Archivio tag: Spike Lee

Spike Lee

BlackKklansman

Usa, 2018
avatar

Postato da
il

Non c’è mai stato un poliziotto nero qui. Tu potresti essere l’uomo che crea un’apertura in questa città.

Spike Lee aggiunge un’altra tacca alla sua incredibile filmografia. BlackKklansman è un gran bel film, un ottimo film! Tratto dal libro Black Klansman il cast comprende John David Washington, Adam Driver e Topher Grace. La trama tratta del detective nero Ron Stallworth di Colorado Springs che si infiltra nel Ku Klux Klan sperando di scovare qualche buona ragione per metterli nei guai contro la legge. Ovviamente, essendo nero, verrà affiancato dal detective ebreo Flip Zimmerman che metterà la faccia in questa operazione, mentre Ron terrà i contatti con il Ku Klux Klan solo dal telefono.

Un film drammatico e poliziesco, dove non mancano però scene divertenti in pieno stile black humor alla “Tarantino”. La regia di Spike Lee trova continuamente delle inquadrature geniali per aumentare la suspense, gli attori recitano davvero bene e il montaggio accentua ogni cosa in modo egregio.
Un ottimo film che vi farà ridere, emozionare, arrabbiare, vi manterrà sulle spine e, grazie alla riflessione finale sui tempi che corrono in America, pensare.

La visione è consigliata ai soli adulti

blackkklansman_poster_2

Cast:
John David Washington: detective Ron Stallworth
Adam Driver: detective Flip Zimmerman
Laura Harrier: Patrice Dumas
Topher Grace: David Duke
Jasper Pääkkönen: Felix Kendrickson

Se ti è piaciuto guarda anche: Pulp Fiction – Quentin Tarantino
ascolta anche: This is America – Childish Gambino

Leggi tutto ►

Drake

Views

Universal, 2016
avatar

Postato da
il

You used to call me on my cell phone
Late night when you need my love
Call me on my cell phone
Late night when you need my love
I know when that hotline bling
That can only mean one thing

a cura di Claudio D’Errico 

Aubrey Drake Graham, in arte Drake, è originario di Toronto, in Ontario, dove nasce nel 1986.
Viene avviato al mondo dell’arte sin da piccolo, grazie al padre – batterista – ed alla madre. Terminato il liceo, Drake si approccia con successo alla recitazione. Scopre inoltre il proprio talento musicale, trovando subito uno stile molto personale, particolare ed eclettico.

Views è il quarto album in studio del rapper canadese, pubblicato il 29 aprile 2016 e dedicato alla sua città natale, Toronto.

L’album contiene la hit di successo Hotline Bling, pubblicata oltre un anno fa, grazie alla quale si è fatto conoscere per il suo stile tri-pop.

In questo album Drake si avvale della collaborazioni di altre star del pop come Rihanna (Too Good), Grammys (Future), Pimp C (Faithful), WizKid (One Dance).

Tra i brani è da segnalare quello di apertura, Keep the family close, in cui il rapper pare esplorare nuovi terreni di espressione.
Il percorso artistico di Drake pare ancora in divenire, quasi questo fosse un album “di passaggio”, una tappa nel continuo percorso di trasformazione ed scoperta di stili diversi nell’universo hip-hop.  

Ti è piaciuto questo album?
Allora ascolta anche 8 Mile – Eminem

e guarda anche
La 25° Ora – Spike Lee
8 Mile – Hanson Curtis

Leggi tutto ►

Sachal

Slow Motion Miracles

Sony / OKeh, 2015
avatar

Postato da
il

And it’s a long night
Maybe the final one
Don’t talk about forever
Relax and have some fun

Articolo di Claudio D’Errico

Un perfetto mix di jazz, elettronica e pop: Slow Motion Miracles è l’album che l’artista Sachal ha appena pubblicato e presentato in questi giorni in Italia.  Noto all’estero come interprete di standard jazz, ora il cantante si avventura come solista con un lavoro decisamente interessante ed originale.

Nato a Chicago, Sachal Vasandani è cresciuto tra i dischi di jazz moderno dei suoi genitori, le sonorità pop dei Beatles e di Michael Jackson, e la musica orientale indiana del paese di origine del padre.

Il brano che apre l’album, No More Tears, è di una semplicità e di un ritmo disarmanti: un vero gioiello giocato tutto sulla voce calda di Sachal e sull’essenzialità degli strumenti che lo accompagnano, perfetti ed in punta di piedi.
I brani Denim Ligths e Haystack alzano il tasso pop dell’album e si mescolano con altre canzoni più in stile songwriter come Marie.

Il mix di ingredienti presenti in “Slow Motion Miracles”  funziona perfettamente e ci conduce in una piacevole atmosfera, come ad un rilassante e stuzzicante aperitivo serale con gli amici.

Ti è piaciuto questo album? Allora guarda anche
Mo’ better Blues – Spike Lee
La 25a ora – Spike Lee

 

 

 

Leggi tutto ►

Tv On The Radio

Dear Science

4AD, 2008
avatar

Postato da
il

C’è qualcosa di meraviglioso, nel mondo là fuori.
Anni importanti, una possibilità di pensare la vita e la musica senza confini, che del passato sa prendere il meglio e trarne qualcosa di nuovo e senza tempo, leggero e imponente, semplicemente libero.
Questo è Dear Science, vera meraviglia dei Tv On The Radio da New York, nome tra i più eccitanti del pianeta da ormai dieci anni.
Succede di tutto, qui dentro: i groove fantasiosi della funkadelia e quelli dopati del trip-hop; i sussurri sensuali del soul e le parole a cascata del rap; i suoni dell’indie-rock e quelli dell’elettronica più pulsante; fiati da festa e archi notturni.
E, su tutto, canzoni piene di una passione che è fisico e spirito, sguardo infuocato e sogno: Halfway Home, Family Tree, Golden Age, Red Dress, DLZ.
C’è qualcosa di meraviglioso, nel mondo là fuori, e qualcuno lo sa dire con un suono.
 
Ascolta quattro brani tratti dall’album
DLZ, Family Tree, Red Dress, Golden Age
 
Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche
Peter Gabriel – Games Without Frontiers
Talking Heads – I Zimbra
Radiohead – All I Need
Prince – Purple Rain
Massive Attack – Safe From Harm
 
…e guarda anche
Stop Making Sense – Jonathan Demme
La 25a Ora – Spike Lee

Leggi tutto ►