Archivio tag: nella casa

Jenny Valentine

Io sono nessuno

2015, Piemme, 238 p.
avatar

Postato da
il

Se solo fossi riuscito a dimenticare che non era vero, stare lì con lei sarebbe sembrato giusto e naturale. Ma io non potevo dimenticare e la mia gioia finiva per crollare miseramente, trasformando tutto quello che avevo davanti in qualcosa di buio, freddo e grigio.
Tutto tranne lei.

Avere un nome, una famiglia, conoscere il giorno in cui si è nati. Sono tutte cose che ci identificano come individui. Chi è, allora qualcuno che non sa queste cose di se stesso?
Il protagonista di Io sono nessuno è un ragazzo senza identità e dal passato oscuro. Vive per strada da anni, cercando di evitare guai e rivolgendosi a rifugi per senza tetto solo in caso di estrema necessità.

Proprio in uno di questi luoghi, un’assistente sociale riconosce in lui Cassiel Raodnight, un ragazzo scomparso. La somiglianza è, in effetti, evidente.

Il ragazzo sa perfettamente di non essere Cassiel. Ma non ha nulla da perdere e decide di rubare questa nuova identità per provare cosa significa avere una famiglia, una casa e degli affetti.
Quello che non si aspetta da questa esperienza è il costante timore di fare o dire qualcosa di sbagliato. Cassiel stesso potrebbe ricomparire a casa sua in ogni momento.
La paura di essere scoperto lo tormenta in ogni momento, tanto più che il passato della famiglia di Cassiel sembra essere ricco di segreti.

Il protagonista si trova circondato da persone di cui non si fida e che teme lo possano smascherare. Nonostante questo, sente di dover ripagare Cassiel per avergli rubato la vita. Per questo, decide di scoprire dove sia finito il ragazzo. E’ scappato o è stato ucciso? E che ruolo ha avuto suo fratello nella sua scomparsa?

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
La casa dei cani fantasma- Allan Stratton
Abbiamo sempre vissuto nel castello- Shirley Jackson
La ragazza del treno- Paula Hawkins

… guarda anche
Another Earth- Mike Cahill
Nella casa- Francois Ozon

Leggi tutto ►

Francois Ozon

Nella casa

Francia, 2012
avatar

Postato da
il

Articolo di Stefano Guerini Rocco

Ti sta manipolando. Volevi insegnargli la letteratura, ma è lui che ti dà lezione.

Germain è il professore di lettere di un ordinato liceo di provincia. Annoiato dal lavoro, si accanisce con particolare compiacimento sui compiti imprecisi dei suoi studenti, fino al giorno in cui a scuola arriva Claude, sedicenne discreto ma dallo sguardo acuto. Incuriosito dai temi del nuovo alunno, Germain incontra abitualmente Claude dopo le lezioni per spronarlo a coltivare e affinare il suo talento. Il giovane intraprende così un’indagine sempre più approfondita sul “materiale narrativo” prescelto: la famiglia piccolo borghese del compagno di classe Rapha. Di tema in tema, Claude penetra subdolamente nella casa e nel tessuto familiare dell’incosciente amico, tratteggiando il suo mondo con spirito caustico e intenzioni ambigue, fino a comprometterne irrimediabilmente l’ordine. L’allievo si sostituisce dunque al maestro e ne diventa la guida in un gioco sempre più oscuro e morboso, cui il professore non sa sottrarsi. Racconto di formazione, pamphlet sul voyeurismo, trattato sul potere della manipolazione e, allo stesso tempo, saggio sulla creazione artistica (letteraria, ma anche cinematografica), “Nella casa” è un film dalle molte anime, sagace e divertente, condotto con mano sicura da un regista esperto, che pure, paradossalmente, rischia di perdere in efficacia quanto più rincorre la sua ambizione più alta: coinvolgere in maniera attiva, come Claude con Germain, lo spettatore all’interno del processo creativo. Restano all’attivo la solida eleganza della confezione e le prove stuzzicanti di un cast divertito e convincente.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Il talento di Mr. Ripley – Anthony Minghella
Diario di uno scandalo – Richard Eyre
Match Point – Woody Allen
Gli insospettabili – Joseph L. Mankiewicz

Locandina di Nella Casa, di Francois Ozon

Regia: François Ozon
Soggetto: Juan Mayorga (dalla commedia “El chico de la última fila”)
Sceneggiatura: François Ozon
Fotografia: Jérôme Alméras
Montaggio: Laure Gardette
Musiche: Philippe Rombi
Durata: 105′

Interpreti e personaggi
Fabrice Luchini: Professor Germain
Ernst Umhauer: Claude Garcia
Kristin Scott Thomas: Jeanne Germain
Emmanuelle Seigner: Esther
Denis Ménochet: Rapha padre
Bastien Ughetto: Rapha figlio
Yolande Moreau: Rosalie/Eugénie

Leggi tutto ►