Archivio tag: One Day

Rover

Rover

Cinq7, 2012
avatar

Postato da
il

Puoi quasi vederla, la figura imponente di Timothée Regnier, stagliarsi nella luce su un palcoscenico altrimenti buio, stretta al microfono e alla chitarra a declamare versi pieni di serena nostalgia e ricordi, di distanza e speranza.
Rover, suo nome d’arte e album d’esordio, è un’oscura magia in undici pezzi, una voce profonda e intensa che sa però anche librarsi in un fascinoso falsetto e una scrittura sviluppata pienamente in canzoni spesso bellissime, che fondono con teatralità ed emozione Bowie, Gainsbourg, i bassi corposi della new wave contemporanea e atmosfere noir per un risultato del tutto personale.
Una sequenza perfetta che dall’opener Aqualast, uno dei grandi singoli del 2012, si snoda tra ritmi lievemente più sostenuti (Remember, Tonight) e ballate piene di fascino “nero” (l’acida Queen Of The Fools, l’ipnotica Wedding Bells, l’inquietante falsetto di Late Night Love), jangle-pop decadente (le gemelle Lou e Champagne), fino al finale orchestrale di Full Of Grace, ritornello epico che risuona come una vera dichiarazione d’identità e condensa in sé il meglio di un album memorabile.
 
Ascolta tre brani tratti dall’album
Aqualast, Lou, Late Night Love, Full Of Grace
 
Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche
Interpol – NYC
David Bowie – Life On Mars
John Grant – Queen Of Denmark
Serge Gainsbourg – Ballade de Melody Nelson
 
…e leggi anche
Tu metteresti l’universo intero – Charles Baudelaire
David Nicholls – Un giorno

Leggi tutto ►

David Nicholls

Un giorno

Neri Pozza, 2010
avatar

Postato da
il

Lei lo abbracciò di nuovo, stringendolo forte. Si sentiva ubriaca, traboccante di affetto e anche un po’ triste, come se fosse la fine di un’era. Voleva dire qualcosa su questa falsariga, ma pensò che fosse meglio condensarlo in una battuta: “Ovviamente mi hai appena distrutto qualsiasi possibilità di un futuro decente, ma sono davvero felice per te”.

Emma e Dexter sono amici, grandi amici. Tra loro negli anni dell’università nasce un’affinità emotiva istantanea, viscerale, anche volubile, ma destinata comunque a perdurare nel tempo, contro ogni logica ed evidenza, nonostante la  volontà autodistruttiva di lui e l’indole un po’ nostalgica di lei. E’ amore, il più grande, istintivo degli amori?

Riga dopo riga, nei molti dialoghi tra i due personaggi si costruisce la trama di questo bel romanzo, che si svolge sul filo di un romanticismo vero, coinvolgente, impregnato di realtà: due vite, due tempi  che scorrono parallelamente.

 

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche:
Le domande di Brian – David Nicholls

.. e guarda anche
One day – Lone Sherfig

.. e ascolta anche
Angel – Robbie Williams

Leggi tutto ►