Archivio tag: palestinesi

Julian Schnabel

Miral

India, Israele, Francia, Italia, 2010
avatar

Postato da
il

- Miral. Che strano nome. Da dove viene?
- E’ il nome di un fiore rosso che cresce lungo le strade. Probabilmente ne avrà visti a migliaia. E’ un nome persiano ma io sono palestinese.
- Vuoi dire israeliana.
- No, sono proprio palestinese.

 

La vita di Hind Husseini cambia il giorno in cui incontra un gruppo di orfani palestinesi che accoglie nella propria casa. La scuola da lei fondata diventa rifugio per centinaia di ragazzi rimasti soli a causa del conflitto con Israele.
Quando la madre di Miral si suicida, anche lei viene affidata a Hind dal suo amatissimo padre Jamal.
Diventata adulta, sarà l’amore per un combattente per l’indipendenza da Israele, Hani, a portarla a vivere in prima persona i soprusi e le violenze della guerra che il suo paese sta vivendo. Hind e Miral, pur combattendo ciascuna a modo proprio, condividono il desiderio di veder finire il lungo e sanguinoso conflitto tra Israele e Palestina. La storia di due donne racchiusa in un film delicato, come i fiori che crescono lungo i bordi delle strade, da cui Miral prende il nome.

 
Ti è piaciuto questo film? Allora leggi anche…
La strada dei fiori di Miral- Rula Jebreal
Gli stranieri- Armin Greder
Ogni mattina a Jenin- Susan Abulhawa

 

Regia: Julian Schnabel
Sceneggiatura: Rula Jebreal
Durata: 112′

 

Interpreti e personaggi principali:
Hiam Abbass: Hind Husseini
Freida Pinto: Miral
Omar Metwally: Hani
Alexander Siddig: Jamal

Leggi tutto ►

Nadine Labaki

E ora dove andiamo?

Francia, Libano, Italia, Egitto, 2010
avatar

Postato da
il

“Agli abitanti del nostro caro villaggio, in nome di Hallah il misericordioso,  e a tutti i fratelli cristiani vi invitiamo a partecipare ad una riunione a proposito delle fesserie che state facendo”

La storia si svolge tutta all’interno di un paesino libanese isolato, circondato da mine, ove convivono pacificamente musulmani e cattolici. Protagonista del film è la comunità intera, anzi più precisamente le donne del villaggio che con la loro saggezza e praticità sanno tenere a bada con mille trucchi – anche esilaranti e incredibili – i loro uomini, impedendo così che stupide incomprensioni religiose possano sfociare in violenza. Il film è intriso di intelligenza, pragmatismo e ironia.

Ti è piaciuto questo film? Allora leggi anche:
Sharon e mia suocera

locandina ora dove andiamo

Regia e soggetto:Nadine Labaki
Musiche:  Khaled Mouzanar
Durata: 110′

Interpreti e personaggi principali:
Claude Baz Moussawbaa: Takla
Layla Hakim: Afaf
Nadine Labaki: Amale

 

Leggi tutto ►