Archivio tag: professore

Alessandro D'Avenia

Ciò che inferno non è

Mondadori, 2014, 317 pp.
avatar

Postato da
il

Se nasci all’inferno, hai bisogno di vedere almeno un frammento di ciò che inferno non è per concepire che esista altro.

Difficile sognare una vita diversa quando non si ha nemmeno l’idea di un’alternativa al presente. Arduo rifiutare la violenza se fin da piccoli e’ stata l’unica regola imposta. Impossibile rispettare il prossimo se si e’ soffocati ogni giorno dalla sopraffazione altrui.
Occorrerebbe avere una guida, un modello positivo: qualcuno disposto a mettersi in gioco per noi, anche rischiando la vita.

Don Pino Puglisi, insegnante in un liceo classico palermitano e fondatore di un centro ricreativo nei primi anni Novanta, ha voluto essere questo per i ragazzi palermitani del quartiere Brancaccio: un esempio di amore ed altruismo. Ha voluto contrastare le crudeli logiche mafiose proprio nei territori in cui Cosa Nostra coltivava i suoi seguaci “migliori”, tra i bambini, tra i ragazzi, cercando di offrire un’alternativa di legalita’ alla barbarie.
Ha pagato con la vita questo suo smisurato amore per il prossimo. Un esempio importante che D’Avenia (autore del romanzo “Bianca come il latte rossa come il sangue”) ricorda con sincera partecipazione in questo bel libro.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche Don Pino Puglisi, il prete che fece tremare la mafia col sorriso – Francesco Deliziosi

e vedi anche
Alla luce del sole – Roberto Faenza
I cento passi – Marco Tullio Giordana
La mafia uccide solo d’estate – Pif
U parrinu – Christian Di Domenico (spettacolo teatrale)

Leggi tutto ►

Giuseppe Piccioni

Il rosso e il blu

Italia, 2012
avatar

Postato da
il

- Avanti, mi dica perchè ha scelto di fare questo mestiere? Me lo dica, non lo capisco.

- Perchè mi piace. Non perchè qualcuno me l’ha detto e nemmeno perchè qualcuno me l’ha impedito. Mi piace e basta.

Sembra quasi di conoscerli da sempre i protagonisti di questo bel film ambientato in un liceo romano. La preside ossessionata dal rispetto delle regole, il professore disilluso e cinico, la giovane insegnante alle prese con un’ansia paralizzante: tutti personaggi in crisi, realistici, intrisi dell’immobilismo che svuota di vitalità le scuole italiane. In questo quadro tutt’altro che idilliaco entra in scena il prof. Prezioso, giovane supplente di lettere alle prime armi, che proverà con il proprio incrollabile entusiasmo a smuovere l’inerzia dei colleghi e ad avvicinarsi con sincera empatia ai ragazzi.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
L’attimo fuggente – Peter Weir
La classe – Laurent Cantet
Monsieur Lazhar – Philippe Falardeau
Freedom writers – Richard La Gravenese
La scuola – Daniele Luchetti

locandina rosso blu blog

Regia: Giuseppe Piccioni
Soggetto: Marco Lodoli
Sceneggiatura: Giuseppe Piccioni
Fotografia:Roberto Cimatti
Montaggio: Esmeralda Calabria
Durata: 98′

Interpreti e personaggi
Margherita Buy: preside Giuliana
Riccardo Scamarcio: prof. Giovanni Prezioso
Roberto Herlitzka: prof. Fiorito
Silvia D’Amico: Angela Mordini
Davide Giordano: Enrico Brugnoli

Leggi tutto ►