Archivio tag: Padova

Dutch Nazari

Ce lo chiede l’Europa

Undamento, 2018
avatar

Postato da
il

L’economia ha un movimento oscillante, ogni tanto dà un contraccolpo
Come un barcone nel mare con trecento persone a bordo
Qualcuno strilla “Chiudete il porto!”
E intanto suo figlio è in un aeroporto
E ha in una mano un biglietto di solo andata per Toronto
E nell’altra un passaporto

“Ce lo chiede l’Europa”: una frase fatta, un titolo provocatorio per l’ultimo album di Dutch Nazari, cantautore padovano.
Parole con le quali per lungo tempo si è cercato di gestire il malcontento dell’opinione pubblica di fronte a scelte sgradite: una scusa per scrollarsi di dosso la responsabilità politica. E così l’Europa è stata spesso ridotta a capro espiatorio, sminuita nella sua valenza aggregante, di stimolo alla conoscenza reciproca ed allo scambio tra nazioni.

L’album di Dutch Nazari veicola proprio questo messaggio: parla di incertezza, perdita di fiducia nel futuro, contraddizioni, conflitto tra generazioni, ma anche di sogni, ricordi, speranza.
Emozioni e riflessioni presentate attraverso tredici brani: istantanee appese in una bacheca ideale, tutte diverse, alcune allegre, altre acide, altre ancora sfocate e caotiche.

Il genere musicale è hip-hop, rap.

Di grande impatto è il brano di apertura Calma le onde: parole importanti per un messaggio forte.
Bellissima poi la canzone “Girasoli”, dedicata al fratello che vive a Londra: parole di una dolcezza disarmante, molto evocative.
Il brano “Mirò” ci descrive il mondo come un quadro astratto, che pare svelarsi agli occhi del cantante come il luogo in cui tutto è possibile: uno spazio in cui sperare che i propri sogni si realizzino, astratti o concreti che siano.

Ti è piaciuto questo album? Allora leggi anche Generazione Erasmus – Davide Faraldi

e vedi anche L’appartamento spagnolo – Cedric Klapisch

Leggi tutto ►

Orticola

avatar

Postato da
il

Terrestria Sidera Flores

Nel 1865, il 16 dicembre, veniva fondata Orticola di Lombardia, una delle primissime realtà italiane ad avere come missione la promozione del verde, dei giardini, delle piante e dei fiori nonché la sua difesa.
Nel 1995 si svolse la prima edizione di Orticola, mostra-mercato a tema verde, diventata negli anni un appuntamento sempre più atteso.
L’8, 9 e 10 maggio 2015 saranno una tre-giorni speciale perché si festeggeranno due importanti traguardi: 150 anni di fondazione e 20 di edizione. Nella bellissima location dei Giardini Pubblici Indro Montanelli (zona Porta Venezia) a Milano troveranno spazio le ultime novità in fatto di design paesaggistico oppure una ricca collezione di palme e tanto tanto altro ancora.
In occasione dell’Expo 2015 tutta l’edizione sarà caratterizzata dai temi trattati nella manifestazione mondiale: un’ulteriore incentivo a fare una visita a caccia delle piante più belle, dei fiori più profumati da tutto il mondo, oggi come 150 anni fa!
Se i fiori sono le stelle terrestri, l’Orticola e Milano stanno al centro di quel firmamento [citazione dal libro “Terrestria Sidera Flores” Storia della Società Orticola di Lombardia]

Per saperne di più:
- sito ufficiale
- info
- facebook
- twitter
- instagram
- mail

Se ti è piaciuto Orticola:
- Orto Botanico di Padova
- Piante Carnivore al Museo di Scienze Naturali di Brescia

Leggi:
La pazienza del giardiniere : storie di ordinari disordini e variopinte strategie – Paolo Pejrone

Ascolta:
Iris – Biagio Antonacci
Margherita – Riccardo Cocciante
La sedia di lillà – Alberto Fortis

Guarda:
Pane e tulipani – Silvio Soldini

Leggi tutto ►

Orto Botanico di Padova

avatar

Postato da
il

Padova, città dalle mille cose da vedere, ha una sorpresa nel suo centro storico: l’Orto Botanico dell’Università.
È una storia lunga centinaia di anni: il 1545 è l’anno di fondazione (è l’orto botanico più antico del mondo), nel 1997 è entrato nel Patrimonio Unesco, dal 2014 è aperto il Giardino delle Biodiversità, cinque serre per cinque continenti. Un totale di 37.000 mq per conoscere e preservare la diversità del mondo vegetale: troviamo la Palma di Goethe piantata nel 1585 oppure un Ginkgo Biloba, vero e proprio fossile vivente piantato nel 1680. E ancora: si passa dalle spettacolari piante tropicali al fascino discreto delle piante mediterranee.
Naturalmente la storia delle piante si intreccia con quella dell’uomo: con percorsi ad hoc si riscoprono come sono state usate per migliorare la qualità di vita, dalle abitazioni alle bioplastiche.
Antico e moderno si incontrano in questo luogo vivente dove l’uomo è sia osservatore che conservatore della diversità del mondo vegetale.

Per saperne di più:
- Sito ufficiale
- Facebook
- Twitter
- E-mail
- App Orto botanico di Padova

Se ti è piaciuto l’Orto Botanico di Padova:
- Parco Giardino Sigurtà
- Orto Botanico di Pisa
- Real Jardin Botanico di Madrid
- Piante Carnivore a Brescia

Leggi:
Il linguaggio segreto dei fiori – Vanessa Diffenbaugh

Guarda:
Il Était Une Forêt – Luc Jacquet

Leggi tutto ►