Archivio tag: ray bradbury

Ray Bradbury

Cento racconti

Mondadori,2013
avatar

Postato da
il

Il signor Spallner si copri il viso con le mani.
C’era la sensazione di muoversi nello spazio, l’urlo incredibile della tortura, l’impatto e il rotolare dell’auto sul muro, attraverso il muro, oltre e di sotto come un giocattolo e lui che veniva lanciato fuori. Poi… silenzio.
La folla arrivò correndo. Là dove giaceva, lui la sentì venire.

“Quello che voglio è divertirmi con le idee, gettarle in aria come coriandoli e poi correrci sotto e farmele piovere sulla testa. Scrivere è la gioia e la pazzia più squisita della mia vita” (Ray Bradbury, 1976).

Leggere un storia di Bradbury significa esporsi senza filtri a fantasia e poesia, ma anche ad inquietudine e cambi di scena inaspettati, che stordiscono ed affascinano.

Bradbury è maestro nel creare in poche pagine un’atmosfera di totale coinvolgimento: il suo genere è la fantascienza, permeata di mistero ed irrequietezza, con rimandi horror, focalizzata più sugli aspetti psicologici che su quelli tecnologici.

Nei suoi racconti prevale lo sguardo sull’essere umano, sul suo sentire, sulle sue emozioni e reazioni.
Bradbury è maestro assoluto nel delineare scenari, personaggi ed eventi sempre in bilico tra il possibile e l’inverosimile.

In questa autoantologia pubblicata per la prima volta nel 1980, lo stesso Bradbury ha selezionato cento racconti che seguono quasi quarant’anni della sua vita, dal 1943 al 1980.
Difficile scegliere i migliori: sono tutti entusiasmanti!
Sicuramente una menzione speciale meritano “Il lago”, “La bara”, “La falce”, “La folla”, “Rumore di tuono”.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche
Fahrenheit 451 – Ray Bradbury
Cronache marziane – Ray Bradbury
La guerra dei mondi – H.G. Wells
I racconti – Edgar Allan Poe
1984 – George Orwell

e vedi anche
Fahrenheit 451 – Francois Truffaut
Black Mirror – serie televisiva

Leggi tutto ►

Greg Mottola

Paul

Regno Unito – USA, 2011
avatar

Postato da
il

-Tu vieni con me.
- Cosa?
- Ti ho rovinato la vita, Tara. Credo che sia giusto che te ne offra una nuova.
- Non ho lo spazzolino da denti.
- Baby, dove stiamo andando non c’è bisogno di denti.

Graeme e Clive sono due ragazzotti inglesi, sognatori, nerd, alieni alla realtà.
Patiti di fantascienza riescono ad organizzare un tour in America che toccherà tutti i luoghi mitici per gli appassionati di UFO sino ad arrivare all’Area 51 … ma ecco che l’impensabile diventa realtà: sperduti in mezzo al deserto si imbattono in un extraterrestre in fuga, Paul.
I tre, inseguiti dagli uomini in nero, cementano la loro amicizia intergalattica: Paul racconta dei suoi 60 anni imprigionato in una base segreta, sfruttato per le sue conoscenze.
On the road i due amici inglesi scoprono che non è poi tanto diverso dagli umani, stessi problemi, stessa voglia di vivere, stessa voglia di essere se stesso.
Una storia piacevole, un mix di commedia, parodia e caricatura con la voglia di dimostrare che forse l’ironia non appartiene solo al Pianeta Terra.

Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Mars Attacks! di Tim Burton
Men in Black di Barry Sonnenfeld

…e leggi anche …
Cronache Marziane di Ray Bradbury
Civiltà Extraterrestri di Isaac Asimov

… e ascolta anche …
Explorers dei Muse
Aliens Exist dei Blink182

Paul

Regia: Greg Mottola
Sceneggiatura: Simon PeggNick Frost
Musiche: David Arnold
Fotografia: Lawrence Sher
Durata: 104′

Interpreti e personaggi principali:
Simon Pegg : Graeme Willy
Nick Frost : Clive Gollings
Kristen Wiig : Ruth Buggs
Jason Bateman : Agente speciale James Zoil
Sigourney Weaver : “The Big Guy”
Jeffrey Tambor: Adam Shadowchild
Stefano Belisari (Elio di Elio e le Storie Tese) : la voce italiana di Paul

Leggi tutto ►

Stephen King

Joyland

Sperling &Kupfer, 2013, 352 pp
avatar

Postato da
il

Il nostro e’ un mondo in rovina, funestato da guerre, atrocita’ ed assurde tragedie. Ad ogni suo abitante, uomo o donna che sia, e’ toccata una razione di infelicita’ e di notti insonni. Considerata questa triste ma innegabile verità’ della condizione umana, avete appena ricevuto un dono inestimabile: vi trovate qui per vendere divertimento.

Ecco una lettura nata quasi per scommessa!  Ce l’avrei fatta a godermi un libro di Stephen King senza incorrere in incubi notturni?! Semplicemente si’, senza difficolta’. In  Joyland infatti non e’ avvincente solo la trama, comunque non priva di macabri omicidi ed inconfessabili segreti.  Sono i personaggi che popolano il luna park (Joyland, appunto), decadenti ed eccentrici, ad entrare nell’immaginario ed a catturare fin da subito l’attenzione totale. Devin, studente ventenne nel 1973, in cerca di un lavoro per l’estate, entra in contatto con questo strano mondo e ne resta affascinato, tanto da non riuscire piu’ ad allontanarsene. Trasferitosi nella cittadina di Heaven’s Bay, vive nel contempo un’intensa amicizia con un ragazzino dodicenne, gravemente malato, e la giovane madre.

Ti e’ piaciuto questo libro? Allora leggi anche Il popolo dell’autunno – Ray Bradbury 
… vedi anche Il miglio verde – Frank Darabond
ed ascolta anche The Doors – The Doors

 

Leggi tutto ►