Archivio tag: russia

Edward Zwick

La grande partita

2014, Usa
avatar

Postato da
il

Sai perchè la gente fallisce nella vita? Perchè non pensa. Immagina di pensare, invece va solo a naso.

La Grande Partita (Pawn Sacrifice), docudrama e biopic  sul prodigio degli scacchi Bobby Fischer diretto da Edward Zwick e con protagonista Tobey Maguire. Presentata al TIFF la pellicola segue la vera storia di Bobby Fischer, genio del gioco degli scacchi che nel 1972 fu protagonista della “partita del secolo” della World Chess Championship disputata contro il campione dell’USSR Boris Spassky, quest’ultimo interpretato nel film da Liev Schreiber.

Il racconto, anche attraverso i numerosi flashback dedicati all’infanzia tormentata del protagonista, è abile nella costruzione di un personaggio combattuto, diviso tra la voglia di primeggiare su tutto e la sua paranoia dilagante nei confronti dei sovietici, alimentata anche dalla spropositata campagna mediatica e dalla politica ossessiva di Richard Nixon.  La vicenda di Fischer , diventa, non lo sfoggio di un genio irrefrenabile, ma il prologo della morte di una stella. La storia de La grande partita, infatti, si esaurisce un attimo prima della lenta “scomparsa pubblica” di Fischer. Film attento e didascalico nel ritrarre il quadro di una figura complessa, resa quasi vittima di un clima politico al limite del delirio che mostrò al mondo intero la bellezza di uno sport intellettuale, antico come il mondo, avvelenato da scopi internazionali e manovre mediatiche.

Mirabile la fotografia di Bradford Young; musiche di James Newton Howard. Prodotto nel 2014, il film è stato distribuito in Italia direttamente sulla piattaforma digitale Netflix nel 2018.

Se ti è piaciuto guarda anche :

An education – Lone Scherfig

Leggi anche:

Miele – Ian McEwan

Ascolta anche : Black in Black – Ac/Dc

poster-grande-partita-la

Regia: Edward Zwick

Sceneggiatura: Steven Knight

Distribuzione: Eagle Pictures

Musiche: James Newton Howard

Fotografia: Brandford Young

Cast: Liev Schreiber, Lily Rabe, Tobey Maguire, Peter Sarsgaard, Robin Weigert

 

Leggi tutto ►

Nicolai Lilin

Spy Story Love Story

Einaudi 2016, 248 p.
avatar

Postato da
il

Se in quegli anni non perse totalmente la ragione fu grazie alle regole che gli aveva insegnato il suo vecchio maestro. E fuori dalla violenza trovò un solo conforto: la letteratura.

Un killer russo stanco dopo venticinque anni di mattanze chiede al suo spietato datore di lavoro di potersi ritirare a vita privata. Il capo, che da boss della malavita si è rifatto una verginità come rispettato e potente uomo politico, accetta, a patto che Alëša svolga il suo ultimo compito in Italia, dove dovrà uccidere una donna. L’impresa finale sarà seguita da Ivan, il giovane designato a succedere ad Alëša. Dalla Mosca violentissima degli anni Novanta alla Milano di oggi, attraverso i ricordi di Alëša e poi di Ivan vediamo scorrere vite segnate da un destino di brutalità e squallore, dove per sopravvivere non si può avere pietà per nessuno e non ci si può fidare di nessuno. Solo i libri hanno fornito al protagonista un sostegno e un’oasi di pace in mezzo alle efferatezze che ha compiuto e che ha visto commettere. Ma nemmeno il delinquente più accorto può vivere in perenne tensione senza che la sua mente mostri segni di cedimento. Con ritmo incalzante e immagini cruente, Lilin ci descrive il deserto morale della Russia recente e la ferocia, ma anche la solitudine, cui può giungere l’animo umano.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche …
Educazione siberiana – Nicolai Lilin
La regina dei ladri – Edgar Wallace
Le lacrime dell’assassino – Anne-Laure Bondoux
Dexter il vendicatore – Jeff Lindsay

…e guarda anche
Educazione siberiana – Gabriele Salvatores
John Wick – Chad Stahelski, David Leitch

… e ascolta anche
Shootenanny! – Eels

Leggi tutto ►