima. Il suo lavoro viene messo al servizio dell’azienda di famiglia che si occupa di produrre armi per l’esercito.

La sua vita, dedicata a feste, alcool e donne, prende una piega inaspettata quando viene rapito da un gruppo armato. La consapevolezza che alcune delle sue creazioni siano finite in mano ai suoi aguzzini e non siano state impiegate, come aveva sempre creduto, per proteggere il suo paese, manda in crisi le sue certezze e lo porta a stravolgere la sua vita.

Tony Stark si trasforma così, grazie ad un’armatura iper tecnologia da lui ideata, nel supereroe Iron Man.

Jon Favreau da vita ad uno dei personaggi più noti ed iconici dell’universo Marvel, in quello che sarà il primo appassionante episodio di una trilogia.

Da non dimenticare anche le apparizioni del supereroe nella serie di film dedicata agli Avengers.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Wolverine. L’immortale- James Mangold
X-Men- Bryan Singer
Chronicle- Josh Trank

…leggi anche
Il ragazzo dei mondi infiniti- Neil Gaiman e Michael Reaves
I doni- Ursula LeGiun

…e ascolta anche
The Pretender- Foo Fighters

Iron Man- Jon Fevrau

Regia: Jon Favreau
Sceneggiatura: Mark Fergus- Hawk Ostby- Art Marcum- Matt Holloway
Musiche: Ramin Djawadi
Durata: 126′

Interpreti e personaggi
Robert Downey Jr.: Iron Man/Tony Stark
Gwyneth Paltrow: Pepper Potts
Terrence Howard: Rhodey
Jeff Bridges: Obadiah Stane

Leggi tutto ►

Jim Henson

Labyrinth- Dove tutto é possibile

Gran Bretagna- USA, 1986
avatar

Postato da
il

Ho sovvertito l’ordine del tempo. Ho messo sottosopra il mondo intero. E tutto questo l’ho fatto per te. Non ti sembra abbastanza generoso?

Sarah vive in costante conflitto con il padre e la matrigna.
Una sera, viene lasciata sola con il fratellino.
Per quanto odi la sua nuova famiglia, non esita, quando il bambino viene rapito da Jareth, re dei Goblin, a fare di tutto per salvarlo.
Se dovesse fallire, non riuscendo a superare il labirinto che conduce al palazzo di Jareth, suo fratello non potrà più tornare a casa.

Nel film gli effetti speciali volutamente artigianali (il regista, Jim Henson è il creatore dei Muppets) raggiungono picchi inaspettati di genialità (splendida la scena in cui le mani del pozzo in cui cade Sarah si uniscono a formare dei volti).

Il cameleontico David Bowie è il personaggio chiave della storia ed è probabilmente l’unico attore in grado di diventare un cattivo affascinante e magnetico pur indossando una calzamaglia argentata.
Le canzoni da lui interpretate per la colonna sonora sono, a dir poco, indimenticabili.

Sono passati trent’anni dall’uscita nelle sale di questo film. Vale, però, la pena di riscoprirlo per la sua storia semplice ma coinvolgente e per ricordare il compianto Duca Bianco in una delle sue storiche interpretazioni.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
Alice in Wonderland- Tim Burton
Maleficent- Robert Stromberg
Il labirinto del fauno- Guillermo Del Toro

…leggi anche
Stardust- Neil Gaiman
Il labirinto- James Dashner

…ascolta anche
Blackstar- David Bowie

Labyrinth- Jim Henson

Regia: Jim Henson
Soggetto: Jim Henson- Dennis Lee
Sceneggiatura: Terry Jones
Musiche: Trevor Jones
Durata: 102′

Interpreti e personaggi
David Bowie: Jareth
Jennifer Connelly: Sarah

Leggi tutto ►

J. J. Abrams

Star Trek- Star Trek. Into Darkness

2009- 2013, USA
avatar

Postato da
il

Tuo padre ha comandato una nave stellare per dodici minuti ed ha salvato ottocento vite; tra cui quella di tua madre e la tua. Ti sfido a fare di meglio.

La serie televisiva Star Trek è stata ideata nel 1964 da Gene Roddenberry ed è diventata, in questi decenni, tanto famosa che, anche chi non ha mai visto alcun episodio, ne conosce le ambientazioni e i personaggi.
I due film diretti da J.J. Abrams raccontano di una realtà parallela rispetto a quella descritta nelle storie precedenti. Nel primo, il regista racconta la missione inaugurale per l’equipaggio della nave Enterprise. Mentre nel secondo, Into Darkness, ricompare uno dei nemici storici della Flotta Stellare: Khan, super guerriero ibernato per trecento anni.
J.J. Abrams riesce a valorizzare il mondo di Star Trek, da un lato accontentando i fan della serie classica e dall’altro facendo scoprire la storia a chi ancora non la conosce.

Ti sono piaciuti questi film? Allora guarda anche…
Battlestar Galctica- Serie televisiva
Pacific Rim- Guillermo Del Toro

e leggi anche…
Il gioco di Ender- Orson Scott Card
Il ragazzo dei mondi infiniti- Neil Gaiman e Michael Reaves

A4 STARTREK

Regia: J. J. Abrams
Sceneggiatura: Roberto Orci- Alex Kutzman- Damon Lindelof (Star Trek- Into Darkness)
Musiche: Michael Giacchino
Durata: 127′ (Star Trek)- 132′ (Star Trek- Into Darkness)

Interpreti e personaggi
Chris Pine: Kirk
Zachary Quinto- Spok
Bruce Greenwood- Pike
Karl Urban- Bones
Zoe Saldana- Uhura

Leggi tutto ►

Neil Gaiman- Michael Reaves

Il ragazzo dei mondi infiniti

Mondadori, 2011, 265 p.
avatar

Postato da
il

Era me. Ecco perché quella voce mi sembrava tanto familiare. Era la mia. O meglio, quella che sarebbe stata la mia voce di lì a cinque anni. Mi domandai perché fino a quel momento non l’avessi capito e compresi che, a qualche livello, l’avevo sempre saputo. Certo che era me. Più in gamba e più coraggioso e più saggio di me.

 
Joey Harker tende a perdersi in qualunque luogo, comprese la sua scuola e la sua casa. In modo del tutto inaspettato (mentre cerca di orientarsi nella sua città per un compito di educazione civica), scopre di essere un Camminatore cioè un individuo capace di viaggiare tra universi paralleli. Nella lotta tra mondi dediti alla magia e mondi che si basano sulla tecnologia, Joey scopre che l’equilibrio è garantito da un’organizzazione militare composta dalle varie versioni di se stesso, provenienti da realtà differenti.
Questa breve e divertente storia, scritta a quattro mani da Neil Gaiman e Michael Reaves, era destinata a diventare una produzione televisiva ma gli autori hanno deciso, durante la stesura, di trasformarla in un libro.
 

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Coraline- Neil Gaiman
Queste oscure materie- Philip Pullman
 

… e guarda anche
Another Earth- Mike Cahill
Doctor Who- Serie televisiva

Leggi tutto ►

Henry Selick

Coraline e la porta magica

USA, 2008
avatar

Postato da
il

Io non voglio tutto ciò che desidero. Nessuno lo vuole. Non veramente. Che divertimento sarebbe, se potessi avere tutto ciò che desidero, senza problemi? Non avrebbe nessun valore.

Coraline si trasferisce in una nuova casa con i suoi genitori ma nessuno ha tempo per badare a lei. Non sarà forse meglio rifugiarsi nel mondo parallelo a cui si accede da un passaggio nel suo appartamento? I suoi altri genitori dagli strani occhi a bottone sembrano affettuosi ma cosa vogliono in realtà da lei? Una favola dark eppure coloratissima diretta da Henry Selick, memorabile regista di Tim Burton’s Nightmare Before Christmas.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche…
La sposa cadavere- Tim Burton, Mike Johnson
Alice in wonderland- Tim Burton
…e leggi anche
Stardust- Neil Gaiman

Coraline e la porta magica
Regia: Henry Selick
Sceneggiatura: Henry Selick (tratto dal libro omonimo di Neil Gaiman)
Musiche: Bruno Coulais
Durata: 100′

Leggi tutto ►

Neil Gaiman

Stardust

Mondadori, 2004, 243 pag.
avatar

Postato da
il

C’era qualcosa di celeste nel cielo e di attualità nel mondo che non aveva mai visto o sentito prima.
E capì anche di trovarsi al di sopra dei suoi problemi, così come era fisicamente al di sopra del mondo. Ripensò a ciò che aveva fatto, alle proprie avventure, al viaggio che lo aspettava, e all’improvviso gli sembrò che tutto fosse di poca importanza e di estrema semplicità.

 
Tristan Thorne sarebbe un ragazzo qualsiasi così come Wall, il luogo in cui vive, sarebbe un villaggio qualsiasi, se non fosse per il legame che entrambi hanno con il reame fatato di Faerie. Ed è proprio questo mondo magico che Tristan deve attraversare quando giura alla sua amata Victoria di portarle, come pegno d’amore, la stella cadente che assieme hanno visto la sera in cui lui le ha dichiarato la sua devozione. Peccato che lui non sia il solo ad essere interessato alla stella (che si rivela essere un’astiosa ragazza chiamata Yvaine). Tristan saprà diventare un vero eroe e salvare Yvaine da tutti i suoi inseguitori? E quando tornerà finalmente a Wall, sarà ancora Victoria il suo unico amore?
Così come nelle altre sue opere, anche in Stardust, Neil Gaiman ha la capacità di portare i propri lettori in mondi fatati in cui l’incanto cede spesso il passo al gotico e al grottesco.
 
Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Whisper- Maggie Stiefvater
 
…e guarda anche
La città incantata- Hayao Miyazaki
Stardust- Metthew Vaughn

Leggi tutto ►