Archivio tag: sarah j. maas

Alwyn Hamilton

Rebel. Il deserto in fiamme

Giunti, 2015, 270 p.
avatar

Postato da
il

I Primi Esseri guardarono questa creatura mortale cui avevano dato la vita e, pieni di stupore, videro che non temeva la morte. Lottava, e osava farlo perché il suo destino era morire. E se la Devastatrice di Mondi aveva creato la paura, il Primo Mortale aveva il coraggio per affrontarla. A differenza dei mortali, gli immortali non ne avevano mai avuto bisogno prima di allora.
Pertanto i Primi Esseri crearono un altro mortale e poi un altro ancora.

Dustwalk è un villaggio di frontiera, circondato dal deserto. E’ un luogo povero e inospitale, da cui non si può far altro che fuggire.

Qui vive Amani, rimasta orfana dopo la condanna a morte della madre, colpevole di aver ucciso suo marito.
Amani non si accontenta di vivere come i suoi zii e la sua comunità vorrebbero che facesse. Di notte, si nasconde dietro all’identità del Bandito dagli Occhi Blu, infallibile tiratore, noto per la sua imbattibilità nelle sfide con la pistola che si svolgono nelle più malfamate bische della zona.

Quando una serie di incredibili circostanze le permette di lasciare Dustwalk, scoprirà che la sua seconda identità non è il solo segreto che la coinvolge. C’è un mistero ancor più grande che riguarda le sue origini e che ha spinto sua madre a mentirle sul nome del suo vero padre.

Rebel. Il deserto in fiamme è il primo volume di una trilogia, scritta dall’autrice canadese Alwyn Hamilton. Originale per la sua ambientazione che ricorda il vicino Oriente, il racconto piacerà certamente a chi ha amato le grandi eroine del fantasy contemporaneo (delle serie come Hunger Games a Divergent, passando per le meno note ma sempre coinvolgenti Graceling e La corporazione dei maghi).

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Il trono di ghiaccio- Sarah J. Maas
Regina rossa- Victoria Aveyard
La leggenda di Earthsea- Ursula Le Guin
La corporazione dei maghi- Trudi Canavan

…e guarda anche…
I racconti di Terramare- Goro Miyazaki

Leggi tutto ►

Victoria Aveyard

Regina rossa

Mondadori, 2015, 430 p.
avatar

Postato da
il

Non si tratta di semplice intrattenimento per dare ai rossi un po’ di tregua dal lavoro estenuante. E’ un piano freddo e calcolato, un messaggio chiaro: solo gli argentei combattono nelle arene, perché solo un argenteo può sopravvivere. Combattono per mostrarci la loro forza, il loro potere. “Non avete speranze contro di noi. Siamo molto meglio. Siamo degli dei.” sembra gridare ogni colpo sovrumano inferto dai campioni.
Ed è assolutamente vero.

Mare Barrow sopravvive grazie a piccoli furti e al lavoro di ricamatrice della sorella minore. Il suo destino è quello, una volta arrivata ai diciotto anni, di entrare nell’esercito.
Anche per i suoi fratelli maggiori è stato così.
La loro è una famiglia di Rossi, gente comune dominata dagli Argentei, dotati di poteri eccezionali.

Mare non ha mai potuto sperare in un destino diverso, fino alla sera in cui tenta di derubare Cal.
Trascinata nel palazzo reale, non solo scopre di aver cercato di borseggiare l’erede al trono ma anche di avere, nonostante il suo sangue rosso, un potere fuori dall’ordinario.

La sua esistenza diventa una minaccia al regno e alla struttura stessa della società in cui vive. Per questo, dovrà nascondersi per tutta la vita dietro una falsa identità da Aregentea.

L’autrice Victoria Aveyard, esordisce con un fantasy coinvolgente e ben scritto che piacerà tanto agli amanti del genere distopico quanto ai fan delle saghe di Trudi Canavan.

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Graceling- Kristin Cashore
I doni- Ursula Le Guin
Il signore della neve e delle ombre- Sarah Ash
Il trono di ghiaccio- Sarah J. Maas

…e guarda anche
Hunger Games- Gary Ross
Divergent- Neil Burger

Leggi tutto ►

Sally Green

Half Bad

2014, Rizzoli, 390 p.
avatar

Postato da
il

Tutto quello che posso fare è stare seduto e sperare che non trovi mai il suo Dono. E anche che nel caso in cui lo trovasse devo sperare che sia qualcosa di comune, come preparare pozioni, che è poi il Dono della nonna. O che abbia un Dono debole, come la maggior parte dei maschi. Ma lo so benissimo che non ha senso sperarci. So che avrà un Dono forte come la maggior parte delle femmine, che lei lo troverà, lo affilerà e lo eserciterà. E lo userà contro di me.

Nel romanzo d’esordio della scrittrice inglese Sally Green, il tema centrale è quello della lotta tra Bene e Male. Da questa semplice premessa, prende vita una storia avvincente e mai scontata.
Nel protagonista, Nathan, si incontrano i due mondi della magia bianca e di quella nera: è, infatti, figlio di una maga bianca e del più temuto mago oscuro. Per questo, nessuno può sapere che tipo di poteri Nathan svilupperà una volta raggiunta l’età in cui dovrà ricevere i propri Doni.
Tormentato per tutta la vita dalla sorella che lo ritiene colpevole della morte della madre e rinchiuso in una gabbia nel tentativo di domare il suo lato oscuro, Nathan dovrà cercare di capire la propria vera essenza.
La sua vera strada sarà forse un compromesso tra i due estremi del suo essere?

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
La corporazione dei maghi- Trudi Canavan
Red- Kerstin Gier
Il trono di ghiaccio- Sarah J. Maas
I doni- Ursula LeGuin

Leggi tutto ►

Sarah Ash

Il signore della neve e delle ombre

Gargoyle, 2013, 601 p.
avatar

Postato da
il

L’essenza delle tenebre proruppe dagli angoli più profondi del suo essere, facendolo quasi a pezzi.
Non precipitava più, si stava levando in alto con energici battiti di ali che si propagavano a tutto il corpo.
Stava volando.

 
Gavril, un giovane e promettente pittore, eredita dal padre, di cui non ha mai conosciuto l’identità, il dominio su una terra fredda e desolata nel lontano nord. Il suo regno sembra essere dominato da forze magiche sconosciute negli avanzati stati meridionali dove è cresciuto. E tra ciò che gli viene tramandato dal padre, Gavril riceve un oscuro potere, destinato a trasformarlo con il tempo in un mostro simile ad un drago.
Il signore della neve e delle ombre è il primo romanzo tradotto in Italia della scrittrice inglese Sarah Ash. La pubblicazione in gran Bretagna risale al 2003 e, forse, proprio il periodo in cui il libro è stato scritto si riflette nello stile e nella costruzione di storie e personaggi (non vincolati ai temi diffusi nel fantasy in tempi più recenti).
 

Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Le cronache del ghiaccio e del fuoco- George R. R. Martin
Graceling- Kristin Cashore
Il trono di ghiaccio- Sarah J. Maas
I doni- Ursula LeGuin

Leggi tutto ►

Sarah J. Maas

Il trono di ghiaccio

Mondadori, 2013, 461 p.
avatar

Postato da
il

Sapeva di poter scappare con facilità, ma sapeva anche che che sarebbe stata una pazzia. Il re l’avrebbe trovata, in un modo o nell’altro… Celaena si raddrizzò, il mento alto. Non sarebbe fuggita da loro come una criminale qualunque. Li avrebbe affrontati, avrebbe affrontato il re, e si sarebbe guadagnata la libertà con onore.

 
Dopo un anno trascorso nel terribile campo di lavoro di Endovier, a Celaena viene offerta una possibilità: riscattare il proprio passato di assassina, vincendo un torneo che le permetterà di diventare paladina del re. Il sovrano di Adarlan è un tiranno sanguinario che ha soggiogato un territorio immenso sterminando senza pietà chi si opponeva al suo comando. Tra le terre conquistate, una di quelle più duramente colpite è quella da cui proviene Celaena. Ma il desiderio di riconquistare la libertà è più forte della rabbia e dell’odio che prova. Tuttavia, se affrontare gli altri partecipanti alla sfida sembra essere semplice per lei, non lo sarà altrettanto avere a che fare con le presenze che un’antica magia ha evocato sul castello.
Il trono di ghiaccio è un ottimo fantasy che riscopre i temi e le caratteristiche tradizionali del genere e il lavoro di stesura di Sarah J. Maas, durato quasi dieci anni, non risente per nulla delle tendenze che sembrano dominare le saghe pubblicate nell’ultimo periodo.
E’ purtroppo da sottolineare l’infelice traduzione del titolo (Throne of glass in originale) che sembra voler forzatamente richiamare le Cronache del ghiaccio e del fuoco di Martin e che rende inspiegabile la presenza di un trono di ghiaccio in un palazzo costruito interamente in cristallo (e in una storia in cui il ghiaccio non compare affatto).
 
 
Ti è piaciuto questo libro? Allora leggi anche…
Le cronache del ghiaccio e del fuoco- George R.R. Martin
La corporazione dei maghi- Trudi Canavan
La leggenda di Earthsea- Ursula LeGuin

Leggi tutto ►